RENZI TERRORIZZA BAN KI MOON CON UNA TELEFONATA SUI NOSTRI MARO’. VITTIME COLLATERALI: LARUSSA, DI PAOLA, TERZI E BONINO. VIVADDIO CI VOLEVA UN TOSCANO. di Antonio de Martini

Questo Matteo Renzi comincia a piacermi, ma temo che le sue telefonate non ce le farà sentire nessuno. I nostri media si intendono principalmente di lenzuola.

Ha chiamato Ban Ki Moon , il segretario generale delle Nazioni Unite e gli ha annunziato formalmente che l’Italia si ritirerà da tutte le commissioni dell’ONU e smetterà di contribuire alle  sue casse  se le nazioni Unite non si faranno parte diligente nella liberazione dei nostri due marò trattenuti in India da ormai due anni.

A parte il piacere che provo nel sapere che anche Maria Rita Parsi  ( quella che dava lezioni di morale cattolica al Papa) potrebbe decadere dall’incarico ginevrino,  abbiamo finalmente qualcuno che mostra di avere gli attributi, almeno col cameriere coreano di Barak Obama.

Nel post che scrissi – mi spiace autocitarmi , non è elegante – dicevo elencando le omissioni del governo Monti: ” Abbiamo stabilito nuove procedure di visti per far capire che non scherziamo? Abbiamo annunziato una fornitura di armi al Pakistan a buon prezzo per innervosire il governo centrale indiano? No.
Abbiamo ottenuto qualcosa da NATO e E.U. oltre a una frasetta della Ashton? No
I nostri mezzi:” ( POST DELL’11 APRILE  2012)

La Bonino e anche, purtroppo,  il Presidente Giorgio Napolitano  ( sulla cui età molti ormai speculano)  pronti a ricorrere all’ONU se una squinzia scollacciata viene trombata dall’ immigrato allupato di turno e ad occupare gli schermi della Tv nostrana , si erano ben guardati dall’intervenire in materia di difesa dei loro soldati se non con geremiadi sdolcinate prive di effetto e di eco.

Adesso, la sorte dei  nostri due marò non sarà più legata alla mancanza di azione e  dignità dell’Italia e sono disposto anche a perdonare per una legge elettorale di merda ( che altro possono produrre quei signori ?) come quella che è stata fatta oggi ed a trascurare il fatto che  la legge finanziaria è  di dieci miliardi mentre il buco delle sole  Risanamento, Tassara e Sorgenia messe assieme è di dodici.

Adesso abbiamo , immagino per poco, un presidente del Consiglio in grado di distinguere tra le tragedie private e quelle collettive. Un bravo anche alla Federica Mogherini che non si è opposta.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • Frank  On marzo 12, 2014 at 5:10 pm

    Ritorna la retorica dell’uomo forte. Colui che risolve le situazioni.

    • antoniochedice  On marzo 12, 2014 at 8:45 pm

      non è un uomo forte: è rapido di lingua e questo già basta per farci respirare tanta è la bile per anni di irrilevanza. Un uomo forte se la sarebbe presa con l’India.

  • ettore  On marzo 12, 2014 at 5:28 pm

    Grande!! come sempre…..

  • luigiza  On marzo 12, 2014 at 5:59 pm

    Spaccheremo le reni all’India.
    Intanto faccio il duro con mr. Nemo alla guida di una struttura che non conta una cippa.
    Scommetto che domani nevicherà. 😉

    • antoniochedice  On marzo 12, 2014 at 8:47 pm

      pillola presa in ritardo? Ti trovo ragionevole… L’ultima volta che a Roma è nevicato in controstagione, hanno costruito la Basilica di S Maria Maggiore.

  • Gianni Bordet  On marzo 12, 2014 at 8:43 pm

    L’India è un grande paese con una temibilissima forza militare con alcune eccellenze come la IAF dove i piloti Indiani nelle simulazioni abbattono aerei della USAF come se fossero piccioni, ci manca solo una dichiarazione di guerra per trasformarci nell’Italistan! Se i politici Indiani sono più efficienti dei nostri ben vengano, avremo prefetti Sich e Brahmini al governo! Faremo il bagno rituale nel Po e lascieremo circolare le mucche di fronte al parlamento ed al quirinale, non abbiamo le scimmie ma poco importa perchè ci saranno ex parlamentari che potranno fieramente interpretarne il ruolo, mi preoccupa tuttavia il pensiero che i soluti furbi pretenderanno di avere conclamate origini indiane per farsi belli agli occhi dei vincitori ed il mercato dei turbanti sich schizzerà alle stelle.
    Dite al parolaio toscano di tornare a Peretola, di parlare meno e di non rompere le palle perchè è così pieno di se da essere capace di inviare un corpo di spedizione in Russia per dare una lezione a Vladimir Vladimirovich Putin, grazie abbiamo già dato!
    Gianni

  • Armando Stavole  On marzo 14, 2014 at 6:39 pm

    Un fatto è certo, lei con quell’accredine corrosiva certamente saprebbe aggiustare le cose che un popolino come il nostro con le sue limitate espresioni ai vertici sa fare. Che farebbe lei non lo ha scritto!

    • antoniochedice  On marzo 15, 2014 at 8:24 am

      Detesto masturbarmi. Mi faccia eleggere e vedrà .

      • armstav  On marzo 16, 2014 at 11:41 am

        Chiedo scusa, non mi riferivo a lei, ma a quanto espresso dal Sig. Gianni Bordet. Non so usare bene il sistema. Lei è stato ed è equilibrato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: