Mario Draghi nominato presidente BCE: io perso la scommessa, l’Italia una occasione importante. di Antonio de Martini

Rompo il riposo che mi ero imposto fino al 1 settembre, per riconoscere che  non ho azzeccato la previsione su Mario Draghi. Ritenevo e ritengo,   che Draghi  sarebbe stato  per l’Italia  più utile a sostituire  Dominique Strauss Khan al Fondo Monetario Internazionale , rendendosi utile anche all’Italia,  mentre  è stato nominato – come da previsione ufficiale – presidente della Banca Centrale Europea e sarà probabilmente destinato a nuocere nal suo paese.

Dopo essere riuscito a fare sei mesi  di previsioni  – esatte al centimetro – sui problemi del Vicino Oriente in movimento, inciampo  oggi su una errata  previsione “italiana”.  La ragione principale  è che mi intendo di più  di geopolitica e questioni militari, la seconda è  che , evidentemente,  i governanti italiani riescono a mantenersi sempre al di sotto di ogni sottovalutazione. A  sua difesa ,  Draghi potrà domani invocare il verso de El Cid  Campeador ” che buon vassallo con un buon sovrano”.

Tra una posizione  finanziaria mondiale chiave e  di vertice , praticamente  libera da condizionamenti cogenti ,  ed un’altra europea e “bloccata” in quasi  ogni comportamento, si è scelta  – o mostrato di scegliere – quest’ultima e la si chiama “successo”.

Mario Draghi può essere annoverato tra quegli italiani che, di fronte alla palude italiana , hanno scelto nei secoli  la via dell’esilio per valorizzarsi: il Principe Eugenio di Savoia o il Montecuccoli  o il Metastasio che scelsero l’oriente austriaco; il Cellini, il Mazzarino o  Pierre Cardin,  la Francia ;  Colombo o l’Alberoni la Spagna.

 La candidatura italiana è stata sostenuta dai partner europei più forti probabilmente in vista delle scelte che si cercherà di fare nei prossimi mesi e  che sarà utile per  far trangugiare agli italiani medicine non gradevoli. E’ probabile che il partito euroscettico che  si sta organizzando anche in Italia, pedina decisiva per ogni moto mediterraneo,  possa essere indebolito dalla presenza di un italiano al vertice della BCE a Francoforte, limitando anche  la nostra capacità negoziale in maniera  forse decisiva.

Temo che la candidatura ” riuscita” di Mario Draghi possa avere gli stessi effetti della scelta dei Papi italiani nel mondo cattolico: abbiamo portato lo spirito universale di Roma nel mondo, ma a livello nazionale siamo stati  ridotti a terra di conquista.

Queste considerazioni non inficiano la qualità del candidato, ma della candidatura:  a riprova della maggior libertà di manovra, ricchezza e capacità decisionale,  mentre  la BCE sta litigando da settimane sul prestito alla Grecia,   il Fondo Monetario  lo aveva ormai deliberato .  Mancava  solo la formalizzazione del consiglio due giorni dopo se DSK non avesse intrapreso la sua  guerra di Troia.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • Pitocco  Il luglio 11, 2011 alle 9:36 am

    Il problema non è sulla qualità del candidato alla BCE o al FMI, il problema sono di fondo le due organizzazioni e di tutte quello che ne consegue.
    Draghi è l’esecutore e che sia a capo della BCE o del FMI non avrebbe sicuramente fatto l’interesse per l’Italia, per lui l’Italia è solo un nome e basta.

  • Monica  Il settembre 2, 2011 alle 10:52 am

    oggi è il 2 settembre….. la pausa doveva finire ieri! Saluti cordiali. Monica

    • antoniochedice  Il settembre 2, 2011 alle 11:05 am

      Vero… Ho il PC bloccato, il mio tecnico in vacanza e poca voglia di ricominciare. Mi dai un po di tempi supplementari?

      • Stef  Il settembre 20, 2011 alle 9:15 pm

        Tempi supplementari finiti.
        Adesso si va ai rigori!
        scherzi a parte, mi mancano le tue analisi sempre cosi chiare e lucide.

        Spero che deciderai di ricominciare a scrivere.

  • edoardo  Il settembre 9, 2011 alle 9:40 pm

    le segnalo questo interessante e da verificare, articolo:
    http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.com/2011/09/debito-pubblico-e-germaniaovveroi.html

  • niccolò  Il ottobre 8, 2011 alle 3:31 pm

    sono un lettore del suo blog, mi mancano le sue analisi
    grazie in ogni caso per il lavoro svolto
    niccolò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: