Archivi del giorno: settembre 4, 2013

ALLA PROCESSIONE DEL GIOVEDÌ IN MONDOVISIONE, IL NUOVO PAPA HA DATO LA PAROLA AI CRISTIANI D’ORIENTE ED AL LORO CALVARIO. MA QUANTI SONO? DOVE SONO? È L’INIZIO DI UNA CENTRALITÀ DEL RAPPORTO CON L’ISLAM PER BLOCCARE L’ABBANDONO DELLA TERRASANTA?

I CRISTIANI D’Oriente sono un importante fattore di equilibrio anche culturale in tutto il Levante mediterraneo. La Siria ne è l’epicentro.

IL CORRIERE DELLA COLLERA

http://corrieredellacollera.com
Quando si parla di “mondo cristiano” nei paesi arabi, noi italiani tendiamo a pensare ai cattolici. E’ un altro residuo di provincialismo, questa volta in campo religioso.

Nel Mondo Arabo, la confessioni cristiane principali sono tredici: nascono dalle varie eresie ( etimo:”scelte”) avvenute nei vari concili che costellarono i primi secoli del cristiasnesimo: Nicea, Efeso, Calcedonia .
Assiri ( 110.000 e 130.000 nella diaspora); Caldei ( 400/500.000 e 120.000 nella diaspora); Siriani ortodossi ( 146.000 e 150.000 nella diaspora); Siriani cattolici (101.000 e circa 50.000 nella diaspora); Maroniti ( 550/700.000 e circa 2 milioni nella diaspora); Copti ortodossi da tre a sei milioni e 400.000 nella diaspora); Copti cattolici ( 150.000 e nella diaspora imprecisati) Greci ortodossi (959.000 e 400.000 nella diaspora); Greci cattolici Melkiti (442.000 e 500.000 nella diaspora); Armeni apostolici (348.000 e “alcuni milioni nella diaspora”); Armeni cattolici ( 51.000 e 100.000 nella diaspora); Latini (86.300 )…

View original post 470 altre parole

Annunci

DALLA FRANCIA ARRIVA LA CIRCONCISIONE PER TUTTI. MA NON HO CAPITO COSA TAGLIANO. di Antonio de Martini

Ogni volta che vado al mercato di piazza Vittorio ( a Roma) a comprare il pesce e respirare un po’ di oriente, mi fermo al bancone del pesce di un commerciante dello Sri Lanka che offre buoni prezzi e qualità.
È dotato ( il pescivendolo) di una barba rada e lunga, come quelle che i frati cappuccini e altre sottospecie monoteiste usano portare a testimonianza della loro pietas, nel senso latino del termine.
Ovviamente lo prendo garbatamente in giro chiedendogli il motivo dell’utilizzo di questo ornamento pilifero anche in estate e in climi torridi.

L’astuto commerciante, per non parlare di religione argomento che potrebbe mettere gli affari a repentaglio, usava spiegarmi che si tratta di una buona pratica ( best practise) che fortifica denti e gengive ed a riprova esibisce una ortopanoramica da far invidia alla pubblicità di un dentifricio.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: