CHI FA COSA: RASSEGNA STAMPA A CURA DI GIC (GICECCA).

MADRID, 21. Contributi azzerati per le piccole e medie imprese che assumono part time giovani con meno di trenta ’anni, fino a quando il tasso di disoccupazione non scenda al quindici per cento dall’attuale ventisei per cento. E Iva sospesa per le aziende finché non incassano le fatture emesse. Queste sono alcune delle misure annunciate ieri dal Governo spagnolo per rilanciare la crescita.

BRUXELLES, 21. La Commissione dell’Unione europea ha invitato gli Stati a destinare maggiori risorse al welfare, in modo di allentare le tensioni sociali e diminuire la povertà.
Le conseguenze sociali dell’attuale crisi finanziaria, sottolinea Bruxelles, sono infatti «molto gravi»: e c’è il rischio che la situazione si deteriori ulteriormente. László Andor, commissario per l’Occupazione, gli affari sociali e l’integrazione, ha presentato ieri la comunicazione sugli investimenti sociali finalizzati alla crescita e alla coesione appena adottata dalla Commissione europea, in cui si propongono agli Stati alcuni orientamenti per «perseguire politiche sociali più efficienti ed efficaci in risposta alle problematiche attuali». Vale a dire, gravi difficoltà finanziarie, aumento della povertà e dell’esclusione sociale, oltre alla disoccupazione giovanile. Un altro problema è rappresentato dall’invecchiamento della società e dalla «contrazione della popolazione in età lavorativa», che mette a dura prova la sostenibilità e l’adeguatezza dei sistemi sociali nazionali.

LISBONA, 21. Il Portogallo prevede una recessione del 2 per cento del prodotto interno lordo, contro l’1 per cento precedente e sta esaminando la possibilità di proporre all’Ecofin la proroga di un anno per la correzione del disavanzo. Lo ha riferito il ministro delle Finanze, Vitor Gaspar.

BE R L I N O, 21. Le azioni della compagnia di bandiera tedesca Lufthansa hanno perso ieri il 6,2 per cento alla Borsa di Francoforte, facendo segnare il peggiore risultato tra tutte le società incluse nell’indice Dax.

ROMA, 21. Il consiglio di amministrazione di Fiat ha approvato ieri il bilancio consolidato del gruppo per l’anno 2012, che conferma l’utile della gestione ordinaria di 3.814 milioni di euro e l’utile netto consolidato di 1.411 milioni, già annunciati il 30 gennaio scorso. Il gruppo ha anche pubblicato i risultati delle vendite di gennaio a livello mondiale: nonostante la crisi in Europa, Fiat ha aumentato le consegne globali del 12,7 per cento, arrivando a sfiorare le 330.000 unità, contro le 232.000 dello stesso periodo del 2012. Come lo scorso anno, la crescita del Lingotto è stata trainata dalla Chrysler e dalle consegne in Brasile.

MA L A B O, 21. Un rafforzamento e un’estensione della cooperazione tra America del Sud e Africa sono gli obiettivi del terzo vertice tra i due blocchi, aperto ieri a Sinopo, nei pressi di Malabo, la capitale della Guinea Equatoriale. Alla riunione tra alti funzionari sta seguendo oggi un incontro tra ministri degli Esteri dei Paesi partecipanti. Tra quelli che hanno confermato la loro presenza ci sono Bolivia, Nigeria, Capo Verde, Brasile, Somalia, Burundi, Swaziland, Malawi, Benin, Sud Africa, Sudan e Senegal. I settori principali nei quali si punta a rafforzare la collaborazione sono le infrastrutture, la tecnologia e i trasporti, ma una particolare attenzione il vertice intende riservarla anche alle attività culturali. Al tempo stesso, in margine al vertice è stato organizzato un forum tra imprenditori sudamericani e africani.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: