UNIONE EUROPEA: LA STAMPA FRANCOFONA ATTACCA LA GERMANIA. ESCONO I NUMERI….di Antonio de Martini

In questi giorni sono usciti due libri tedeschi che hanno offerto alla stampa di lingua francese , anche oltremare, di fare il punto sulla reale situazione della Germania.
L’offensiva francese credo serva a nascondere il fatto di aver raggiunto un rapporto deficit/PIL del 95% ( due trilioni di euro di deficit). Quando lo avevamo noi, Sarkozy e la Merkel si scambiavano sorrisetti di intesa in TV.

A noi interessa perché cominciano a indicare ciascuno i punti deboli dell’altro. Non siamo noi a sfigurare e se Renzi nel secondo trimestre di presidenza europea si sveglia, possiamo ristabilire l’equilibrio.

I libri sono ” DIE DEUTSCHLAND ILLUSION” E ” DIE DEUTSCHLAND BLASE ( bolla) rispettivamente dei signori Fratzscher e Gersemann.

Nel primo testo, il presidente dell’istituto di ricerche DIW dice che il paese vive su vecchi successi e che in realtà è in declino.

Il reddito medio di una famiglia tedesca, dal 2000 a oggi, è diminuito del 3% in media! ma del 5% nel segmento del 10% più povero della popolazione.

Certo, dal 2005 a oggi il numero dei disoccupati è passato da 5 a meno di 3 milioni e per la prima volta dal 1969 la Cancelliera Merkel ha presentato un bilancio in pareggio.

MA mancano gli investimenti che sono passati dal 23% del PIL a inizio anni 90 al 17% di oggi, mentre la media dei paesi europei è del 20.

Per presentare il bilancio in pareggio, la Cancelliera ha tagliato gli investimenti provocando debolezza degli investimenti e dei salari.

Carta decisiva: facendo il conto dello sviluppo sugli ultimi venti anni, troviamo la Grande Germania subito dopo le isole Tonga ( area del Pacifico) accanto all’Italia, Portogallo, Ucraina, Haiti e la Grecia.

La formidabile eccedenza commerciale di 200 miliardi di euro del 2013 ha un grande tallone di Achille: viene realizzata al 99% in due soli settori: auto e macchine utensili, settori che alcuni paesi emergenti stanno spolpando e mettono in pericolo.

Nel bilancio dello stato non compaiono i debiti dell’equivalente della nostra cassa depositi e prestiti ( la nostra nel bilancio italiano c’è) .
Se ci fosse questa posta, come sarebbe corretto, anche il bilancio tedesco sfiorerebbe il 90% del deficit.
La Deutsche Bank ha un bilancio a fronte del quale quello della Lehman Bros di felice memoria sembra fatto dalle orsoline. Ed è una banca pubblica.
Dall’inizio dell’anno a oggi le esportazioni verso la Russia sono diminuite del 15% e dopo un calo del PIL DELLO 0,2% nel secondo trimestre dell’anno, il ministro dell’economia Sigmar Gabriel ha annunziato che l’obiettivo dell’1,8% di incremento del PIL verrà rivisto al ribasso.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • donato  On settembre 30, 2014 at 10:10 pm

    Renzi IMHO non ha alcuna voglia di svegliarsi.

    • antoniochedice  On ottobre 1, 2014 at 6:07 am

      Svegliarsi non è un atto di volontà …

  • gicecca  On ottobre 1, 2014 at 6:29 am

    Se la locomotiva va male, non é che che ai vagoni va meglio; non é neanche che basta ribattezzare “locomotiva” il vagone letto (dove Renzi molto sonnambulescamente parla molto e dorme altrettanto). E’ tutto il treno Europa che sta andando sul binario sbagliato e quasi morto. Sarò fissato, ma bisogna fare due treni, uno del Sud e uno del Nord; poi -forse- riusciremo a correre come il treno UK. GiC

  • Anafesto  On ottobre 1, 2014 at 7:04 pm

    Credo si riferisca alla banca americana fallita nel 2008 che è Lehman Brothers.
    Dovremo aspettarci una botta anche da Deutsche Bank?
    In altre parole a quanto ammonterebbero i titoli tossici detenuti da questa banca visto che, secondo Barnard, nel mondo dovrebbero superare agevolmente 10 volte il PIL mondiale?

    • antoniochedice  On ottobre 1, 2014 at 7:54 pm

      Credo che da sola stia messa peggio dell’intero sistema bancario italiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: