Archivi del mese: ottobre 2010

Israele e la “road map”: verso uno stato con due popoli. Uno eletto

 A mano a mano che  il negoziato tra i due eterni  contendenti   si dipana, gli analisti cominciano a capire le strategie. Meglio, la strategia israeliana che si presenta sotto una veste nuova:

abbandona i vecchi mantra?

 abbandonato il mantra due popoli e due stati, Netanyahu comincia a far passare il messaggio che è disposto a non procedere con le colonizzazioni dei territori di Cisgiordania conquistati nel 1967 e i suoi principali esponenti al Parlamento iniziano a parlare di Continua a leggere

Annunci

Gramellini for President

Cito letteralmente da “La Stampa” nella rubrichetta di prima pagina BUONGIORNO a cura di  Massimo Gramellini, un esempio di giornalismo che adoro e spero che apprezzerete. Possibile che ogni assassino chieda scusa e se la cavi ?  

il giornalista Massimo Gramellini. Grazie !

” Il ragazzo romano che con un cazzotto ha mandato in coma un’infermiera romena sotto l’occhio delle telecamere sarà sicuramente un bravo figliolo, solo Continua a leggere

Economia : il futuro non è più quello che fu… a meno che non si ricominci a pensare

L’intervento  di Giorgio Vitangeli sulle cause del disastro  sociale che si annunzia, scatena la caccia alla salvezza.

L’antidoto alla crisi, secondo i “padroni del vapore”  consisterebbe  nel mettere in mano al sistema bancario  un gran numero di miliardi di nuova moneta , nella speranza che succeda qualcosa di positivo per tutti.

Una gustosa vignetta americana, mostra un Obama cogitabondo davanti a un foglio di conti, con una matita in bocca che si chiede ” cosa viene dopo un trilione?” . Glielo diciamo noi:  viene il diluvio, specie se i marinai sono quelli del precedente naufragio.

 

D'Artagnan morì a Maastricht. Adesso tocca a noi?

 

Continua a leggere

IL NOSTRO FUTURO ECONOMICO: la risposta di Giorgio Vitangeli

 Giorgio Vitangeli: chi era costui?  Se siete curiosi, vi soddisfiamo subito: E’ l’unico giornalista – credo al mondo – che nel 1971 previde, nero su bianco, la non covertibilità del dollaro con l’oro che venne annunziata da Nixon quel ferragosto. E’ l’unico scrittore di economia che nel libro dove va la finanza italiana? ( edizioni Europa)  ha messo, sempre nero su bianco,  che si stava andando verso l’autodistruzione.  Adesso, circa il futuro dei nostri risparmi, per chi li ha, ci dice che Continua a leggere

Alemanno deve saperlo:la raccolta differenziata è del secolo scorso e i fine settimana sono sacri

Sabato 9 ottobre alle 18 precise, passavano per via del Corso e per via Condotti , qui a Roma, due fiammanti mezzi per la raccolta dei rifiuti che sarebbe un vero peccato sporcare con

questo lavoratore non è da via condotti

  Continua a leggere

le regioni hanno confini giusti?

se pensi di no, manda le tue proposte. I comuni hanno mille e cinquecento hanno di storia, le regioni hanno pochi decenni di mala amministrazione. Fai la tua proposta.

IL NOSTRO FUTURO ECONOMICO SI STA CONSUMANDO NEL SILENZIO DEGLI ECONOMISTI

 
 
 

 

I principali dirigenti politici d’Europa stanno facendo in questi giorni, pubblicamente, una serie di ragionamenti pericolosamente Continua a leggere

Pericolo in Libano: arriva Ahmadinejad

L'Iran è il primo cliente commerciale dell'Italia, ha la più numerosa comunità ebraica del medio oriente ed ha un Presidente politicamente molto scorretto

 Mercoledì e giovedi prossimi arriva in Libano il presidente Iraniano  in visita ufficiale. Sarà ricevuto dal Presidente libanese, dal primo ministro e dal Presidente della Camera. Ovviamente incontrerà anche Hasan  Nazrallah capo del partito Sciita Hezbollah ( letteralmente fazione di Dio). Israele non è riuscito a convincere gli USA, il quartetto e l’ONU che  si tratta di una pericolosa  “provocazione” – teme una vendetta –  all’indomani del cyberattacco Continua a leggere

IL LUTTO DELLA JULIA

Il ministro La Russa è in TV da due giorni. Continua a rivendicare come un merito il fatto di non aver armato  i nostri cacciabombardieri con bombe, vittima com’è della strana idea di distinguere le armi tra offensive e difensive. Qualcuno  spieghi, a lui ed all’on Fassino, per favore,  Continua a leggere

Polverini e la Roma di sempre

che schifo. Anche con la sua forchetta...

Noi più anziani ricordiamo il fenomeno delle “segnorine”.  Donne giovani e meno giovani che  si accompagnavano ai soldati USA di ogni grado e colore per poi tornare a casa con qualche scatoletta e qualche calza di nylon. Un pò come fanno oggi gli italiano con le ucraine. Per rivivere qei momenti non c’è nulla di meglio che leggere Malaparte .  C’era la fame, le truppe alleate avevano pane e le “segnorine”  avevano bocche… Continua a leggere
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: