Archivi del giorno: giugno 1, 2012

DALLE STELLETTE ALLE STALLETTE. DIEGO ANEMONE PASSA DAI PUBBLICI UFFICIALI AGLI ALTI UFFICIALI CHE ORMAI NON SI SUICIDANO PIÙ . di Antonio de Martini

Devo fare le mie scuse a Frank, col quale ho appena avuto una polemica circa l’educazione militare nei commenti a margine del post sulle elezioni amministrative di Parma, Genova, Palermo.
Leggo infatti, proprio ora su una Agenzia di Stampa che il generale Francesco Pittorru – della Guardia di Finanza – sarebbe stato rinviato a giudizio

Continua a leggere

LA MANIFESTAZIONE SULLA BANCA D’ITALIA DEL 31 MAGGIO TRA ANGHERIE DEL SOLITO POLIZIOTTO PIENO DI NULLA E L’ARMIAMOCI E PARTITE DI MOLTI . W L’ITALIA !

La mattina del 31 maggio ha visto la nascita del più piccolo e nuovo movimento di cittadini italiani che , invece di chiedere soldi , invitavano i dirigenti bancari a un esame di coscienza ed a lasciar cadere l’idea di rubare l’oro della Banca d’Italia, accumulato in centocinquanta anni di sudore, lacrime e sangue da dieci generazioni di italiani.

Non abbiamo dato l’oro alla Patria , mi dice il prof Del Piaz – 83 anni splendidamente portati – arrivato appositamente da Arezzo,per partecipare con battagliera fiducia nel futuro, per farlo prendere alle banche private.

Finalmente una bella iniziativa, dice Bonsignori da Manciano (alto Lazio) e si offre per mettere le foto sul blog , che altrimenti io non ci sarei mai riuscito. Il fotografo, si schernisce, non vuole compenso, le foto ce le ha spedite gratuitamente via internet.

Certo, se tutti coloro che hanno aderito si fossero fatti vivi, avremmo riempito la piazza e se fossero arrivati coloro che mi hanno telefonato per chiedere “come è andata ?” ne avremmo riempito almeno metà, ma la giornata è bella ed ho deciso di non farmi rovinare l’umore nemmeno dallo stronzetto della questura che gioca a fare il federale e al quale riferirò al Questore di Roma prima di denunziarlo al magistrato per abuso d’ufficio.

Un così zelante zelota va mandato a fare le sue prove in zone ad alta densità delinquenziale. Sono certo che ne capirebbe perfettamente la psicologia, come dire, manco fosse dello stesso impasto di ignoranza e presunzione.

Anche in presenza della prova onconfutabile che siamo in piazza SS Apostoli ( i numeri civici), sostiene che non possiamo sostare in vicinanza di “un obbiettivo sensibile” .

Il momento più interessante della mattinata è stato l’incontyro con una scolaresca , ragazzi intelligenti e vivaci di terza media coi quali ci siamo subito intesi. Una delle ragazzine ha avuto un momento di sconforto ” vorremmo sapere, ma non ci permettono di capire “.

Per il prossimo anno e per le prossime occasioni, abbiamo imparato che è meglio non far conto su tutti quelli che promettono, ma che dobbiamo coinvolgere di più, in più modi, e chiedere un contributo in denaro per avere più attenzione da parte degli amici.

Qualcuno ( Ceccherelli , Cadorna ed altri non hanno avuto per tempo l’indicazione del cambio di luogo della manifestazione imposto dalla Quetura con argomenti risibili.

Si vede proprio che da quando mancano le Brigate Rosse, la qualità dei poliziotti è tornata quella di sempre.

Una panoramica dei cartelli: “Giù le mani dall’oro degli Italiani”.

Dopo il blitz delle “pantere bianche” e delle nonne, , una nidiata di giovani pantere che solidarizza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: