I paesi del Levante: scegliere se farsi bastonare dal poliziotto cattivo o da quello buono. di Antonio de Martini

 Gli avvenimenti di questo periodo, mi ricordano l’avventura umana di Guglielmo di Ockam. Chierico, diventato  fiero anticlericale e difensore della laicità di Venezia, , venne pugnalato e ucciso  da” ignoti” nel padovano. Mentre spirava, sibilò: ” agnosco stilum Romanae Ecclesiae” dove stilum ha il doppio significato di stile e di pugnale. Mirabilie del Latino.

 Ci vorrebbe la  lingua di Guglielmo per identificare il doppio stile: l’  inglese  e quello americano che marciano separati, ma colpiscono uniti. La povertà lessicale dei giorni nostri si limita all’aforisma del “poliziotto buono e poliziotto cattivo.

“Ci dicono che la foto di Ben Laden morto non ce la fanno vedere perché è troppo brutta e la foto del funerale sulla portaerei  USS Vinson  ( quella intervenuta ad Haiti in soccorso dei terremotati) non ce la fanno vedere perché troppo bella.  La situazione politica  del Nord Africa e del Vicino Oriente,  sta calandosi nel futuro  come una colata di piombo nella forma, ma il fumo è ancora troppo denso e i fabbri non si distinguono bene.

I processi elettorali sono in corso a Giugno:  Egitto e Turchia;  a luglio la Tunisia ( ma il primo ministro ha già detto che  l’appuntamento con le urne viene rimandato per ragioni “tecniche” e parte un’ondata di arresti) .  Il movimento politico che sembra emergere vincitore un pò dappertutto è quello dei Fratelli Mussulmani di cui abbiamo dato conto in un post  che ognuno potrà cercarsi sul blog.

 Di  Al Jawahiri – già dei fratelli mussulmani – nessuno parla più, mentre si segnala che c’è un mussulmano  americano in Yemen che sta facendo carriera grazie ad un missile intelligente ( questo si) che non l’ha colpito.

Un secondo  post a cui dare un’ occhiata è quello in cui parlavo di “quanti tipi di arabi “. La scelta degli occidentali è stata – ancora una volta – a favore  dei   ” modernisti”. Il poliziotto cattivo.

 In questa strategia  dei “modernisti”hanno già  fallito gli inglesi negli anni 30/40 ( si ritrovarono pieni di ammiratori del 3° reich) e falliranno gli americani nell’allevare questa nuova nidiata. Il grosso degli arabi  ha come unico riferimento l’islam e la sua modernizzazione o conservazione. Gli altri piazzaioli   hanno imparato a usare Internet, non per amore della democrazia, ma piuttosto  per interesse verso il porno.

Migliore la strategia degli inglesi è sempre consistita nel finanziare il clero locale e  nello  speculare sulle divisioni interne  dei paesi target e,  dove non ci sono, a crearle. Il poliziotto buono.

In Asia, la sempre coltivata  rivalità India -Pakistan  ha dato i suoi frutti  con l’operazione Ben Laden ( vedi post ” Gli USA vinceranno in Pakistan e i Talebani in Afganistan”) . Molto  presto la rivalità India – Cina potrebbe dare altre sorprese con scontri sul tetto del mondo –  come avvenne a più riprese a metà anni sessanta –  con scambi di artiglierie per il possesso di un ghiacciaio.

Altre rivalità sono in gestazione tra iracheni e curdi; tra  sunniti e sciiti in Irak, tra copti e mussulmani in Egitto, Tra senussi e tripolini in Libia. Tutti territori in cui ha dominato l’Inghilterra per molti anni, impiantando un servizio di intelligence che si tramanda l’impiego di padre in figlio.

Meno riuscito è il tentativo di creare una separazione tra Siriani e Drusi.  Era una zona di influenza francese. Sta riuscendo meglio il tentativo di separare – sempre in Siria –  gli Alaouiti dai Sunniti, grazie all’aiuto determinante dei fratelli mussulmani  entità creata durante il mandato britannico in Egitto ( vedi post sui fratelli musulmani) e da loro finanziata fin dagli inizi.

Un primo  tentativo  dei fratelli mussulmani ,  a sfondo religioso, fu  finanziato nel 1979-82 da re Hussein di Giordania e finì  soffocato nel sangue ( 1982) con la distruzione  della città di Hama e quasi  dodicimila morti che gli USA fotografarono dai satelliti .  Le foto non furono date  alla stampa per un fallito negoziato con la AFP ( agence france presse) di Beirut. Gli USA volevano dettare le didascalie.

Re Hussein di Giordania, “pizzicato ” , rilascò una dichiarazione solenne spiegando  che la sua buona fede era stata sorpresa  da alcuni che  ” sotto l’usbergo della nostra santa religione”  avevano ricevuto dei fondi per il culto, ma che in realtà avevano usato i fondi per  fare politica  e minare le istituzioni di un paese fratello.

 Nel nostro paese la dichiarazione di Hussein fu trasmessa per intero dalla sola Agenzia Italia . Nessuno scrisse della strage di Hama.  Adesso  strillano tutti senza sapere se i franchi tiratori siano delle forze di sicurezza o dei rivoltosi.  Ma se a sprare fossero le truppe, o solo loro, che bisogno avrebbero di carri armati?

Si era  sperato che Bashar el Assad avrebbe potuto approfittare delle pressioni  per innovare il paese, ma queste sono state troppo esterne e troppo forti.  Qualcuno,  deposte le armi a Deraa e le ha impugnate a Hama, costringendo il regime alla reazione violenta. Questo ritarderà le riforme di un decennio, mentre la Turchia di Erdoghan si preoccupa per l’arrivo dei profughi sugli 800 Km di frontiera che ha in comune con Damasco e si prepara alle elezioni del 12 giugno che vincerà di certo contro l’inerme capo  progressista Kemaliano Kemal Kilicdaroglu ( Erdoghan  ha distribuito migliaia di lavatrici ed altri elettrodomestici nelle campagne) . Kilicdaroglu vuol dire “figlio dello spadaccino” ma il duello è troppo impari.

 Comunque Erdoghan  non avrà risolto nessuno dei problemi  sul tappeto del grande gioco. Il commercio turco  con il nord Africa nel decennio è più che triplicato,  ma adesso anche lui non sa cosa deve attendersi.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • raymond issa  On maggio 9, 2011 at 5:20 pm

    J’ai bien peur que tes analyses sont comme la voix dans le désert. L’Europe est intéressée seulement à ce qui peut arriver demain et n’a aucune vue lointaine. Il suffit d’écouter les débats politiques à la TV. Aucun programme ne parle de politique étrangère.

    • antoniochedice  On maggio 9, 2011 at 5:27 pm

      Oui, mais tous sont etrangers à la politique…

  • giannicaroli  On maggio 9, 2011 at 11:59 pm

    Je crois, bien au contraire, qu’ elles sont largement partageables, notamment sous le profil de la Sainte Alliance ‘réac’ entre le Frères Musulmans e l’ Angleterre, comme ça a été à l’ epoque de Nasser le rèvolutionnaire, d’ après Neguib…Quand les Frères, soutenus par les séoudiens, ont fait obstacle à la modernisation de l’ Egypte et a son indépendence économique, culturelle et politique vis à vis de l’ ancienne puissance coloniale. Voir la nationalisation du Canal, et l’ invasion de Port Said.. Tout de meeme qu’ aujourd’ hui, alors que le régime Aassadien demeure le dernier ‘nationalisme anti-impérialiste’ du monde arabe, et dans la Patrie meeme de Michel Aflaq qui justement en fut le premier théoricien.

  • Roberto  On maggio 10, 2011 at 4:17 pm

    O molto più semplicemente è nella convinzione dei più che si sta giocando una partita che nessuno ha ancora capito tranne i giocatori

    • antoniochedice  On maggio 10, 2011 at 4:27 pm

      Molto saggio. Hanno le carte coperte. Possiamo commentare solo quando ne calano qualcuna.

  • antoniochedice  On maggio 14, 2017 at 8:32 am

    L’ha ribloggato su IL CORRIERE DELLA COLLERAe ha commentato:

    L’altopiano turco -iranico con l’appendice afgana è l’ombelico del mondo.

  • Anafesto  On maggio 14, 2017 at 10:50 am

    A distanza di 6 anni, forse poteva essere utile qualche commento in più visto l’evolversi degli eventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: