RISPETTO AL 1991, COME LAVORO E OCCUPAZIONE STIAMO TRE VOLTE PEGGIO.

Il bollettino ISTAT ” Le Regioni in cifre” edito nel 1993 ci fornisce un dato che non può essere considerato dopato: il numero delle ore autorizzate della Cassa Integrazione Guadagni riferita al 1991. L’anno prima della prima crisi finanziaria che costò all’Italia circa sessantamila miliardi in sette giorni spesi da Ciampi nella vana attesa che giungesse il promesso aiuto tedesco per sostenere la lira.
Il totale ore di cassa integrazione in Italia è stato 387.536 ore di cui 131.285 per il settore
” Meccaniche e mezzi di trasporto”
La parte del leone la faceva il centro nord con 238.008 ore totali di cui 88.574 per il citato comparto.
Sui giornali leggo che le ore erogate quest’anno sono un miliardo. Non è un dato ISTAT, ma anche se fossero mezzo miliardo, sarebbero cifre traumatiche.

C’è altro da aggiungere?

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • gicecca  Il gennaio 17, 2013 alle 5:39 PM

    Forse che la cosiddetta e malfamata Prima Repubblica non era poi tanto male. Se come si disse ci aveva messo in mutande poi ci hanno tolto anche la pelle. GiC

    • antoniochedice  Il gennaio 17, 2013 alle 5:54 PM

      Hanno lasciato le ossa! Ma a pochi la spina dorsale.

  • gicecca  Il gennaio 17, 2013 alle 7:35 PM

    Che vuoi dire ? che chi si astiene ce l’ha e chi vota non ce l’ha (la spina dorsale sta nei pesci; gli uomini hanno la colonna vertebrale) ? Alcuni, tanti, sono morti perché noi potessimo votare e scegliere con consapevolezza: Conoscere per deliberare, secondo l’antico ma non vecchio Einaudi. Io voto e scelgo. Mi ritengo capace di discernimento. GiC

    • antoniochedice  Il gennaio 17, 2013 alle 7:39 PM

      Ti è venuta la fissa. Segno che dubiti della tua scelta. Ti ripeti, ma non mi sembra che tu adduca nuovi – o vecchi – argomenti.
      Ne fai dunque un fatto di fede.

  • abrahammoriah  Il gennaio 17, 2013 alle 7:59 PM

    17 gennaio 2013

    Spese di Cassa Integrazione per “meccaniche e mezzi di trasporto” significa FIAT, la quale, pur avendo palesemente scelto di scindere le sue sorti da quelle dell’Italia, le viene permesso di fare quello che le pare. La prospettiva di poter scegliere fra il miglior cameriere – rosso, nero, bianco o multicolore che sia – di queste oligarchie politico-finanziarie è vuota di un qualsiasi senso politico e democratico ( a meno che per democrazia non si intenda la possibilità di scegliere con voto segreto chi potrà meglio prenderci per i fondelli), se non fosse per la speranza che un tenore della vita pubblica così basso ed asservito possa alla fine produrre una salutare reazione…

    Massimo Morigi

  • gicecca  Il gennaio 18, 2013 alle 8:59 am

    Scusa, ma votare non e un atto di fede. Votare e scegliere tra due o piu possibilita, il che ovviamente implica il dubbio. Ma dal dubbio a non votare ce ne corre. Una “salutare reazione” come dice Motigi, può forse scaturire da un voto , ma certo non da una massa amorfa eds estremamente variegata nelle motivazioni di non votanti. Che poi mi ripeta e ovvio, se la domanda é sempre la stessa la mia risposta é sempre la stessa. GiC

    • antoniochedice  Il gennaio 18, 2013 alle 10:01 am

      Vedi che ti sei fissato? Il post non parlava di elezioni e non poneva domande. Alla tua affermazione che si sono portati via la pelle ho risposto dicendo che son rimaste solo le ossa e non sempre la spina dorsale. Ti ringrazio per la lezione di anatomia, ma devi riconoscere che sulla scelta elettorale hai una fissazione, forse perche’ pur professandoti cattolico, eviti il precetto morale ” nel dubbio, astienti”.

  • antonio zerbi  Il gennaio 18, 2013 alle 11:40 PM

    Il Godot delle elezioni politiche italiane. Anche questa volta ho atteso con speranza la presentazione di una lista di cui avevo letto anni addietro, non ricordo piu’ dove. Una lista il cui nome, posizionato per ultimo nella scheda elettorale, sia: NESSUNO DEI SOPRA ELENCATI..

    • antoniochedice  Il gennaio 19, 2013 alle 12:26 am

      Idea suggestiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: