Archivi del giorno: giugno 14, 2013

ARRIVEDERCI E GRAZIE PER L’ATTENZIONE.

Lo ammetto: dopo oltre due anni, oltre mille post e più di trecentomila visualizzazioni, sono stanco.
Sono anche condizionato a fare e per smettere forse ho bisogno di una scusa.
Ho trovato questa: che senso ha commentare le azioni di un governo e una dirigenza che si disprezza a un uditorio inerte? Nessuna.

Continua a leggere

Il Piano solo e le favole dei golpe del ’60; del ’64 del ’70 e del ’74 . Sesta ed ultima parte

ECCO LA STORIA DEI GOLPE NEL TRENTENNIO PRECEDENTE DELLA STORIA ITALIANA . ADESSO, ANCHE I GOLPE LI FANNO A RATE! PER GLI EPISODI PRECEDENTI RISALIRE COI POST CLIKKANDO SU ” POST PRECEDENTI”. IMPARERETE MOLTE COSE SULLA STORIA DI OGGI.

IL CORRIERE DELLA COLLERA

Sistemato un pò il  fritto misto, passiamo ai vari “boatos” di Golpe su cui si basano  tuttora molte carriere e alcune fortune politiche e editoriali.

Il primo “golpe” fu creato dal segretario di Pacciardi, figlio dell’ammiraglio Girosi, che, invaghitosi di una signora, se ne andò in Costa Azzurra in luna di miele, col ricavato della vendita   di un motoscafo non suo.

Per riparare, pensò bene di andare a raccontare al SIFAR una serie di balle che de Lorenzo meticolosamente registrò  Aveva un apparato inserito in una 1100 /103 Fiat, bianca , a targa civile,  che l’autista innescava  quando il capo gli ordinava di scendere dall’auto per fingere di assicurare la privacy dell’incastrato di turno. Il segnale di accensione era una botta sulla spalla destra .

Il “Girosino” ricevette una cifra apprezzabile per l’epoca e un’assunzione  in Tunisia ” per sottrarlo a vendette”, ma più verosimilmente per fare un favore al padre dello scapestrato.

La confessione, registrata su dischi a…

View original post 2.543 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: