PARTITA RIMANDATA PER MANCANZA DI GIOCATORI SOSTITUITI DALL’ARBITRO, MA QUALI SONO I POTERI DEL PRESIDENTE? QUALI I LIMITI? di Antonio de Martini

http://corrieredellacollera.com
Silvio Berlusconi si mostra sorridente, come inconsapevole che la sua partita è soltanto rimandata al 2014 e il suo partito ed il suo staff hanno avuto un ruolo perché non hanno dato segni di vita.
Giorgio Napolitano, che conta di essere ricordato come l’ultimo presidente della prima Repubblica ed il primo di quella nuova, nella lotta tra Bersani e Berlusconi è l’unico che abbia dimostrato di saper fare politica.
Non si illude di riuscire a completare il settennato. Ragionevolmente riterrà di gestire la situazione per non piu di diciotto mesi.
Non va dimenticato – come hanno fatto i media – che ha avuto cinquanta franchi tiratori e che l’Italia non è più una democrazia sospesa, come col primo governo Monti: ormai è un regime.

La Democrazia consiste nella scelta tra due ( almeno) alternative.

La prassi politica suggerisce che si ha un regime, quando la situazione non ha alternativa e questa è una fattispecie da manuale.
L’anziano presidente ha mutuato dal diritto romano l’istituzione della dittatura a tempo in presenza di un grave pericolo ( all’epoca, un semestre, oggi tre). Il pericolo è l’inconsistenza della intera classe politica. Ma può il Presidente fare ciò che ha fatto?

La nostra Carta Costituzionale è ambigua:

è di tipo parlamentare con grande accentramento di poteri sulla figura del Presidente, dichiarato però ” irresponsabile”.

Il capo dello Stato a norma dell’art 87 dispone di poteri vastissimi: ” è il capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale. può inviare messaggi alle camere. indice le elezioni delle nuove camere e ne fissa la prima riunione. Autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del Governo. promulga le leggi ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti. indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione. nomina nei casi previsti dalla legge, i funzionari dello Stato. accredita e riceve i rappresentanti diplomatici, ratifica i trattati internazionali, previa, quando occorra l’autorizzazione delle Camere. ha il comando delle Forze Armate, presiede il Consiglio supremo di Difesa costituito secondo la legge,dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere. presiede il Consiglio superiore della magistratura. può concedere grazia e commutare le pene. conferisce le onorificenze della Repubblica.”

A Norma dell’art 92 “ il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio e su proposta di questo, i ministri” ..

A norma dell’art 74 ” il Presidente della Repubblica, prima di promulgare la legge, può con messaggio motivato alle Camere chiedere una nuova deliberazione” ….

Per virtù dell’art 79 invece, ” L’amnistia e l’indulto sono concessi dal Presidente della Repubblica” …….

In virtù dell’art.59 , secondo comma, ” Il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario”. Dalla presidenza Cossiga in poi si intende che ogni Presidente possa nominarne cinque.

I limiti al potere del Presidente sono – oltre al dovere di fedeltà alla Costituzione ed alla durata definita del mandato – sostanzialmente:

a) secondo l’art 71 ” L’iniziativa delle leggi appartiene al governo, a ciascun membro delle Camere, …”ecc MA NON AL PRESIDENTE.( ndr)

b) Per l’art 89 ” Nessun atto del Presidente della Repubblica è valido se non è controfirmato dai ministri proponenti che ne assumono la responsabilità . Gli atti che hanno valore legislativo e gli altri indicati dalla legge, sono controfirmati anche dal Presidente del Consiglio dei ministri.”

c) per l’art 90 ” il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in Stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri” …..
( Quando un articolo prosegue, metto puntini sospensivi ndr)

Con questi elementi, ognuno può capire che una serie di atti del Presidente Napolitano avrebbero dovuto essere proposti e controfirmati dal ministro competente e/o dal Presidente del Consiglio, ma il Presidente li ha comunicati al pubblico, saltando il passaggio costituzionale con alcune decisioni che hanno assunto quindi sapore regale, come ad esempio aver imitato Caligola facendo senatore Mario Monti, che più che cavallo di razza, si è rivelato somaro.
L’art 59 è stato interpretato in senso futuro, come il Nobel di Obama.

Altri atti dovuti, sono stati omessi o ritardati, come ad esempio la nomina o la conferma davanti alle nuove Camere, del governo.
Altre prerogative del Consiglio dei ministri, infine , come ad esempio l’iniziativa legislativa , sono stati usurpati ( nominando la commissione dei “saggi”) per surrogare in extremis alle tare e all’inconsistenza progettuale della partitocrazia.

Attentare alla Costituzione era il solo modo di tentare di rimediare ai guasti provocati dal sistema dei partiti e dalla pluriennale, sistematica, prostituzione dei parlamentari nei confronti di chi aveva il potere di metterli in lista per le elezioni.
Il sistema di asservimento è giunto fino al punto che ormai quasi nessuno ha più capacità di iniziativa politica, o pensiero indipendente, ma solo cupidigia di servilismo, anche fisicamente percepibile.

In questo vuoto di potere, il Presidente della Repubblica ha assunto prerogative regali e non posso dargli torto, solo perché l’anagrafe lo rende insospettabile.

Se però le riforme non saranno incisive e rapide, che Dio salvi il Re e i suoi cortigiani.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • Anafesto  On aprile 21, 2013 at 1:11 pm

    Sarebbe interessante sapere se il capo dello stato in palese violazione di un articolo della costituzione da parte del governo eletto ha il dovere o quantomeno la possibilità di sciogliere le camere.
    Questa era una domanda che mi ero proposto quando, dopo il trattato di amicizia col popolo libico, ci siamo trovati, grazie alla dignità e coerenza dei nostri politici, nella veste di invasori bombaroli (credo fosse necessaria almeno la dignità di tirarsi fuori dalle losche e criminali trame di alcuni paesi aderenti alla NATO aducendo se non altro l’articolo 11 della costituzione, la Germania, per altro, l’aveva già fatto senza articolo 11 nella sua costituzione).
    Senza rivangare i danni prodotti dal presidente rieletto della repubblica con l’imposizione di un governo non eletto di tecnici liquidatori della nazione, credo che la mancata difesa dell’articolo 11 possa essere motivo di “impeachment” almeno per il secondo mandato (visto che nessuno si è espresso durante il primo mandato) di questo personaggio che se certamente unisce i partiti nelle loro trame oscure, non credo che rappresenti la maggior parte degli italiani.
    Se sono stato poco politicamente corretto mi cancelli pure questo post.

    • antoniochedice  On aprile 21, 2013 at 1:26 pm

      Il Presidente, nel caso di scioglimento delle Camere. – o di una di esse – ha soltanto un dovere: ” sentiti i presidenti delle Camere; “sentiti” , non “seguiti”.
      Espletata questa incombenza, il Presidente non ha altri obblighi, anche se la maggior parte degli studiosi conviene che questo potere vada esercitato solo in presenza di manifesta incapacità di dar vita a un governo.
      Certamente, in caso di conflitto col Parlamento, il P. Può ricorrere all’arma dello scioglimento, ma finora i vari Presidenti hanno preferito far aleggiare la minaccia.
      Io non cancello opinioni politicamente scorrette: cancello gli insulti a persone o a istituzioni. È cancello i sospetti troll ( disturbatori abituali).
      Se una persona argomenta una tesi senza commenti etici, non vedo difficoltà. Se insulta, significa che non ha argomenti o non è in grado di esprimersi.
      O si sente protetto dall’anonimato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: