Archivi del giorno: settembre 7, 2013

RISULTATI DEL G 20 IN DUE PAROLE: DISINFORMAZIONE E PENA. di Antonio de Martini

Fu più furbo Nikita Krusciov, il vecchio contadino ucraino a capo dell’URSS, che approfittando dell'”incidente”dell’aereo spia U2 abbattuto sull’Unione Sovietica, accusò Eisenhower di doppiezza ed evitò di andare il vertice ( a due) di Parigi dando la colpa agli USA.
Barak Obama invece è caduto nella trappola tesagli da Vladimir Putin con tutto il cappello e per salvare la faccia ha lasciato imbastire una serie di bugie tra il patetico e il surreale, dal suo ufficio stampa, mentre si incontrava con gli attivisti gay , unica sua iniziativa andata in porto.

Continua a leggere

Annunci

Per l’ATTACCO ALLA SIRIA L’AMERICA È SOLA. di Antonio de Martini

Questo è il dispiegamento di mezzi aeronavali pronto per la Siria secondo l’Agenzia NOVOSTI.
Ai mezzi indicati, va tolto l’apparato inglese ( la base di Cipro, una portaelicotteri, un sottomarino nucleare con capacità di invio missili, un cacciatorpediniere). La base in Turchia di Incirlic è pertinenza NATO. È la Turchia ha già detto che non concederà l’uso per l’attacco alla Siria se non previe garanzie di intervento NATO ( che nessuno vuole dare) di intervento dell’alleanza di i caso di attacco siriano. La Francia è ottimista: pensa che il caccia torpediniere Cavalier Paul basterà.

NEL LEVANTE MEDITERRANEO STA PER NASCERE UN NUOVO GOLFO PERSICO PIENO DI PETROLIO E DI GAS. Di proprietà USA. di Antonio de Martini

REBLOG del 31 maggio 2012. Ecco i numeri per cui in realtà si sta litigando. La vera posta in ballo è il controllo dell’Europa e delle sue forniture di petrolio e gas

IL CORRIERE DELLA COLLERA

Il più grande giacimento di petrolio e di gas del mondo, si trova in Siberia ed ha 18.200 miliardi circa di metri cubi di gas sfruttabile.
È ormai chiaro che il secondo si trova nelle acque del Levante mediterraneo, è costituito da più sacche che coprono l’est mediterraneo dal delta del Nilo alla Grecia e tutti cercano di impadronirsi della più grossa fetta possibile.

View original post 664 altre parole

GUERRA DI SIRIA : OBAMA APPOGGIA IL PRESIDENTE SUD COREANO E RISPONDE PICCHE A CHI VUOLE COINVOLGERLO IN SIRIA

OBAMA A MAGGIO SAPEVA CHE NON AVREBBE POTUTO METTERE ASSIEME UNA COALIZIONE. PERCHÉ L’HA FATTO?

IL CORRIERE DELLA COLLERA

http://corrieredellacollera.com
PUBBLICO INTEGRALMENTE LA DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE OBAMA SULLA SIRIA CONCERNENTE L’USO DEL GAS AL FRONTE. DICE TRE COSE IMPORTANTI:
a) non prendo decisioni in base a convincimenti e percezioni.. ( sottinteso che non ci sono prove o se preferite, non ancora).
b) in base a percezioni non posso mettere in piedi una coalizione e quando ci abbiamo provato, non ha funzionato. ( riferimento a G.W. Bush jr).
c) con ben Laden e Gheddafi ho dimostrato che mantengo quel che prometto.
( la parola del Presidente non è lecito metterla in dubbio).

View original post 358 altre parole

MEDIO ORIENTE. LE PREVISIONI DEI WARGAMES SULLA SIRIA DI TRE THINK TANK ISRAELO-AMERICANI QUADRANO PERCHE’ FANNO I CONTI SENZA L’ OSTE. di Antonio de Martini

Una previsione fatta il 16 ottobre 2012 da tre think Tank americani e alcune mie considerazioni

IL CORRIERE DELLA COLLERA

Non ricordo purtroppo – sono passati tre anni –  il nome di quell’ammirglio USA a riposo che il Pentagono ebbe l’idea di invitare a partecipare a un wargame  presso il Dipartimento della Difesa.

Tema della esercitazione: il controllo del Golfo Persico contro un ipotetico nemico in contrasto. Serviva un Ammiraglio che comandasse la flotta “nemica” e che la pensasse in maniera diversa dai soliti baroni del Pentagono.  Cercavano insomma un “Maverick” ( lett: vitello non marchiato) ossia una persona che si distinguesse dal gregge.

View original post 991 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: