Archivi del giorno: gennaio 11, 2013

IL PRINCIPE REGNANTE DI MONACO IN VISITA A ROMA

Alberto di Monaco passerà questo prossimo fine settimana a Roma in visita privata.
Si tratta in qualche modo di un omaggio Continua a leggere

GIAPPONE:IL NUOVO PREMIER SHINZO ABE STANZIA 175 MILIARDI DI EURO PER IL RILANCIO ECONOMICO E SI APPRESTA A SVALUTARE LO YEN PER SOSTENERE L’EXPORT. di Antonio de Martini

Il Premier Shinzo Abe, defenestrato e riemerso grazie alla vittoria elettorale, ha presentato il piano di rilancio economico del Giappone adottando la prassi anglosassone del ” Quantitative easing” ossia di inondare di denaro le industrie per creare posti di lavoro per rilanciare i consumi. Continua a leggere

SANTORO-TRAVAGLIO- BERLUSCONI: PROVE GENERALI PER COALIZIONE ANTIPROF. di Antonio de Martini

Un Berlusconi in grande spolvero si conferma tra i massimi interpreti della commedia all’italiana come Vittorio Gassman e Alberto Sordi.
La scena della “pulitura col fazzolettone” della sedia su cui sedeva Marco Travaglio, sembra presa dal Film ” Totò e Cleopatra”.

Le tesi economiche che Berlusconi ha illustrato sono corrette ( è di oggi la notizia che il Giappone rilancerà l’economia alla sua maniera) ma ammettiamolo, dovrebbe scambiarsi il posto con Buonaiuti, il suo portavoce.
Il cavaliere è molto portato alla polemica di tipo cabarettistico e questo lo rende purtroppo inadatto alla carica di premier; un pò come avvenne per Claudio Nerone cui ancor oggi si rimproverano le performance canore e si dimenticano i meriti.
Berlusconi manca della credibilità necessaria nel Nord Europa per impersonare un capo di governo anche se ha le idee chiare e praticabili sul da farsi in campo economico.
Immagino che una cena con lui sarebbe uno spasso anche senza i siparietti delle veline.

Continua a leggere

BCE: FINALMENTE STAMPA MONETA, MA CON IPOCRITA ESPEDIENTE PERCHÈ IL 20 LA MERKEL HA LE ELEZIONI. di Antonio de Martini

Dopo la moneta di platino da tre miliardi di dollari coniata dagli Stati Uniti , dove il problema è che hanno troppa esigenza di stampa e non riescono a star dietro alla produzione, abbiamo la BCE che non potendo ritardare ancora il “quantitative easing” ( aumento delle banconote in circolazione per contrastare la deflazione) senza correre il rischio di doverne poi rispondere, ha iniziato a stampare nuove banconote. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: