Mi tolgo due sassolini dalla scarpa. Uno di politica estera e uno di politica interna. di Antonio de Martini

Il primo sassolino é di politica estera: molti amici mi hanno dato del comunista e un servo sciocco dell’ambasciata USA mi ha anche abbordato per strada per suggerirmi di non parlare male del grande fratello…..

Il giornalista Alfredo Macchi ha scritto un libro ” Rivoluzioni SpA” col sottotitolo ” Chi si nasconde dietro le primavere arabe” ( Alpine studio Editore) in cui mi ha praticamente messo in bella copia, con tanto di aggiunta di documenti ufficiali che dimostrerebbero chi c’é che dietro ciascuna delle operazioni delle primavere arabe.
Interessante anche il fatto che ha fatto la stessa analisi del sottoscritto sui moventi e le conseguenze: far fuori tutti gli ex amici dell’URSS per evitare che lo diventino della Cina e fa anche , dell’appoggio ai fratelli mussulmani quasi ovunque, il parallelo con la sciocchezza fatta di armare Ben Laden a suo tempo.
Come Dire, la mamma degli americani é sempre incinta.
Leggetevi una gustosa anteprima su Dagospia di oggi.

Il secondo sassolino é di politica interna: dopo anni di ” Pacciardi, chi era costui?” ecco che dopo che lo scorso Aprile la Presidenza della Camera dei deputati ritenne di convocare nella Sala della Lupa a Monte Citorio un convegno sulla figura del leader repubblicano estromesso dalla guida del PRI dalle mene congiunte del SIFAR e di Amintore Fanfani , appoggiati dagli Americani, sembra che la damnatio memoriae sia caduta.
Dopo il libro di Renato Traquandi , studioso aretino, che ha raccolto tutti gli scritti – persino quelli giovanili- del prolificissimo combattente di penna e di spada, ecco giungere in libreria ” Randolfo Pacciardi profilo politico dell’ultimo mazziniano” che in duecento pagine piene di informazioni scrupolosamente verificate fa uscire dalla polvere degli archivi le avventure di un eroico bersagliere, ragazzo del 99 ( due medaglie d’argento al Valor militare e una croix de guerre francese e una ,military cross britannica nel primo conflitto mondiale), il ribelle che comanda il battaglione Garibaldi in Spagna, il patriota che nel 1944 assieme a Toscanini, Fermi, Viterbo e pochi altri, rinfacciò agli USA le promesse non mantenute circa il ristabilimento della democrazia in Italia . La ricostruzione delle Forze Armate con De Gasperi, la ripulsa contro la falsa democrazia della Prima Repubblica.
E’ edito da Rubattino. E’ rigoroso come un libro scientifico e appassionante come un libro di avventure. E la riscoperta di Pacciardi non finisce qui. Promesso.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • Kautostar Smith  Il marzo 26, 2012 alle 9:51 pm

    Scusa se vado fuori tema, ma volevo chiederti, per quale motivo hai cancellati alcuni miei commenti? Ovviamente sei libero di censurare come ti pare e piace sul tuo blog personale, ma visto che non avevo insultato nessuno, e avevo solo posto una critica, non capisco il motivo

  • Roberto  Il marzo 27, 2012 alle 10:07 am

    Mi sa che con Nucara si va poco lontano. Per tornare alla politica di Pacciardi ci vuole un taglio netto con questa classe dirigente di vecchi arnesi dediti solo all’interesse personale. Se Monti non cade prime delle lezioni abbiamo qualche flebile speranza. Altrimenti sarà il caos.

  • antiglobb  Il marzo 28, 2012 alle 7:30 am

    Oggi la più grande offesa è dare del “neoliberista” a qualcuno. Bisogna smetterla con questi complessi di inferiorità che consentono agli imecilli di sentirsi dei superuomini. Hanno distrutto il pianeta, buttato sul lastrico milioni di persone, sottratto immense ricchezze all’umanità, ammazzato centinaia di migliaia di persone per rapinarli del petrolio e danno del “comunista” a chi non sta al loro gioco.
    Il comunismo ha fatto i suoi errori, ma era un sistema economico razionale. Il neoliberismo è un’accozzaglia di avidi capaci solo di rubare e dire menzogne.
    Io sono sempre stato comunista e, come milioni di altre persone, sono orgoglioso di esserlo. I neoliberisti mi fanno letteralmente schifo.

    • antoniochedice  Il marzo 28, 2012 alle 7:40 am

      Posso capire lo sfogo ma nOn vedo il nesso con l’argomento del post e quello del Blog. Personalmente ritengo che il comunismo fosse logico, ma non razionale. E sempre personalmente aborro tutti gli “ismi” perche’ indicano la presenza di un eccesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: