Archivi delle etichette: Bulent Ecevit

CRISI TURCA: MA SIAMO SICURI CHE ERDOGAN E’ UN CLERICALE? di Antonio de Martini

La maggior parte dei lettori si diletta anche, magari solo per vedere i programmi cinematografici, con altri giornali e qui a Roma il giornale locale ( detto il Massaggero per via degli annunzi nella piccola pubblicità) è il Messaggero.

Un giornale che ha avuto direttori importanti, l’ultimo dei quali è stato Luigi Barzini jr. sul finire degli anni sessanta.

“Tra i suoi collaboratori esterni c’è un certo Alessandro  Orsini che pare sia un ” sociologo del terrorismo” . Lo cito per scusarmi di averlo denominato Olivi. Una smemoratezza. Ne riparlerò. Continua a leggere

Annunci

ENI-KOGAS. A CIPRO LE RICERCHE FANNO UN BUCO NELL’ACQUA, MA C’È GIÀ CHI SOFFIA SUL FUOCO. di Antonio de Martini

Le ricerche nella Zona di interesse economico esclusivo di Cipro assegnata alla Joint Venture ENI-KOGAS ( Corea del Sud) hanno fatto un vero e proprio buco nell’acqua.
Secondo la CNA ( Cyprus News Agency) si tratta delle ricerche effettuate nel blocco 9 nell’area chiamata “Anassagora”, dove adesso il ministro dell’energia competente Giorgos Lakkotrypis dice che esisteva il 26% di probabilità di un esito fruttuoso come previsto per le perforazioni in mare profondo. Continua a leggere

GRECIA-TURCHIA. SALE LA TENSIONE TRA I DUE PAESI E CIPRO PER LE AMBIZIONI SUI GIACIMENTI. NATO E UE COLTE DURANTE IL CAMBIO DI DIRIGENZA. di Antonio de Martini

Il mar Egeo e tutta l’area del Levante mediterraneo registrano un aumento della tensione politica e militare nell’area.
La Turchia dopo aver annunziato di effettuare una ricerca sismografica nell’area – senza informare la Repubblica di Cipro che essa non riconosce – ha inviato nell’area detta ZEE ( Zona Economica Esclusiva) una nave sismografica della Marina ( il Barbaros) scortata da un sottomarino.
Si tratta dell’area in cui sta effettuando ricerche la joint venture italo-Coreana composta da ENI e Kogas.

Continua a leggere

TURCHIA. IN CERCA DI UN NUOVO ATATURK PER RESTARE IN EUROPA. di Antonio de Martini

http://corrieredellacollera.com
Abituati ormai a vedere i paesi del sud mediterraneo ad andare in crisi uno alla volta, siamo rimasti interdetti nel vedere la Turchia in preda alla febbre politica mentre la crisi siriana è ancora in corso.
C’è chi ha esplicitato la domanda che tutti abbiamo sulla punta della lingua; la solita domanda paranoica: chi c’è dietro?
Tutti e nessuno. Vinceranno i contestatori? No, ma hanno innescato un processo di emarginazione delle tesi islamizzanti piu ipocrite, fatte di piccole rivincite rituali, di limitazioni al bere, di sottomissione femminile spacciata per virtù. Ora che I Turchia Hannover Imperatori a ribellarsi, nulla sarà come prima.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: