SECONDO IL SITO ISRAELIANO ” DEBKA” IL MINISTRO DELLA DIFESA MOSHE YA’ALON HA MENTITO AL PARLAMENTO SULLA SIRIA E ADESSO LA SITUAZIONE STRATEGICA DI ISRAELE È PEGGIORATA NOTEVOLMENTE. di Antonio de Martini

La capacità di autocritica è a mio avviso l’arma di difesa più potente che esista, sia a livello individuale che di stati.
Esistono persone che cercano ancora di vincere la battaglia di Stalingrado o quella di Canne.
Altri esaminano i propri risultati e comportamenti e ne traggono quotidianamente insegnamenti preziosi per la vita e quando è il caso, per la sopravvivenza.
Gli israeliani sono tra questi.

Il sito israeliano di intelligence in lingua inglese Debka ( il Debka è il tamburello che arabi ed ebrei usano per ritmare le rispettive danze tradizionali) ha dedicato ieri un post alla campagna di Siria in cui stabilisce la verità sulle operazioni in corso, non si perita di prendere in castagna il ministro della Difesa Moshe Ya’Alon che in una riunione ristretta con un panel della Knesset ha mentito, informando i parlamentari che i ribelli dell’ ESL ( esercito siriano libero) mantenevano il controllo di quattro quartieri di Damasco sulla base di un rapporto addomesticato della intelligence.

A quello stesso momento, dice Debka, non solo Damasco era completamente liberata con una
epic victory“, ma dopo lo scontro di Damasco e la conquista di Qusair, Debka valuta che i ribelli siano ridotti a poche sacche di resistenza, privi di capacità di iniziativa tattica e – aggiungo io – demotivati.
Possono sparare qua e la, qualche attentato suicida, ma nessuna speranza di affermazione nemmeno temporanea.

L’analista israeliano afferma che a informazioni di intelligence taroccate, fanno seguito un processi decisionali errati.
L’aver Israele bombardato il deposito di armi nei sobborghi della capitale, lungi dall’essere stato un fattore di indebolimento dell’avversario – ha aggiunto il sito – si è rivelato un fattore decisivo di ” risveglio” e ripresa per il Presidente Siriano.

Inoltre, mentre gli israeliani sorvegliavano l’andrivieni nei pressi dei depositi siriani di gas nervini, le truppe di Hezbollah riuscivano inavvistate a marciare con equipaggiamento anche pesante verso la frontiera israeliana del Golan e sloggiare i ribelli cui i militarii Austriaci dell’ONU avevano ceduto le posizioni senza colpo ferire.
Mentre prima Israele aveva un minaccioso Hezbollah solo sulla frontiera libanese, adesso c’è l’ha anche sulla frontiera siriana del Golan. Bingo!

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • Frank  Il giugno 8, 2013 alle 6:27 pm

    Bingo sarebbe a dire?

    • antoniochedice  Il giugno 8, 2013 alle 8:32 pm

      Il gioco del Bingo è una sorta di lotteria in cui il primo premio è Bingo. Si usa questa espressione per dire che ha fatto il punteggio massimo.

  • Frank  Il giugno 8, 2013 alle 8:53 pm

    Che vantaggio c’e’ a essere o non essere li?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: