GUERRA di LIBIA: replica a “IL MESSAGGERO” e ai cervelli Fusi di Antonio de Martini

il sig Carlo Fusi su “IL MESSAGGERO” di oggi, esprime una serie di conseguenze che accadrebbero se la Lega  provocasse una crisi di governo sul tema dei bombardamenti. Sono esattamente le stesse remore che avevo io quando l’Italia ha rovesciato le sue alleanze ancora fresche di inchiostro lo scorso mese.

Udite:” una crisi di governo, conseguenza dello sganciamento del Carroccio  sui bombardamenti verso le truppe di Gheddafi, sarebbe demenziale. Per capirci,in un colpo solo  verrebbero nell’ordine: stoppati i missili italianiappena autorizzati, rimangiato l’impegno preso con Obama; disatteso l’accordo con la NATO; rimesse in discussione  le intese con Francia e Gran Bretagna; delegittimato il capo dello Stato.”

E non pago di questo interminabile elenco di sventure, continua ”  Altro che semplice dietro front o imprevisto capitombolo diplomatico, si tratterebbe piuttosto di un disastro sul fondamentale crinale  del credito e della reputazione internazionale.”  

PRIMO: non si tratta di una posizione reale del Carroccio, ma di una dichiarazione strumentale a non far perdere voti al centro destra ( o fari astenere dal voto). Il Centro destra è come un supermercato: se non vuoi comprare da Berliusconi, puoi comprare da Bossi. Prezzi modici e ogni tipo di posizione desiderabile. Votate per noi, specie a Milano. Questo è il messaggio.

 SECONDO: ridimensionate le paure del sig Fusi, guardiamo ai fatti.

  • verrebbero stoppati i missili italiani” Veramente questi li stoppa la costituzione all’art 11 primo comma.
  • rimangiato l’impegno preso con Obama” : non essendo stato interlellato il Parlamento, l’impegno vincola il sig Nerlusconi che  paga le donne con cui cerca di fare sesso   e –  in conferenza stampa-   dice che lui le donne non le paga.  Dice al telefono a  Obama che bombarderà e in conferenza stampa dice che non sono bombardamenti. Non mi sembra grave , Obama ormai sa che è un bugiardo.
  • disatteso l’accordo con la NATO”  veramente se allude al trattato NATO , si parla di un accordo difensivo contro un nemico che non esiste più. Se allude ad accordi verbali di Frattini o Berlusconi, allora ha maggior valore il trattato scritto e ratificato fatto con la Libia, in cui ci impegnavamo a non dare basi militari utili ad attaccare il paese vicino.
  • “Rimesse in discussione le intese con Francia e Gran Bretagna” si tratta qui di una quasi endiadi ( figura retorica che indica la ripetizione per dare maggior forza al discorso). Nella NATO fanno parte sia gli USA che la Gran Bretagna e la Francia ( quest’ultima da meno si un anno).  Gli impegni sono dunque sempre gli stessi: se l’URSS ci attacca, ci difendiamo assieme.  L’URSS non c’è piu’  e la Libia non solo non ha attaccato nessuno, ma ha avuto gli elogi della commissione diritti umani dell’ONU per i progressi fatti ( nel gruppo di lavoro c’è anche il Canada che poi ha attaccato….)
  • Deleggittimato il capo dello Stato“: il capo dello Stato in questa vicenda ha travalicato due volte i suoi poteri. La prima volta quando ha annunziato – al posto del governo – che eravamo dalla parte antilibica. Posizione legittima se presa dal Parlamento, arbitraria se presa da altri. La seconda volta, Napolitano ha fatto solo l’elenco dell’iter svolto dalla pratica: il governo, il Consiglio supremo di Difesa e il Parlamento, dove però non c’è stato voto.Caro Fusi, il vero delegittimato è il Parlamento, la truffa consiste nel far credere che si può essere a favore e contro la guerra in contemporanea e restare uniti nel governo.

            Uniti da cosa?  Non dall’interesse nazionale; non dal rispetto della Costituzione;  non dall’amore per la pace; non dall’interesse economico della Nazione.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • kitar01  Il aprile 29, 2011 alle 4:04 pm

    Ci sono video su YouTube dove Napolitano si dice a favore di un nuovo ordine mondiale.
    Beh mi pare che il suo comportamento di questi giorni lo confermi.
    E quelli che manifestavano per difendere la Costituzione?
    L’Italia ripudia la guerra, ma se Napolitano dice che si può bombardare, tutti zitti.
    Siamo pecore, pecore, pecore.
    L’articolo del Messaggero è un modo per ipnotizzare le pecore mettendogli paura se alzano la testa.
    Ma questi massacri di Gheddafi qualcuno li ha visti? Fotografati? Filmati?
    Per fortuna che sono intervenuti in tempo prima che li facesse!!!
    Dai non possiamo essere cosi’ idioti, certe volte mi dico.

    • antoniochedice  Il aprile 29, 2011 alle 4:20 pm

      Non siamo un popolo di idioti. Siamo solo vili. Fino a che non ci sentiamo con le spalle al muto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: