SESSO E DROGA, CONTRAFFAZIONE E CASALEGGIO. GLI INNOVATORI SONO SU OPPOSTE BARRICATE, MA HANNO A CUORE LE SORTI DELL’ECONOMIA. di Antonio de Martini

La prima scoperta credo di averla fatta io oggi.  La spiccio in due righe: il sig Fabio Conditi che ha continuato nei giorni scorsi a interferire con deliranti dichiarazioni , ossessivamente ripetute, che prevedevano l’immancabile vittoria finale dei 5 stelle, credo proprio che non esista.       Oggi che sollevato da una importante preoccupazione familiare ho clikkato sul suo indirizzo elettronico ( volevo anche scusarmi per averlo definito “fesso”) ho scoperto che all’indirizzo risponde una procedura di accesso alla piattaforma microsoft ed al suo software 2010 o giù di li.

Nelle foto Facebook di fabio Conditi ho notato che non ce n’è una sola che ritragga una persona in primo piano in modo riconoscibile.  Si vedono in modo chiaro solo le foto di una certa Monia Benini – nota politica di nuovo conio –  e candidati e  manifesti elettorali dei 5 stelle.

Insomma pare un uomo inesistente del quale hanno fatto una descrizione molto carina : ingegnere (si è autodefinito “innamorato dei numeri” in un commento che precede un mio articolo piazzato sul sito “comedonchisciotte”).

La sua data di matrimonio risale al 1984. Poi c’è la foto di uno dei due figli ( Noemi) una ventenne niente male anche se la foto è come le altre: abbastanza sfuocata da non consentire riconoscimento certo da parte di qualche conoscente della avvenente fanciulla.

Ho fatto due conti: nel 2014 il suo matrimonio compie trent’anni. La figlia venti o poco più.

Delle due una: o è andato a Lourdes o si tratta di una identità internet fittizia ( o gestita “professionalmente”) tipo quelle che hanno infestato i Balcani e il Levante e questo spiegherebbe la noncuranza del mio interlocutore per il dialogo, l’ossessiva ripetizione di slogan privi di ragionamento politico, la mancanza di sfumature da un commento all’altro e le quattro ripetizioni di fila- identiche  –  di un commento che forse non erano uno  sfrontato sfottò come ho malignamente immaginato –  ma  la macchina che si è incantata.

Può succedere quando un addetto , non eccelso, deve impersonare una trentina di identità in prestito o inesistenti e un rompiscatole di blogger solitario insiste a voler ragionare. Ciao Fabio Conditi, Ciao Roberto Casaleggio. Avete spazi ampi di miglioramento.

La seconda scoperta viene dal quotidiano francese ” Le Figaro” che attribuisce  – seconda volta sui media in pochi giorni – all’ONS , l’ufficio nazionale di Statistiche inglese , la notizia che la droga e la prostituzione  sono in grado di apportare un sostanzioso contributo alla crescita del PNL dei paesi europei.

In effetti il rapporto 2013 sulla droga in Europa indica Londra come il maggior mercato per la cocaina.  Presto pubblicherò un commento al rapporto che ognuno può trovare su internet.

Leggo che in Italia nel 2013 ci sono stati 22 sequestri importanti di droga. Pochini, pochini. Il resto viene sequestrato solo al livello consumatori ! ritorneremo su questo tema.

Se questa tendenza a fare i “magnaccia” da parte dei governi europei prenderà piede e si inseriranno nel paniere ISTAT cocaina e mignotte ( e trans?), senza dimenticare i contraffattori di marchi internazionali,  avremo certo necessità di trovare un’altra attività per la Guardia di finanza che potrebbe essere tacciata di attività contrarie allo sviluppo dell’economia nazionale se si ostinasse a fermare i venditori senegalesi  di borse Vuitton. 

Qualche zelante magistrato potrebbe incriminare il comandante  della buoncostume per accaparramento e sottrazione di beni al mercato per aver fatto una retata, mentre l’ex governatore della regione Lazio Piero Marrazzo potrebbe vedere rivalutato il suo ruolo  come stimolatore della economia locale in una con Dominique Strauss Khan, il cui unico peccato sarebbe – a questo punto –  quello di aver cercato di negare la giusta mercede alla lavoratrice immigrata che adesso gira in Mercedes grazie alla di lui consorte.

Nel Concordato si potrebbe persino inserire un voucher per il clero e chiedere all’episcopato di dichiararsi contrario – o almeno neutrale – rispetto al proibizionismo finora imposto senza tener conto dell’imperativo di far crescere l’economia.

Silvio Berlusconi potrebbe passare alla storia  non tanto per aver introdotto negli anni settanta, le TV libere nei circuiti pubblicitari, ma per tutte le altre introduzioni che hanno anticipato questo nuovo mercato.

L’importante tentativo di sanare i bilanci pubblici con queste nuove voci statistiche da inserire nel paniere ISTAT  trasformerebbe anche il mondo politico e molti candidati potrebbero vantare i meriti economici delle ave oggi citate dagli avversari palesemente fuori contesto.

Questa scelta statistica epocale comporterebbe anche un cambiamento di politiche sociali, nel senso che bisognerebbe sovvenzionare le donne anziane e togliere ogni aiuto alle donne in età verde spingendole a contribuire al rilancio dell’economia nazionale coi talenti offerti da madre natura. La Banca d’Italia potrebbe trovare un nome più aderente a questa new economy, mentre ritengo che non ci sarebbe ragione per avvicendare il governatore. Il presidente della Repubblica potrebbe tra i senatori di nomina motu proprio previsti dalla riforma Renzi riservare un posto ciascuno a esponenti di questi settori.

Insomma è proprio il caso di dire che il capitalismo sta andando a puttane.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • luca cardinali  On giugno 1, 2014 at 7:41 am

    Se fosse nato nell’84 e la figlia avesse 20 anni allora capirei l’incongruenza,invece lei scrive >matrimonio< nell'84.Spero di essere utile segnalando un errore,tutt'alpiù faccio la figura del fesso.

    • antoniochedice  On giugno 1, 2014 at 12:47 pm

      Ho scritto matrimonio e non è una incongruenza. Lo sarebbe se fosse il solo indizio.

  • Roberto  On giugno 1, 2014 at 9:22 am

    Se l’Italia inserisce droga, prostituzione, corruzione, lavoro nero,pizzo mafioso etc nel PIL il rapporto deficit PIL va sottozero e possiamo giustificare politiche economiche espansive. Del resto il nuovo che avanza è così:Stamane. ad Omnibus, Luigi Zingales ha fatto una figura da ghiozzo tale che io sarei sprofondato dalla vergogna. Era arrivato a sostenere che i tedeschi hanno fatto bene a vendere i titoli italiani perchè a rischio. Un economista vero, presente alla trasmissione, gli ha fatto notare tutta la spazzatura in titoli che avevano al momento le banche tedesche ed ha illustrato i motivi che hanno portato i crucchi a vendere. Zingales non ha più fiatato e per fargli ancora più male il conduttore gli ha chiesto di salutargli Renzi che avrebbe incontrato di li a poco. Ecco il nuovo

    • antoniochedice  On giugno 1, 2014 at 12:50 pm

      Zingales non val la pena di sentirlo nemmeno fischiettare. Dice tutto e il contrario di tutto.

  • rinus  On giugno 1, 2014 at 6:23 pm

    Se può consolarci, la Corte Costituzionale ? ha pensato bene che è necessario liberare i piccoli spacciatori di droga, dal carcere ,dato che la droga sarà introdotta nel paniere della spesa . .La legge va a gonfie vele, veleeeeeeeeno

  • magyarfarkas  On giugno 1, 2014 at 8:09 pm

    Zingales é uno scarto. Oltre le considerazioni politiche, voglio ricordare che fu Lui a sputtanare, all´alba del voto, il signor Giannino.

  • Claudio  On giugno 2, 2014 at 12:14 pm

    “il capitalismo sta andando a puttane” è la giusta battuta, solo che la scusa di droga e puttane nel PIL distrae l’attenzione pubblica presente e futura su ciò che avviene sotto, la svendita degli ultimi pezzi dei gioielli di famiglia e più in là magari del Colosseo.
    E’ la giusta prospettiva per il popolo, far riconoscere utili queste attività per il PIL al posto di un’industria, di una indipendenza agricola e cosi via.
    Ricordo con affetto Joseph Ignace Guillotin e il suo collega Antoine Louis

  • Roberto  On giugno 4, 2014 at 4:48 pm

    ricordiamo anche il medico italiano che ha inventato la ghigliottina

    • antoniochedice  On giugno 4, 2014 at 5:10 pm

      Veda in archivio del sito. Gli ho dedicato un intero post. Mi pare che il titolo fosse: la ghigliottina é una invenzione italiana.

  • antoniochedice  On maggio 8, 2017 at 5:56 am

    L’ha ribloggato su IL CORRIERE DELLA COLLERAe ha commentato:

    un po di relax dopo l’elezione più sentita della stagione.

  • Jean  On maggio 9, 2017 at 11:32 am

    Non vorrei dire baggianate, ma la Spagna lo ho già introdotto nel PIL….

    Saluti

  • fabioconditi  On maggio 13, 2017 at 12:04 pm

    Mi fa piacere che ogni tanto si ricorda di me. Grazie.
    http://www.monetapositiva.blogspot.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: