CRISI SIRIANA E DESTINO DEGLI OSTAGGI SI INTRECCIANO: ARRESTATE MOGLIE E FIGLIA DI AL BAGHDADI E DI UN CAPO DI AL NUSRA. INIZIA IL MERCATO DEGLI SCAMBI DI INNOCENTI. di Antonio de Martini

Pio Filippani Ronconi, famoso specialista delle religioni orientali, nel suo libro ” Ismaelliti ed Assassini” ( ed Thor) racconta di una situazione analoga occorsa tra i crociati e i saraceni poco dopo il mille : la scoperta dell’esistenza di un mercato degli ostaggi con ricchi riscatti reciproci e favori innominabili che si preferì nascondere.

L’Agenzia Stratfor – specializzata in notizie e analisi di intelligence di provenienza USA – ha dato notizia dell’arresto di una donna e una bambina di nove anni che sarebbero la moglie e la figlia del famigerato Al Baghdadi, il capo del DAESCH.

Le donne sarebbero state fermate alla frontiera col Libano, senza specificare a quale varco, mentre cercavano di entrare nel paese e l’analisi del DNA avrebbe confermato la parentela della bambina con ” il Califfo”.

Una rapida ricerca mostra una realtà ben più affascinante per gli appassionati di intrighi internazionali e mostra di quali risorse disponga la mentalità levantina che nessuna tecnologia è in grado di eguagliare.

Intanto le donne adulte catturate sono due : la prima Sajd Hussein Doulaymi accompagnata dalla figlia Hajar di sei anni, la seconda, è moglie di un capo di Al Nusra, Anas Charkas, meglio noto come Abu Ali Chichani.

Alle due donne, si aggiunge un altro ostaggio di valore: il colonnello Abdallah Rifai dell’Esercito Siriano Libero ( FSA).
La data dell’arresto è indicata come il 19 novembre e il posto di frontiera indicato è al nord, Al Madfun.

Questi dettagli sono assenti dalla notizia Stratfor, che sostanzialmente fornisce solo la notizia che alla bambina è stata fatta l’analisi del DNA che ha confermato la paternità, dando l’impressione, senza dirlo, che si sia trattato di una operazione americana.

La donna e la figlia sono state per un periodo ” ospiti” della polizia siriana e la loro libertà scambiata con quella di alcune religiose catturate a Maaloula ( il villaggio cristiano dove ancora si parla aramaico) nei mesi scorsi.

Non è difficile capire che siano state dotate di documenti e ” cedute” al generale Abbas Ibrahim direttore dell’intelligence libanese in eccellenti rapporti con tutti gli attori del dramma arabo e impegnato nel tentativo di liberazione di trenta soldati libanesi caduti in mano ai ribelli, un paio dei quali uccisi a scopo intimidatorio.

Se l’informazione che ha portato all’arresto fosse stata data dagli USA ( spostamenti, estremi dei passaporti ecc), significherebbe che Al Baghdadi è tallonato minuto per minuto e non si capirebbe come mai non viene arrestato.

Più verosimile che di dia trattato di una intesa siro-libanese. Il comunicato di Ibrahim dice che sono stati informati da un servizio segreto straniero, non alleato.
Più difficile spiegare il tempo trascorso tra l’arresto e la divulgazione della notizia ( due settimane) .

Le tre sventurate potrebbero essere scambiate con i trenta soldati libanesi oppure con ostaggi occidentali ( o locali, ad esempio i due vescovi ortodossi siriani catturati oltre un anno fa) ancora in mano dei ribelli siriani.

La voluta stringatezza del comunicato Stratfor con indicata l’età errata della bambina, tradisce forse l’imbarazzo di dover poi ammettere una collaborazione – indiretta quanto si vuole – coi governativi siriani, ma la tentazione di recuperare almeno un ostaggio deve essere grande.

Esiste anche una terza opzione, che Al Baghdadi lasci il destino delle sue donne nelle mani di Allah, consapevole che verranno trattate con ogni riguardo. Qualche militare sunnita potrebbe essere scambiato con gli ostaggi minori.
Questo atteggiamento ” forte” consacrerebbe la fama del ” Califfo” in tutto l’oriente. Bella scelta.

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: