ISRAELE: DETERIORATI I RAPPORTI CON GLI STATI UNITI CHE DECLASSIFICANO I SEGRETI NUCLEARI E ” BRUCIANO” l’AGENTE DEL MOSSAD CHE APPOGGIA L’ISIS SUL WEB.  di Antonio de Martini

il link sottostante rivela i segreti nucleari di Israele e rivela che hanno anche la bomba all’Idrogeno. La declassificazione è recente e la notizia arcinota, ma adesso ci sono le prove e Israele potrebbe essere tenuta per responsabile di una corsa al riarmo nucleare in tutto il Medio Oriente.

http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/193175#.VRRdzuEurmg

Gia questa novità potrebbe essere sufficiente a valutare al piovoso il clima politico tra Stati Uniti e Israele, ma andando a ripescare un vecchio articolo di ” Libero” – in genere evito la stampa italiana partigiana e disinformante – si scopre che la signora RITA KATZ è stata esposta al pubblico .

La signora ha avuto un trattamento di riguardo da parte del giornale al punto che il giornalista ha evitato di firmare il pezzo con nome e cognome

Circa il trattamento ricevuto dalla signora Katz ( nell’articolo apprendiamo che è lei che diffonde i comunicati ISIS che altrimenti nessuno leggerebbe. E’ lei che ha minacciato l’Italia e fatto dire a questi inesistenti figuri che vogliono marciare su Roma).fornirò solo un paio di dettagli.
Il giornalista anonimo che la pubblicizza in maniera semi encomiastica con dubbio finale, scrive che è come il cacciatore di nazisti Simon Wiesental.
Nulla di più falso: avete mai letto un brano del ” Mein Kampf di Hitler sul testi di Wiesental?  No.  La signora Katz pubblica unicamente testi  – presumibilmente forniti dal Mossad ( è lo stesso giornalista ad ammetterlo a mezza bocca)  – dei Jihadisti dell’ISIS. Mai un comunicato  di Al Nusra, tanto per fare un nome o del povero Morsi, l’ex presidente egiziano. Non ha mai denunziato un jihadista, ne deprecato una dichiarazione.
La seconda panzana la racconta la signora in prima persona come captatio benevolentiae verso il lettore che non si sia commosso fino alle lacrime all’idea della identificazione con Wiesental: poverina , è nata in Irak – ebrea naturalmente – e il suo papà è stato impiccato nel 1968 dal truce Saddam Hussein, nome questo, conosciuto anche dai più giovani.
Peccato che Saddam Hussein sia salito al potere dieci anni dopo ( basta vedere wikipedia) dove si scopre che attorno a quella data Saddam il terribile si occupava di nazionalizzazione della industria petrolifera irachena , compito che ha terminato nel 1972 ( sempre wikipedia).
Questa biografia ammette che la signora è una sionista fervente e che ha ” fatto il servizio militare nell’IDF( Israeli Defense Force), si perché dopo l’impiccagione del papà la signora è riparata in una città – non dice israeliana – assieme alla famiglia e li è vissuta forse con la pensione che gli mandavano gli iracheni.
Disinformazione pura e semplice come tutto il testo di questo giornale ineffabile che attacca coragiosamente personaggi italiani inoffensivi che disturbano l’editore, ma si prostra di fronte a questa persona che crea disinformazione antitaliana a tutta birra.
Leggetevi il link perché come disinformazione professionale è un pezzo di bravura con un filino di disprezzo nei confronti del lettore di Libero  di cui ritiene quasi nulle le capacità critiche, le conoscenze geografiche e quelle storiche.
Alla prossima lite tra i due capi  ne sapremo altre ( come avvenne un paio di anni fa con la pubblicazione dei verbali della riunione USA-Israele in cui si decise la strage di Sabra e Chatila e che – unico –  ho pubblicato)  e ci sarà ancora qualche anonimo che darà un colpo alla botte di Obama e al cerchio di Netanyahu.

 
Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: