EUROPA:  DOPO I FALLIMENTI IN LIBIA, EGITTO, IRAK, SIRIA, AFRICA E CRISI FINANZIARIA MONDIALE, RIPENSARE LA CIVILTÀ EUROPEA E SOSTITUIRE I CAPI NAZIONALI TUTTI.   di Antonio de Martini

Ove non bastasse la dimostrazione di insipienza e inettitudine dimostrata da tutti i governanti dei principali paesi europei ( Inghilterra, Francia, Germania in testa) con la crisi greca e  l’happening dei migranti in giro per i Balcani come – a itinerari invertiti- i primi  crociati di mille anni fa, approfitto dell’attenzione attirata sulla Siria per tornare sull’argomento che rafforzerà tutti i cittadini del continente nella convinzione che il sistema democratico non può funzionare così com’è strutturato e che alcune funzioni chiave  di governo ( Esteri, Difesa, Finanza) non possono essere affidate a soggetti presentati da lobbies, solo per l’intestardimento a voler venerare una forma di governo sperimentata 2700 anni fa in un borgo greco di qualche migliaio di abitanti.

Per governare oggi paesi complessi, servono persone con  una specifica preparazione, più che pluriennale,accompagnata da vocazione politica e autocoscienza per non far precipitare i popoli amministrati nel baratro senza fondo in cui siamo finiti.

Le dimensioni geografiche, demografiche, economiche dei maggiori paesi, rendono impossibile l’esercizio della democrazia anche a chi volesse attuarla e questo vale, oltre che per noi, per gli Stati Uniti, la Cina e la Russia.

In questi paesi, senza eccezioni, siamo in piena minchiocrazia con l’aggravante del giovanilismo femminista e l’obbligo di sembrare onesti. La competenza e l’audacia, sorgenti dell’autorità sono sgradite ai più. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.

Mi sono preso due mesi di ferie dal blog, perché scrivendo al mio amico Gic avevo scritto che non volevo – non ricordo se scrivere o descrivere- quel che sarebbe successo quest’estate. Non mi sono tenuto.

Oltre a questo post, ne scriverò un ultimo sulla crisi siriana che ormai è diventata la crisi della civiltà europea ( nel 2011 e seguenti scrissi che attaccare la Siria avrebbe aperto il vaso di Pandora).

Poi, smetterò per tentare di scrivere un testo divulgativo sul Vicino Oriente.

Il blog resterà fruibile per testimonianza e consultazione fino a che la regola di wordpress lo consentirà.

 

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • gicecca  On settembre 7, 2015 at 6:33 am

    A parte il “borgo greco” -che mi pare un poco riduttivo pensando a chi ci viveva- la crisi della democrazia é non solo una crisi delle “classi dirigenti”, ma una crisi spirituale e morale dei popoli che quindi esprimono quello che hanno. Rimane un problema di non facile soluzione: come pervenire a scegliere “persone con una specifica preparazione, più che pluriennale,accompagnata da vocazione politica e autocoscienza”. All’orizzonte vedo Trump e Hillary. Per fortuna, la Storia però pone i problemi e poi li scioglie. I miei nipoti vedranno come. Grazie per gli “anni del blog”, se veramente smetti (ma ne dubito). GiC

    • antoniochedice  On settembre 7, 2015 at 6:36 am

      Hai colto nel segno come spesso fai. Smetto perché penso sia più utile e duraturo un libro – che consente una espressione più organica- e perché anch’io, ingravescentem aetatem , mi affido ai posteri. In fondo sono cazzi loro.

      • Francesco  On settembre 7, 2015 at 11:03 am

        Caro Sig. Antonio, l’idea del libro è molto bella e se ha bisogno di qualcuno pedante che glielo legga e controlli, potrebbe fare affidamento su di me, sarebbe un piacere (ho una qualche esperienza nel campo correzione testi accademici e in diverse lingue, ma su altre tematiche). Mi dispiacerebbe però vedere che abbandona il blog, foss’anche solo per brevi messaggi; qui fuori c’è sempre bisogno di una voce di discernimento. Francesco Celia

      • antoniochedice  On settembre 7, 2015 at 11:41 am

        Un vero pedante sarebbe utilissimo ( ho già un centinaio di pagine che aspettano una rilettura da un mese..
        Mi mandi un recapito a antoniodemartini@gmail.com. grazie!

  • abrahammoriah  On settembre 7, 2015 at 10:01 am

    7 settembre 2015 – Antoniochedice mi piace come sempre per il contenuto (nello specifico del post, la demolizione del mito della democrazia), mi (dis)piace – e molto – per l’annuncio. Quando, anche se solo provvisoriamente, un voce intelligente tace, prima ancora che dei posteri, gli amari… sono dei contemporanei. Massimo Morigi

    • antoniochedice  On settembre 7, 2015 at 11:39 am

      I pochi contemporanei – o quasi – con cui vale la pena di ragionare hanno i miei recapiti.

  • Claudio Manfrini  On settembre 7, 2015 at 10:00 pm

    Gentile sig. Antonio, spero continui con il blog. La seguo da alcuni anni e mi mancherebbero le sue lucide analisi. Claudio Manfrini

    • antoniochedice  On settembre 7, 2015 at 10:02 pm

      Amico, c’è un tempo per scrivere e un tempo per agire.

  • robert vik bold  On settembre 9, 2015 at 4:48 pm

    SIGNOR MARTINI SONO D’ACCORDO CON LA SUA ANALISI SULLA DEMOCRAZIA. STIAMO PERO’ CERCANDO QUALCOSA DI VALIDO CON CUI SOSTITUIRLA???CHI HA QUALCHE IDEA INTERESSANTE PER LEI

    • antoniochedice  On settembre 9, 2015 at 4:54 pm

      Infatti mi fermo a pensare….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: