ALBANIA. SALÌ BERISHA CONCEDE “ASILO UMANITARIO” A 210 MUJAHIEDDIN EL KHALK. CHI CI GUADAGNA È PUTIN. di Antonio de Martini.

Il gruppo terrorista creato nel 1963 per combattere lo Shah Reza Palhavi e composto da ex membri della gioventù comunista iraniana cerca casa.
Si tratta dei Mujahiddin el Khalk cancellati dall’elenco delle organizzazioni terroriste (stilato dal dipartimento di stato USA) pochi mesi fa, a seguito di una serie di omicidi commessi in Iran contro gli scienziati nucleari che lavoravano al progetto atomico iraniano.

I membri della gioventù comunista iraniana, unici a resistere in armi al regime degli Ayatollah col quale inizialmente collaborarono, sono i soli a disporre di un efficiente apparato clandestino in Iran operante da ormai trentacinque anni.
Ebbero quasi subito diritto di asilo in Francia dove tuttora siede un ” parlamento in esilio” e organizzandosi in maniera fideista attorno al capo carismatico Massoud Rajavi e a sua moglie.
Di Rajavi non si hanno notizie certe da quasi due anni e il ” Parlamento” di Parigi è gestito dalla moglie. Si dice che si sia infiltrato in Iran da dove opera con mezzi nuovi.
Nel 2000, i MEK dichiararono ufficialmente di rinunziare all’uso della violenza ed iniziarono una azione di lobbying mirante a ottenere la cancellazione dalla lista USA delle organizzazioni terroriste.
È comune convincimento che questa operazione non avrebbe potuto riuscire senza l’aiuto determinante del dipartimento di Stato dato che i MEK si erano resi responsabili dell’assassinio di funzionari americani.

Il MEK , si è organizzato e rafforzato durante gli anni in cui ha combattuto al fianco di Saddam Hussein durante tutta la guerra irakena installandosi in un campo limitare a ridosso della frontiera.

Con l’attacco americano all’Irak, i MEK si sono amalgamati un po’ come fece l’organizzazione Gehlen dopo la guerra mondiale, passando , armi e bagagli , al servizio degli Stati Uniti in funzione antisovietica, con tutto l’apparato di intelligence del gruppo armate est dell’esercito tedesco, in funzione anticomunista.
Loro si sono messi a disposizione degli USA in funzione anti Ajatollah.

Essendo l’Intelligence americana composta essenzialmente di analisti – o aspiranti tali – essi si avvalgono volentieri di altri servizi alleati o di bande armate senza padrone, per le azioni più complesse in zone pericolose o dove l’uso della forza militare dei SEAL da sola non è sufficiente.

Fino ad oggi, il campo in Irak è stato rinominato ” camp Liberty” e mantenuto in funzione dal governo americano in funzione antiajatollah, ma il governo irakeno gli ha comunicato lo sfratto, a seguito del riavvicinamento tra Irak e Iran.

Tremila MEK , armati di tutto punto, hanno finora rifiutato di lasciare il campo e questo crea un problema non indifferente a tutti.
Sali Berisha ha accettato di ospitare 210 di questi combattenti – che potrebbero essere una avanguardia – evidentemente per compiacere il governo USA che si sarà certo impegnato a una congrua contropartita.
Ospitare gruppi armati omogenei sul proprio territorio è una scelta coraggiosa al limite della temerarietà, alla luce dei precedenti di Giordania e Libano coi palestinesi e degli stessi MEK e dei Curdi in Irak.
Potrebbe anche trattarsi di un transito verso la Siria predisposto in caso il negoziato in corso tra USA e Russia non giungesse a buon fine.
Il Chicago Tribune, patria di Obama, sostiene che la moneta di scambio potrebbe essere il Venezuela orfano di Chávez, in una complessa partita a tre a spese della Cina.

La Russia ci guadagnerebbe , oltre alla posizione siriana ( senza Assad) , il forte incremento di forniture petrolifere alla Cina una volta che questa perdesse la fornitura di petrolio venezuelano a prezzo agevolato e gli USA inizierebbero ad emarginare i cinesi dall’America Latina ( prossimo passo la Colombia ) .

Annunci
I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • donato  Il marzo 17, 2013 alle 1:11 am

    Se ho ben compreso Maduro dovrebbe essere sconfitto da Capriles?

    • antoniochedice  Il marzo 17, 2013 alle 3:27 am

      Non e’ un traguardo a breve.

  • donato  Il marzo 20, 2013 alle 12:22 am

    IMHO 3 eventi di questi giorni fanno parte di unico disegno
    1) il balordo tentativo di colpire i depositi russi a Cipro
    2) La nomina del “primo ministro” siriano 25 anni negli USA
    LOL per questi pure Karzai e Allawi sono troppo autonomi.
    3) le forniture franco/britanniche di armi agli insorti.

    • antoniochedice  Il marzo 20, 2013 alle 7:04 am

      Il Parlamento cipriota ha respinto la richiesta della UE, ben consapevole che sarebbe stata la fine di ” Cipro piazza finanziaria” e del sistema bancario in quanto tale ( comunque già disastrato);
      Il “Primo Ministro del governo siriano in esilio” Hotti ha come primo compito, quello di unificare sotto la sua autorità i gruppi dell’opposizione combattente e non. Probabilmente questo obiettivo sarà perseguito mediante la distribuzione delle famose armi franco-inglesi.
      Questo significa che le distribuirà ai più docili e non ai più efficaci tra i combattenti, con la conseguenza che questi lotteranno tra loro per impossessarsene ( come avvenne durante la lotta partigiana in Italia e in Jugoslavia ).
      Quanto alla docilità del primo ministro – che sottrarrà capi combattenti alla guerra per creare i ministri – questa sarà sempre inversamente proporzionale al successo della iniziativa. Appena sicuro del proprio potere, anche Hotti farà come gli altri.
      Insomma: se si tratta di un unico disegno, è un disegno squinternato il cui unico effetto pratico sarà quello di far avere un prestito governativo russo ai ciprioti, oltre alle facilitazioni già trattate sul prestito esistente di 2,5 milioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: