Silvio Berlusconi e Pier Luigi Bersani super@ti dagli e-venti, pensano a una riforma presidenziale. di Antonio de Martini

Silvio Berlusconi, ad onta delle apparenze, è ormai superato dagli eventi.
Morirà abbracciato a un televisore. Gli è andata bene un’ultima volta, specie se comparato ai suoi seguaci , ma chi l’ha votato si è reso conto che se avesse votato Grillo avrebbe visto realizzati i suoi sogni di cambiamento in meglio.
Che anche Bersani sia superato dagli eventi è dimostrato dai suoi commenti alle dichiarazioni di Grillo.
Definito ” morto” – sarebbe stato più esatto chiamarlo zombi – ha reagito dicendo che queste cose vuole sentirsele dire in Aula. In Parlamento
Non si è nemmeno reso conto che Grillo non si è candidato alle elezioni o comunque non è capace di adeguare il suo linguaggio alla realtà.

Non ha capito che la prima proposta che verra depositata in Parlamento consisterà nella riduzione degli appannaggi dei parlamentari. La seconda sará la ricusazione dei rimborsi spese elettorali dei partiti.
Dopo che PD e PDL nel segreto dell’urna avranno votato contro, il gradimento del movimento 5 stelle andrà alle stelle e l’ormai unico BB ( Berlusconi e Bersani, banda bassotti, fate voi) sarà cotto.

Ho spesso scritto , snobbato anche dagli amici,che si sarebbe dovuto iniziare a sviluppare un pensiero su ” cosa dopo la democrazia” adesso i partiti dovranno farlo sotto la pressione degli eventi.
Mi dicono che Petruccioli e soci vanno meditando ( alla fondazione Besso) di Repubblica Presidenziale.
Sostengo questa tesi dal 1964 e sono contento che vengano a me ( gli altri sono morti) ma la realtà nel frattempo è cambiata.
Penso che oggi la riforma presidenziale possa essere solo un primo passo, ma certamente non essere più sufficiente a superare la crisi politica, morale ed economica italiana.
Ho il sospetto che abbiano atteso che gli ideatori morissero per rubar loro l’idea.
C’è chi ruba denaro e chi idee.
Ognuno ruba quel che gli manca.
La Democrazia, intesa come un voto ogni cinque anni , non ha più ragione di essere accettata dalla gente.
Oggi internet consente di interpellare il popolo sovrano un paio di volte al giorno senza problemi.
Questa innovazione, ormai ben diffusa, produrrà cittadini, partiti e sindacati selezionati dalla capacità di accesso e utilizzo della tecnologia e condanna a morte il sistema ottocentesco della delega chiacchiere-comizi- elezioni-rappresentantidelpopolo, persino nei paesi in cui ha funzionato bene ( e l’Italia non è tra questi).

Per creare il nuovo ordine politico saranno necessari personaggi capaci di capire entrambi questi mondi per poterli avvicendare e integrare senza traumi.
Non sarà questa, che è la peggiore classe politica d’Europa, a guidarci verso il cambiamento che ci serve.

Un consiglio spassionato ai partiti : sostituite BB al più presto e poi svegliateli con cautela.
Abbiamo letto su wikileaks tutti i giudizi impietosi dei diplomatici USA sui cardinali che ignoravano internet in un’epoca in cui era impossibile farlo.
Mi piacerebbe che qualcuno spulciasse wikileaks a caccia dei giudizi sugli esponenti politici nostrani e i loro rapporti coi media, il loro aggiornamento con la realtà.
Per i giudizi sulla cultura, lasciate stare.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • Eu  On marzo 1, 2013 at 8:09 am

    Sará finalmente realizzata il progetto del grande repubblicano Pacciardi?

    • antoniochedice  On marzo 1, 2013 at 8:18 am

      Caro amico, se Pacciardi fosse ancora vivo , direbbe, come ho detto io, che è troppo poco, troppo tardi.
      Adesso devono cadere le teste.

      • ...  On marzo 1, 2013 at 8:52 am

        BB come bed and breakfast, ovvero mangia e dormi….
        É vero che la rivoluzione internet é già cominciata, almeno dalla scorsa generazione….. Noi arriviamo con 20 anni di ritardo…. Un piccolo consiglio… É interessante una community anonima dal nome 4chan dove si formano le idee politiche più rivoluzionarie… anonime …. Che poi si diffondono nella reta come un virus…il film V per vendetta é illuminante in questo…… Al nostro prossimo meeting ne possiamo parlare! A presto caro Antonio.
        Em

  • urc  On marzo 1, 2013 at 3:12 pm

    Non credete che tutta questa ridda di ipotesi sia un esercizio vano?
    Aspettiamo l’insediamento dei nuovi membri del Senato e della Camera e poi cominciamo a ragionare. Per esempio io vorrei leggere il curriculum di tutti gli attori per capire quanto il capocomico e gli altri possono trasformare i rappresentanti diretti dei cittadini, eletti da questi, senza vincolo di mandato in peones, come è sempre avvenuto, se come tutti dicono siamo entrati in un nuovo sistema.

    • antoniochedice  On marzo 1, 2013 at 3:43 pm

      Attento, gli eletti di Grillo non si sono mai qualificati come ” rappresentanti del popolo” bensì come cittadini in esercizio di democrazia diretta.
      Essi non si presentano come intermediari, ma come controllori dell’operato dei deputati.
      Se non si capisce questo, non si capisce cosa faranno.

  • abrahammoriah  On marzo 1, 2013 at 6:11 pm

    Che fare?

  • Orazio  On marzo 2, 2013 at 12:31 am

    Tutto giusto, ma un momento….
    Per poter decidere, occorre essere informati e purtroppo, ben poche, per non dire mai, lo siamo stati.
    Questo è un punto nodale, di cui non si scappa.
    Troppe volte voci, messe li ad arte, hanno ingannato molta gente.
    Non lo sto dicendo io, è li tutto da vedere.
    Se vogliamo arrivare ad avere quello che chiediamo, occorre che la materia “prima” sia assolutamente giusta e, per coloro che la inquinano, punizioni esemplari.
    Ma anche qui, ci sarebbe da chiedersi se è nato prima l’uovo o la gallina.

  • carlo cadorna  On marzo 2, 2013 at 6:30 am

    Bell’articolo: hai colpito nel segno!

    • antoniochedice  On marzo 2, 2013 at 8:14 am

      In questo post, non ho inteso presentare un programma da realizzare, bensì mi sono sforzato di descrivere quel che mi pare di vedere nel nuovo che si sta presentando ai nostri occhi in questi giorni.
      I media cercano di vedere con gli occhiali di ieri e con gli occhi del padrone di turno.
      Vanno capiti: difendono il loro pane e non saprebbero come altrimenti guadagnarselo.
      I più avvertiti tra i dirigenti iniziano a parlare delle riforme che avrebbero dovuto realizzare quando avevano trenta anni dando ragione postuma a chi perseguitarono per obbedire ai capi e adesso cominciano a pentirsi.

  • Maurizio  On marzo 2, 2013 at 4:51 pm

    Siete malati. Vivete in un mondo tutto vostro. Dovreste spegnere il PC e uscire e respirare aria pura. Fate due passi, parlate con la gente… Siete foglie secche al vento. Non sapete da dove venite, non sapete dove andrete, non sapete chi e cosa é il vento…. mi fate un po’ pena…. Volete interpretare gli eventi ma non siete in grado perchè vi mancano i mezzi. E i commentatori che scrivono “tutto giusto”…. ma cosa? Leggo: “(Bersani) Non ha capito che la prima proposta che verra depositata in Parlamento consisterà nella riduzione degli appannaggi dei parlamentari. La seconda sará la ricusazione dei rimborsi spese elettorali dei partiti.” Ma di cosa raglia l’autore? Pensa che una seduta delle Camere sia una riunione di condominio? La prima cosa da fare in Parlamento sarà l’elezione dei Presidenti delle Camere e la creazione dei gruppi parlamentari. Quindi inizieranno le consultazioni, quindi c’é il voto di fiducia. Prassi, formalismi, regolamenti. Questo iter giá di per se modificherà le cose, in un senso o nell’altro o in un terzo che non é possibile prevedere…. Il tempo che passa é giá di per sè un cambiamento. Non avete idea delle variabili che possono influire sul risultato finale. Per questo sembrate delle fogie secche al vento, in balia del caos. Per finire, trovo interessante la precisazione “gli eletti di Grillo non si sono mai qualificati come ” rappresentanti del popolo” bensì come cittadini in esercizio di democrazia diretta. Essi non si presentano come intermediari, ma come controllori dell’operato dei deputati.” Il che é vero. E proprio perchè vero ció vuol dire semplicemente che qui soggetti, mandati li con evidente dabbenaggine per “cambiare le cose” non sono lí per svolgere un ruolo attivo e protagonista. Sono li per fare i controllori (in base a chissá quali criteri di controllo)… pensano di essere lí per fare le pulci all’amministratore del condominio (scusate se l’analogia ritorna, ma davvero la dimensione dei grillini é quella). Chiedo quindi: quali garanzie di cambiamento in meglio offrono questi personaggi? Non hanno l’organizzazione, non hanno l’educazione, non hanno il background teorico, non hanno la forza economica, non hanno la forza morale, né COMPETENZE SPECIFICHE E ORIGINALI per imporre alcuna forma di cambiamento. Il massimo che potranno fare sarà strepitare, scalpitare e fare ammuina. Guardateli: sono tutti di estrazione piccolo-borghese, hanno in comune il fatto di essere stati esclusi da tutto, il comune denominatore é la rabbia, il desiderio di trovare un colpevole e sbranarlo. Hanno solo un buco nello stomaco e mangeranno qualunque cosa gli verrá gettata, basta che riempia quel buco. Nel frattempo prendono lezioni di economia e di diritto…. da chi secondo voi? Da quelli del medesimo mondo accademico di Mario Monti, Grilli, Severino e Fornero. Alla fine, riempito lo stomaco con brandelli di deputati (useranno il metodo maoista del colpirne uno per educarne cento), saranno li a ripetere come pappagalli teorie economiche euro-compatibili che nemmeno comprendono, staranno li a declamare il ruolo positivo dell’Europa contrapposto alle decadendi istituzioni italiane (mi viene da ridere) mentre nel frattempo voteranno misure tardo-socialiste di espansione della spesa, condendo il tutto con “maggiore equità” (che é il mantra dei maniaci-tassaioli).
    E questi devono produrre il “cambiamento in meglio”? Ma anche no! Davvero non avevate altro da fare domenica scorsa? Per forza dovevate umiliare cosí il vostro diritto di voto?

    • antoniochedice  On marzo 2, 2013 at 5:36 pm

      Meriti una risposta articolata. Il blog lo scrivo la mattina presto e poi vado a spasso felice.
      Non sono come il presidente Ford che non riusciva a fare due cose assieme, come camminare e masticare il chewing-gum.
      Se tu avessi letto qualche altro post di questo blog, avresti visto che sappiamo benissimo che ci saranno una serie di formalità da espletare prima.
      Ma all’inizio dei lavori ci saranno delle novità, forse non nell’ordine da me detto, ma ci saranno ed è impossibile che non siano in meglio.
      Chi ti ha detto che per votare un provvedimento si debbano avere competenze specifiche? Forse che la senatrice Merlin per chiedere l’abolizione delle case di tolleranza ha fatto prima la puttana?
      Coi tuoi criteri il bilancio della Difesa non sarebbe presentabile a una assemblea di scarti di leva come quella della scorsa legislatura.
      Su una cosa hai ragione: la Camera e l’assemblea di condominio non sono la stessa cosa.
      Al condominio i partecipanti decidono di spendere i loro soldi. Alla Camera hanno sempre deciso di spendere i soldi altrui. E si è visto.

      • Maurizio  On marzo 2, 2013 at 7:16 pm

        “Ma all’inizio dei lavori ci saranno delle novità, forse non nell’ordine da me detto, ma ci saranno ed è impossibile che non siano in meglio.” In meglio? Dia la definizione di “meglio” prego! Che vuol dire “in meglio”? E poi, “in meglio” perché ci sono i tuoi grillini? Per quale associazione di pensiero?
        Personalmente ritengo che se la senatrice Merlin avesse fatto la puttana, non avrebbe eliminato le case chiuse, piuttosto avrebbe trovato una soluzione alternativa. Ad ogni modo per votare un provvedimento non ci vogliono competenze specifiche, senza dubbio. Basta anche solo la disciplina di partito o l’obbedienza al capo. Viceversa per cambiare un Paese, il Sistema Paese, ci vogliono competenze specifiche e ORIGINALI. Ci vogliono IDEE (sa quel procedimento di elaborazione della realtà, fondato su dati e fatti concreti, avente il fine di estrapolare nuove soluzioni a problemi esistenti?). E sono proprio queste che latitano in quota M5S. C’é talmente poco che non si riesce nemmeno a esprimere compiutamente una critica perchè mancano i punti di attacco…. non c’é una-proposta-una su cui uno puó dire “ehi, qui c’è un’idea vera, che é valida oggi e lo sarà in futuro”. Niente. Zero. Nichts. Nessuno si aspetta che un grillino abbia le capacità intellettuali per scrivere una cosa tipo il preambolo della Costituzione Americana, ma almeno si pretende che il signor Qualunque non riduca il Parlamento e le Istituzioni Repubblicane ad una sottospecie di riunione condominiale. Temo comunque di parlare al vento anzi alle foglie secche. Uno che scrive topiche di questa natura sicuramente si muove su altri livelli che non sono i miei: “La Democrazia, intesa come un voto ogni cinque anni , non ha più ragione di essere accettata dalla gente. Oggi internet consente di interpellare il popolo sovrano un paio di volte al giorno senza problemi.”
        Scuoto il capo…. In bocca al lupo. Non so dove va a spasso Lei, ma certamente non ci incontreremo. Io cammino coi piedi per terra.
        A proposito, dovrà impegnarsi un po’ di piú nel suo sforzo teorico…. la frase
        “Questa innovazione, ormai ben diffusa, produrrà CITTADINI (!!!!!) partiti e sindacati selezionati dalla capacità di accesso e utilizzo della tecnologia” butta nella pattumiera oltre 100 anni di studi di faccenduole come il Diritto Naturale. Non staró qui a perdere tempo a spiegarle tutto ma credo proprio che non se la caverà con 2 righe. Ad ogni modo basterá essere un programmatore di C per essere passare la selezione? Basta Java? Oppure servono anche competenze specifiche in Cloud Computing? O basta esser un blogger periferico che scrive quello che gli viene in testa quando si alza la mattina prima di andarsene a spasso?

      • antoniochedice  On marzo 2, 2013 at 7:50 pm

        Per essere uno che preferisce le passeggiate ai PC scrivi molto, forse perché vivendo in Germania fa freddino e ti scaldi come puoi. Arrabbiandoti.
        L’assunto su cui mi baso per guardare on interesse al l’esperimento grillino è talmente semplice che puoi capirlo anche tu: posto che i 163 grillini eletti siano tutti incapaci di produzione legislativa, avremmo 163 ladri in meno in Parlamento, il che non è poco.
        Alcune idee , come ad esempio quella di ridurre la RAI a un solo canale culturale senza pubblicità , come in America, mi pare una idea brillante.
        Altri geni incompresi che potranno mostrare cosa valgono sul mercato dell’informazione e dello show business.
        Quella di ridurre lo stipendio dei parlamentari a 2.500 euro mensili e usare la differenza per dare micro credito alle piccole imprese, mi pare una idea compassionevole e solidaristica degna di essere appoggiata.
        La nostra Costituzione non ha bisogno di un preambolo settecentesco, ma di essere applicata nelle parti in cui è stata disattesa per 65 anni, ad esempio regolare l’attività sindacale e obbligarli a presentare i bilanci.
        Dare ai partiti servizi e non denaro è un’altra buona idea.
        In Svizzera interpellano i cittadini via internet senza che crolli il mondo, perché non da noi?
        Sono d’accordo con te sul fatto che stai coi piedi per terra, ti trovi infatti a fare ragionamenti molto terra-terra.
        Buon soggiorno in Germania paese che giustifica il tuo. Anelito a idee originali.

      • Maurizio  On marzo 4, 2013 at 3:42 am

        Yawwn … Ritornano i pauperisti dal medioevo. Ma non vi avevano massacrati tutti? Saranno terra terra i miei ragionamenti, ma meglio che campati in aria. Si fidi, lasci stare il m5s. Si risparmierà la delusione. Almeno quella. 😉 Saluti da sto posto del cazzo. Se vuole fare a cambio, basta che faccia un’offerta.

      • antoniochedice  On marzo 4, 2013 at 5:38 am

        I vari tipi umani è inutile ammazzarli. Ricrescono ad ogni generazione. Si rassegni. Se vuole vivere meglio venda quel che ha in Germania e si trasferisca in Spagna o a Istanbul.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: