INIZIA LA PIU’ GRANDE CRISI ECONOMICA DAL DILUVIO UNIVERSALE ? CINA ABBASSA IL RATING AGLI USA. COME RISPONDERA TRUMP? di Antonio de Martini

Scritto il 17 gennaio scorso, ossia 17 giorni fa.

IL CORRIERE DELLA COLLERA

Una notizia che da ieri cerca di farsi strada è che la società cinese di rating  DAGONG GLOBAL CREDIT RATING ha tagliato la valutazione del debito americano da A- a BBB+. Qualcuno, dal 1971 – quando Nixon osò rompere il patto di Bretton Woods che fissava la parità del dollaro con l’oro a 35 dollari l’oncia-  ha finalmente fatto notare che il sistenma di stampare denaro senza copertura alcuna era da considerarsi inaffidabile.

View original post 1.172 altre parole

Annunci

LA SIRIA, LA TURCHIA, I CURDI, ISRAELE, IL LIBANO, L’IRAN. TANTE VITTIME CON UN PASSATO COMUNE E UN FUTURO INCERTO. di Antonio de Martini

Stiamo veleggiando verso il settimo anno di guerra in Siria e verso il settimo anno in cui avevo avvertito che attaccare la Siria voleva dire aprire il vaso di Pandora e affrontare una delle più tenaci fanterie del mondo. Adesso va detto – lo davo per scontato – che il vaso di Pandora non ha fondo e gli USA, più ci entrano, più affondano.

Metà della popolazione Siriana ha dovuto emigrare e,  per il momento, solo centomila sono rientrati in Patria, ma il paese ha retto all’impatto della coalizione più ricca e potente del mondo, e da un mosaico di comunità, è nata una Nazione coesa che vuole sopravvivere. Continua a leggere

U.S.A. DAL GENNAIO 2013 A OGGI CI SONO STATE 283 SANGUINOSE SPARATORIE SCOLASTICHE: UNA ALLA SETTIMANA NELLA INDIFFERENZA GENERALE. di Antonio de Martini

Siamo al 24 gennaio del 2018 e le “sparatorie scolastiche” che avvengono nelle scuole anche primarie, sono già undici. Tre a settimana ijnn media; di piu se pensiamo che c’erano le vacanze natalizie ai primi giorni di gennaio.

I dati sono di Continua a leggere

INIZIA LA PIU’ GRANDE CRISI ECONOMICA DAL DILUVIO UNIVERSALE ? CINA ABBASSA IL RATING AGLI USA. COME RISPONDERA TRUMP? di Antonio de Martini

Una notizia che da ieri cerca di farsi strada è che la società cinese di rating  DAGONG GLOBAL CREDIT RATING ha tagliato la valutazione del debito americano da A- a BBB+. Qualcuno, dal 1971 – quando Nixon osò rompere il patto di Bretton Woods che fissava la parità del dollaro con l’oro a 35 dollari l’oncia-  ha finalmente fatto notare che il sistenma di stampare denaro senza copertura alcuna era da considerarsi inaffidabile. Continua a leggere

UNO STATO DI POLIZIA TRIBUTARIA COME IL NOSTRO STIMOLA L’IMMAGINAZIONE EL CONTRIBUENTE

BUON ANNO A TUTTI!

IL CORRIERE DELLA COLLERA

>
>Una coppia si reca un giorno in un consultorio sessuale.
>Senza tanti preamboli l’uomo chiede al medico se può assistere ad un loro
>rapporto.
>Il medico, dopo un attimo di indecisione, accetta.
>Quando la coppia ha terminato la performance, il dottore afferma:
>”Mah! Veramente a me sembra tutto a posto, non vedo niente di strano nel
>vostro modo di fare l’amore!” e chiede 50 euro per il consulto.

View original post 137 altre parole

L’ENIGMA ERDOGAN È TALE SOLO PER CHI IGNORA LA REALTÀ . di Antonio de Martini

Erdogan, le sue interviste vengono cancellate come sei anni fa quelle di Assad. Brutto segno

IL CORRIERE DELLA COLLERA

Intervista video di Antonio de Martini a ” L’Italia è il mondo” di Pino Germinario. È lunga, ma chiarisce molti punti .

View original post

ARABIA SAUDITA , LA GUERRA E LA CATASTROFE UMANITARIA IN YEMEN, L’HEZBOLLAH, L’IRAN E GLI ALTRI DOLORI DEL GIOVANE MOHAMMED E DEL VECCHIO DONALD di Antonio de Martini

La situazione si è ingarbuliata e la vecchia ” Questione d’Oriente” sembra ormai un esercizio per bambini.  In questo video , a seguito di una intervista de ” La Finanza sul web” ho cercato di presentare le interconnessioni fra i problemi dell’area.

Per risolverli, bisogna partire dal conflitto israelo-palestinese da cui scaturiscono tutti gli altri.  Dura 17 minuti. Buona visione.

 

Questo video è uno dei tre rilasciati in questi giorni e va visto assieme agli altri ( vedi ITALIA e il MONDO di Giuseppe Germinario)  per avere un panorama integrale della situazione nel Levante.

AL PROSSIMO PELLEGRINAGGIO ALLA MECCA, CHI SARA’ IL CUSTODE DEI LUOGHI SANTI DELL’ISLAM ? Conversazione in video tra Pino Germinario e Antonio de Martini

La situazione in Arabia Saudita si fa vieppiù interessante. il blog “L’Italia e il mondo” ceede negli approfondimenti e ne ha predisposto uno, interminabile, di un’ora e otto minuti per fare conoscere ogni risvolto e ogni perché agli appassionati del genere. Poiché il nostro blog conta numerosi appassionati del genere, lo riproduco.

http://italiaeilmondo.com/2017/11/18/la-saga-dei-saud_una-conversazione-con-antonio-de-martini/

Via skype – coi pregi e difetti del sistema-  abbiamo avuto una conversazione circostanziata che ho cercato di  alleggerire con qualche battuta. Vi sono alcuni difetti tecnici dovuti alla inesperienza del mezzo che spero perdonerete.

L’unica parte non toccata perché non ancora avvenuta, riguarda la liberazione di Saad Hariri , il premier libanese dal doppio passaporto e doppia fedeltà, che è giunto a Parigi invece di tornare subito in Patria. A lui dedicheremo un lungo post esplicativo che va inteso come complementare a questa ” intervista”.

BUONA DOMENICA !

LA CRISI LIBANESE SARA’ LA TOMBA DELLA DINASTIA SAUDITA? IN OGNI CASO E’ UN ALTRO SCHIAFFO AGLI USA. di Antonio de Martini

Immaginatevi che il Primo ministro Paolo Gentiloni vada in America,  all’arrivo invece del benvenuto di prammatica si veda sequestrato il telefonino, venga catapultato davanti a una telecamera a leggere una lettera di dimissioni e a chi lo contattasse per sapere quando torna in Italia, risponda ” a Dio piacendo” e avrete la fotografia di quel che è accaduto tra Libano e Arabia Saudita in questi giorni.

La motivazione del perché avviene è più complessa e andrebbe spiegata con la psicoanalisi prima che con l’analisi politica. Proviamo a dipanare questa intricata matassa di lana di cammello. Continua a leggere

LA PRIMAVERA ARABA IN ARABIA SAUDITA NON SBOCCERÀ IN QUESTO SECOLO, A MENO CHE…….. di Antonio de Martini

Un ripasso ora che è venuta d’attualità

IL CORRIERE DELLA COLLERA

L’altra domenica, il regno dell’Arabia Saudita ha festeggiato i suoi ottanta anni, felicemente regnante il sovrano Abdallah, di anni ottantanove.
Tutto sta in questi due numeri: un paese giovane e ricco guidato con mano di ferro da una congrega di geronti.
Tradizionalmente in tutte le feste, si usava celebrare alla maniera beduina, con la danza delle sciabole, ma l’usanza è stata proibita specie nelle sedi diplomatiche, nel timore di veder
“decollato “qualche ambasciatore, da un seguace di Ben Laden o uno sciita invelenito.

View original post 512 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: