I FRATELLI MUSSULMANI, BREVE STORIA. SONO SEMPRE STATI USATI DAL POTERE E SBARCATI AL MOMENTO OPPORTUNO. ( REBLOG del 7 febbraio 2011 e del 20 Giugno 2013, a generale richiesta).

Molti sanno ormai che l’organizzazione dei Fratelli Mussulmani è nata nel 1928 su iniziativa di Hassan El Banna, un giovane di Alessandria d’Egitto allevato nella Dar el Alam ( casa della scienza) del Cairo, dove si istruivano gli insegnati “modernisti”.

Il parallelo più calzante potrebbe essere compararli al clero dei paesi cattolici o alla massoneria dei paesi anglosassoni: ufficialmente niente politica e sostegno alle istituzioni. Nei fatti, una ambiguità opportunista.

L’organizzazione crebbe immediatamente anche perché inizialmente finanziata con larghezza dalla compagnia del canale ( Banna era stato assegnato a Ismailia e ottenne 500 sterline per costruire una moschea. Lo ammise e poi negò) , da re Farouk e incoraggiata anche dagli inglesi che vedono la religione come è a casa loro: tradizionale puntello del trono.

Gli inglesi lo hanno fatto anche col partito dei Mullah in Iran fino a che la situazione non gli è sfugita di mano. Idem per Israele che autorizzarono lo sceicco Yassine a creare Hamas come succursale palestinese dei Fratelli mussulmani , in un’ottica di “divide et impera” con Al Fatah).

La nascita del partito WAFD, laico e nazionalista, pose le basi per la rivalità e la crescita dei fratelli mussulmani :4 sezioni nel 1929, 300 dieci anni dopo e 2000 nel 1948 asserendo di avere oltre un milione di aderenti.

La fratellanza mussulmana ha un giuramento e una cerimonia di adesione ed è diretta da una Guida carismatica che governa con un ufficio politico scelto da lui e confermato da una consulta di circa 150 membri, incluso un rappresentante per ogni paese dove la confraternita è presente.

E’ noto che – all’interno della fratellanza – esiste una organizzazione creata per svolgere azioni violente e clandestine. Insomma la organizzazione ambigua e infiltrata dalle autorità di polizia che vengono represse con la forza o rese legali a seconda della convenienza del potere.
.
La prima fase della vita dell’organizzazione è felice, tra crescita degli iscritti e collaborazione con Trono e Inglesi. Ben presto la situazione palestinese e quella dello stesso Egitto creeranno i primi disordini : Le manifestazioni del febbraio ’46 e quelle del novembre 48 ( di solito culminavano con l’incendio dell’Hotel Shephard simbolo coloniale per eccellenza) e la prima guerra di Palestina del ’48 cui partecipò un loro reparto autonomo. All’ordine di integrarsi nell’esercito, El Banna accettò. Molti non obbedirono, e la Guida iniziò a perdere il controllo della fratellanza, il che condusse al decreto di interdizione del dicembre ’48 .

Il primo ministro autore del decreto, Nokhraci Pascià, viene assassinato qualche giorno dopo e il 12 febbraio 1949 è la volta di El Banna assassinato , pare , dalla polizia.

Ritroviamo i fratelli mussulmani quali fiancheggiatori della rivolta di luglio degli ufficiali nasseriani nel 1952 , vengono però nel 1954 sciolti perché assimilati a un partito politico e per le critiche alle mire totalitarie di Nasser cui si opponevano. Nasser li accusò, dilegio supremo tra gli arabi, anche di pratiche omosessuali.

L’immancabile attentato al tiranno, questa volta fallito, porta a una formidabile repressione che dura fino al 1970 anno della morte del Rais. la guida di Sayyed Qoth ( proveniente dalla stessa Dar el Alam ,la scuola “modernista” per insegnanti) che accusato, per una volta falsamente, di complotto viene liquidato nel 1966.

L’arrivo da Saadat al potere consente una certa tolleranza in cui la fratellanza cresce rendendosi utile al potere contro la sinistra e i nasseriani irriducibili, ma la situazione dell’Egitto è cambiata: la fratellanza trova la forte concorrenza degli islamisti violenti nati nel frattempo a causa delle repressioni. Omar Talmassani, guida dal 1973 non riesce a riprendere il ruolo egemonico che la fratellanza aveva avuto nei primi decenni.

In questa situazione l’organizzazione si sviluppa seguiendo una linea che possiamo definire corporativa egeminizzando le organizzazioni professionali ( medici, avvocati ecc.), sfruttando lo snobismo degli egiziani nei confronti delle organizzazioni sindacali in genere.

Nel 1987 i fratelli si presentano alle elezioni con la sigla marxista di partito socialista del lavoro, eleggendo una ventina di deputati. La persecuzione giustifica ogni sotterfugio.

Nel quadro della lotta alle organizzazioni estremiste islamiche – siamo negli anni ’90 – Mubarak li estromette dalla quasi legalità in cui operavano e li bandisce nuovamente.

Al Jawahyri, il braccio destro di Ben Laden proviene da una frazione di una scissione della Fratellanza e questo solo dato fornisce la misura dell’ambiguità e del frazionismo in cui agisce l’organizzazione.

Dal 1996 la Guida del movimento è lo Sceicco Mustafa Mashur . E’ anche abortito il tentativo di costituire in Egitto un partito WASAT ( il centro) assieme ai copti e dal 1994 la repressione li ha privati del controllo delle associazioni professionali.

Nel mondo arabo , la fratellanza è vicina al potere in alcuni paesi ( Palestina ( hamas), Giordania, Sudan e Yemen) In Siria e nel Kowait stanno riavvicinandosi al potere dopo anni di contestazione anche violenta. Il presidente Assad senior, fu costretto per reprimere una ribellioni a radere al suolo la città di Hama, facendo oltre 12.000 morti. Gli USA, pur disponendo delle foto satellitari del massacro, non le hanno mai pubblicate.

Nel Maghreb ha legami con organizzazioni religiose varie, ma non è presente direttamente. Non ha mai tentato di essere presente in Arabia Saudita, dalla quale riceve certamente sovvenzioni e dove è impossibile predicare un islam più ortodosso di quello wahabita. Esistono numerose dichiarazioni di El Banna a favore del re-fondatore dell’Arabia moderna ABD EL AZIZ , padre degli ultimi cinque o sei re sauditi.

Insomma i fratelli mussulmani sono presenti in tutte le aree in cui era presente il potere ( e l’intelligence) britannico e assenti dove c’erano i francesi. Nelle guerre del golfo, non sono stati capaci di una posizione unitaria.

Più chiaro di così….

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: