GRECIA: DA QUI ALL’ETERNITÀ. L’EX MINISTRO DELLA DIFESA GRECO AKIS TSOCHASTOPOULOS CONDANNATO PER ILLECITO ARRICCHIMENTO A VENTI ANNI E PENSIERINO SUGLI ULTIMI FUOCHI I DI QUESTO REGIME. di Antonio de Martini

http;//corrieredellacollera.com
Ogni tanto giungono prove ontologiche dell’esistenza di un Dio.
Akis Tsochatzstopoulos ministro PASOK ( socialisti) della Difesa dal 1996 al 2001 è stato trovato colpevole di riciclaggio per essersi rifiutato di rivelare l’origine della sua ricchezza e condannato a venti anni di imprigionamento, di cui uno e mezzo già fatto.

La moglie Vikis a dodici anni, l’ex moglie a sei, altri diciotto coimputati a pene tra gli undici e i sedici anni.
Durante il suo mandato – va però ricordato che dal 2001 al 2005 è stato anche ministro dello sviluppo – alla Difesa, il budget del ministero aveva raggiunto vette insperate dell’8% del bilancio dello Stato.

In particolare era stata rafforzata la Marina con l’acquisto di sei sommergibili dai cantieri navali tedeschi ( ai quali abbiamo attinto anche noi, mi pare…).

Sarebbe utile commissionare una ricerca , o una tesi di laurea, sul tema : “allargamento delle basi democratiche nei paesi mediterranei con l’arrivo al potere dei partiti socialisti e diffusione della corruzione nella Pubblica Amministrazione”.
Con questo non voglio insinuare che i socialisti fossero più ladri dei democristiani o ( nel nostro caso) dei comunisti.

Voglio però dire che il regime pseudodemocratico che ci opprime è nato cooptando à tour de rôle i vari partiti che aspiravano al governo – impedendo con questo una fisiologica alternanza democratica – e tollerando un continuo aggiungersi di maiali al trogolo.
Lo smisurato crescere degli appetiti ha contribuito non poco alla presente situazione di indebitamento. Come mi ha detto con una frase degna di Publio Cornelio Tacito una volta un tassista napoletano: ” dottò, spendevano miliardi per rubare milioni”.

Questo ” allargamento della base democratica” è stato ideato dai DC e benedetto dall’Amministrazione Kennedy , applicato prima ai socialisti, poi ai comunisti contaminando tutti con fondi neri generati dalla spesa pubblica.
Come corollario gli USA insistettero per una “migliore ripartizione del peso della difesa dei paesi liberi appartenenti alla NATO” ossia per diminuire la spesa militare americana senza danneggiare l’industria. Si mostrava fedeltà al Patto Atlantico comprando merci NATO.

Coloro che hanno dirottato gli acquisti verso l’industria tedesca cedendo alle lusinghe di commissioni più elevate ( i carri armati Leopard, gli aerei francesi, i sottomarini tedeschi) prima o poi si sono visti presentare il conto.
Non è l’ideale, ma ogni tanto non dispiace che qualcuno, sia pure per interesse, ci ricordi l’esistenza dell’etica.

L’unico a denunziare il fenomeno generato dalla cooptazione continua fu il solito Randolfo Pacciardi nel suo discorso alla Camera dei Deputati sulla fiducia al primo centro sinistra guidato da Aldo Moro.
Nessuno rispose all’obiezione. È da maleducati parlare con la bocca piena.

Ieri Pigi Battista sul ” Corriere della Sera” ha citato Pacciardi inventandosi una frase – attribuendone la diffusione al defunto Ronchei – per giustificare il nuovo corso governativo di questi giorni ” meglio una messa al giorno che una messa al muro”.
Se Randolfo Pacciardi avesse voluto morire democristiano, avrebbe potuto farlo negli agi.
La frase è falsa.

Pacciardi avvertì che a forza di cooptare partiti nell’area di governo si sarebbe svilita la vitalità e funzione dell’opposizione e uccisa la democrazia. Battista si guardi gli atti parlamentari e visto il nome che porta dovrebbe almeno cercare evitare di comportarsi da maggiordomo degli ultimi fuochi fatui della DC.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • Stefano  On ottobre 8, 2013 at 8:38 am

    Sei sempre molto preciso e corretto nelle tue osservazioni. Oltre ai sommergibili, ecc. di origine tedesca, non so se ti sei accorto, che la RAI è inondata da telefilm tedeschi. Chissà perchè e chissà chi ci guadagna!! Chiarissima anche la tua intervista sui giacimenti nel Mediterraneo orientale.

    • antoniochedice  On ottobre 8, 2013 at 8:46 am

      Le TV debbono consumate quotidianamente ore e ore di programmi. Ci sono tedeschi, francesi, americani, inglesi e sud americani.
      Ci sono produttori esterni italiani. Mancano le produzioni interne in quantità significativa.
      La ragione va ricercata nella soddisfazione dei bisogni della classe politica.
      Mancano programmi est europei, chissà che non arrivino anche quelli.

  • 66633322  On ottobre 8, 2013 at 1:07 pm

    avere una giustizia come quella greca. non c’e nulla da fare il nostro caso e’ senza speranza……

    • antoniochedice  On ottobre 8, 2013 at 1:22 pm

      Ecco il capo del club dei pessimisti.

      • Anafesto  On ottobre 8, 2013 at 2:54 pm

        Meglio, forse, dei realisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: