Guerra di Libia: l’atteggiamento italiano? ma non è una cosa seria !

 Pietro Badoglio non è morto,  è come il Che. E vivo  e lotta  con noi ! Anzi chiede un armistizio. No è cobelligerante.  ma no, pare stia approntando reparti di liberazione che saranno passati in rivista dal primo ministro tra una bordata di fischi e l’altra.   In cambio ha chiesto che a Roma via Bruxelles  dove c’è villa Badoglio, venga intestata a suo nome. Il sindaco Alemanno si è mostrato possibilista, rimettendosi però alla commissione per la toponomastica presieduta da un camerata di sicura fede che in cambio vuole una casa Ater come quella della Polverini. La Russa dichiara che la posizione è stupefacente, ma di ottima qualità.

La Santacché chiede di essere presentata a Sarkosi e dice che la Carla non le lega nemmeno il toupet, a Milano lo dicono tutti.  Napolitano telefona a Casini e Bersani  chiede di predisporre un ordine del giorno del tipo di quello che Grandi presentò al gran Consiglio, in fondo era bolognese anche lui.

Berlusconi  annunzia che comprerà una villa a Salò dove si ritirerà al compimento della maggior età della sua nipotina. Gianni Letta è stato visto sgattaiolare verso San Marino ( o Marino, la TV non ha specificato) a braccetto con  un ex presidente della Croce rossa. Il Cardinal  segretario di stato ha rilasciato una precisazione: quando definì Berlusconi uomo della provvidenza , intendeva che tutto quel che ci capita è opera provvidenziale, ma senza che questo implichi una scelta di campo. La sua obbiettività è nota da quando faceva la radiocronaca delle partite della Samp a Genova. sulle radio private.

Il capo della polizia, si è presentato a Palazzo Margherita ed è stato confermato nell’incarico, ma solo per un decennio. La santificazione di Papa Woiytila è stata anticipata al primo aprile  per venire incontro alle richieste della Polonia che lo vuople santo subito e  che assicura appoggio logistico agli alleati, ma si teme per il raffreddore del Presidente che potrebbe degenerare.  Il generale Mosca Moschin è già stato visto starnutire.

 Il generale Santini capo dell’Aise , rassicura il presidente del COPASIR con un ” no pasaran”  ( ma chi?) che per possanza  di voce arriva fino alla Breccia di Porta Pia, da dove l’ambasciatiore di Sua Maestà  chiede di mantenere il silenzio sulle presunte infedeltà della real casa.

 II Parlamento in seduta congiunta decide di concedere il bis del 150 anniversario dell’Unità italiana, ma chiede al maestro Muti di ridurre il suo cachet.  La Marina include nella richiesta dei danni di guerra la riparazione del Francesco Mimbelli. L’aeronautica parteciperà alla spedizione  con sei aerei al comando del generale Cocciolone: Il ministro, salutando raccomanda che ne porti “poco, ma buono”.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • Roberto  Il marzo 21, 2011 alle 9:40 am

    Spezzeremo le reni alla Libia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: