Archivi del giorno: giugno 6, 2013

IL FONDO MONETARIO AMMETTE DI AVER SBAGLIATO SOTTOVALUTANDO GLI EFFETTI DELLE RESTRIZIONI SUI NOSTRI CONTI. MONTI E VISCO FANNO FINTA DI NULLA. PERCHÈ NON CHIEDERE I DANNI A CHI NON HA CONTROLLATO? A COMINCIARE DA TRICHET, MONTI E VISCO. di Antonio de Martini

SE A QUESTO PRIMO GRAVE ERRORE DI VALUTAZIONE SI AGGIUNGE IL GRAVE ERRORE DI CALCOLO DEI DUE SCIENZIATI DELL’ECONOMIA TROVATO DA DUE STUDENTI E L’ULTIMO ERRORE DI METODO AMMESSO IERI DAL FMI CON AGGIUNTO L’INGANNO FRANCO TEDESCO A CARICO DELLA GRECIA, CAPIAMO IN CHE MANI SIAMO FINITI E CHE FINE FAR FARE AL DUO FASULLO MONTI -FORNERO. LA PASSERANNO LISCIA?
LA SOMMA DEGLI ERRORI HA CAUSATO LA CRISI E I NOSTRI DIRIGENTI NON POSSONO CAVARSELA A BUON MERCATO. ALTRIMENTI LO RIFARANNO.

IL CORRIERE DELLA COLLERA

http://corrieredellacollera.com

Olivier Blanchard, il capo economista del Fondo monetario Internazionale ed il suo collega Daniel Leigh, il 3 gennaio , in un articolo pubblicato sul sito ufficiale della banca, hanno ammesso che i piani di austerità imposti all’Europa ( Grecia, Spagna, Italia ecc) sono stati mal calcolati e, ovvio, calcolati per eccesso.

La riduzione dei deficit pubblici ha provocato una riduzione della crescita molto superiore a quanto previsto dai modelli matematici del FMI.
A pagare le conseguenze di questo errore siamo stati noi , i greci, gli spagnoli, i portoghesi , gli irlandesi, i ciprioti.
A pagare per aver commesso l’errore , o omesso di controllarlo, non verrà chiamato nessuno.

Procediamo con ordine: finora l’algoritmo del FMI prevedeva che per ogni riduzione dell’1% del deficit pubblico , si verificava una contrazione della crescita dell’ordine dello 0,5% .

View original post 466 altre parole

MEDIO ORIENTE: STATO DELL’ARTE DELLA GUERRA DI SIRIA. LE OPZIONI DI OBAMA E I REQUISITI PER LA VITTORIA NON COMBACIANO. di Antonio de Martini

http://corrieredellacollera.com
Le tre condizioni per la vittoria dei ribelli siriani contro Assad sono:
a) unità delle opposizioni
b) disporre di un ” santuario” ( paese vicino in cui rifugiarsi e da dove ricevere rifornimenti).
c) un atteggiamento deciso da parte dell’occidente.

PRIMO: nessuna unità delle opposizioni

Esistono l’opposizione politica interna e quella in esilio, l’opposizione armata interna e quella alle frontiere turca e giordana; l’opposizione laica e quella salafita e quella takfirita, tutte in perenne contrasto tra loro.

Continua a leggere

U.E. E GEOPOLITICA DEL VINO: UN CASO CLASSICO DI MIOPIA POLITICA ECONOMICA E SOCIALE CAUSATO DAL SISTEMA DECISIONALE ADOTTATO. di Antonio de Martini

http://corrieredellacollera.com
I media hanno presentato la vicenda come ” la guerra del vino tra Cina e Francia” .
Si tratta di un perfetto esempio di come gli impiegati europei siano legati a logiche superate, abbiano la vista corta, siano sensibili alle pressioni lobbistiche degli industriali e dei paesi di appartenenza.
Creano problemi con grande rapidità per poi risolverli – quando accade – con esasperante lentezza.
In questo periodo di debolezza economica e di divisione politica interna, i rapporti con la Cina – l’Europa è il fornitore principale – sono essenziali da tenere al bello fisso evitando inciampi: l’interscamcambio UE-Cina è di un miliardo di euro al giorno e può crescere.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: