Archivi del giorno: maggio 13, 2014

PAPA FRANCESCO E GLI EFFETTI POLITICI DEL VIAGGIO IN TERRASANTA DAL 24 al 26 maggio

Si tratta del quarto Papa che si reca in Terrasanta come pellegrino..Il fatto che il viaggio inizi ( il 24) sbarcando ad Amman, capitale della Giordania invasa da periodiche ondate di rifugiati (ottocentomila profughi dalla guerra di Siria e un milione e mezzo di profughi palestinesi), dimostra che accanto agli aspetti spirituali, il fattore politico sarà presente nel programma fin dal primo istante.
Il Pontefice non andrà solo, ma sarà accompagnato da uno scheikh mussulmano e da un rabbino israelita.
Entrambi amici suoi e conosciuti in Argentina. Significa che non darà spazio a ” cammei” di concorrenti.
La visita e il discorso sulla riva ( araba) del Giordano ci faranno capire il tono che avrà l’intero itinerario.
La seconda tappa consisterà nella visita a Betlemme in Palestina ( che il Vaticano riconosce ufficialmente) e la terza , finalmente, a Gerusalemme dove si prostrerà in preghiera con una serie di Vescovi di varie confessioni cristiane.
Sembra il crescendo con cui Gesù Cristo si avvicino a Gerusalemme coi discepoli per essere ucciso.
Al suo fianco, il Patriarca Maronita Cardinale RAI, sarà testimonianza che in ogni momento ci sarà un momento politico.
I temi non mancano: la guerra di Siria, la pace tra Israele e i palestinesi, i rifugiati, la persecuzione dei cristiani da parte di estremisti mussulmani ed ebrei sia pure con gradazione differente.
La giornata sarà scandita da una serie di avvenimenti politici e elettorali che vanno dal risultato ucraino a quello delle elezioni libanesi

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: