Archivi del giorno: ottobre 17, 2013

A PROPOSITO DI GUERRA IRAN-IRAK. LA CIA SAPEVA DELL’USO DEI GAS CONTRO GLI IRANIANI E APPROVAVA. di Antonio de Martini

Ecco un documento che dimostra il coinvolgimento della CIA nell’uso di agenti chimici durante la guerra Iran-Irak. Si tratta di un documento rintracciabile nei national Archives in quanto ormai desegretato.

Ricordatevene la prossima volta che vi chiedono di indignarvi contro un belligerante. La guerra non è mai tra un innocente e un cattivo, ma sempre tra due ( o più cattivi).
Per questo l’Italia deve promuovere la neutralità armata del Mediterraneo.

Annunci

Syria next step is a step down in the escalation by Antonio de Martini

LO SCORSO DICEMBRE PREVEDEVO CHE AVREBBERO DOVUTO ” PENSARE L’IMPENSABILE” ovvero un compromesso coi rispettivi nemici. Ora ci siamo. Dopo quanti altri morti?

IL CORRIERE DELLA COLLERA

I receive on a daily basis information from important gentlemen funded by not less important foundations of what is happening at the turkish or Jordan border.
I volunteer to enter In Syria and report some facts and findings I already checked during my trips, thanks to the opportunity to speak with people without interpreters.

1) the minority cartel that is ruling Syria is approximately 30% of the population ( Alawis, Shia , turkomans, Christians of different faiths and minor sects). The remaining 70% of Sunnis is divided between the regime followers ( 50%) and those in favour some sort of change ( 20%).
This 20% minority is divided among ” western democrats” (5%?) and Muslim loyal to Sunni Imams ( 10% probably, most of them flying the war in Jordan, Lebanon ) and a 5% funded by Saudi Arabia showing a salafist, ( rigid and medieval) religiosity.
Roughly, this mosaic…

View original post 257 altre parole

I RAPPORTI IRAN-USA COME METAFORA DEI RAPPORTI TRA USA E IL MONDO. di Antonio de Martini


http://corrieredellacollera.com
Qualche mese fa, gli Stati Uniti hanno desegretato una vecchia storia, ammettendo di essere stati all’origine del colpo di stato in Iran contro il governo Mossedeq nel 1953.

In quella occasione, l’Italia violò il blocco navale che impediva all’Iran di vendere il proprio petrolio nazionalizzato con la nave ” Mirella”, successivamente Mattei ruppe il cartello petrolifero che fissava nel 50-50 la percentuale di ripartizione coi paesi produttori portandola a 75-25 e ancora l’ambasciatore italiano ( Giardini mi pare ?) cercò di organizzare il matrimonio dello Scia Reza Palhavi con Maria Gabriella di Savoia.

Lo Scia, in attesa degli esiti del golpe, venne a soggiornare a Roma. Insomma, eravamo presenti con una serie di iniziative che ho ricordato qui in ordine non cronologico né esaustivo.

Questa vecchia storia si presta ad alcune notazioni che interessano il presente.

Gli Americani hanno creato fin dall’inizio della loro esistenza uno stato a mentalità protestante che, come noto, non dispone del lavacro della confessione.

Hanno una tecnica differente: per ogni grave ” peccato” esiste un luogo – e solo quello – dove è possibile commetterlo, in maniera da lasciar “puri” gli altri luoghi.
Il gioco d’azzardo ha Las Vegas, la prostituzione Reno, durante il proibizionismo c’era Chicago e così via.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: