Il PAESE DEI “BORGHI PUTRIDI” con 150 anni di ritardo rispetto agli inglesi. di Nicola Christian Rinaldi e Nicola Boccia

perdonate l’off topic, ma oggi arriva alla ribalta la questione rifiuti a napoli. per fare un miglior futuro serve conoscere le verità è cambiare il presente.

Non fa piacere anessuno aver la casa con questa vista, questo odore, queste statistiche di mortalità

 A Terzigno da mesi donne e anziani di destra e sinistra si battono per difendere la raccolta differenziata e evitare che si continui a gestire con dolo e sversamenti la politica distruttiva dei rifiuti. non sono delinquenti a prendere manganellate e a tirare sassi, ma signore cinquantenni. Ieri sera un mio amico di isnorgenza civile è stato ferito ad una gamba, un altro è grave in ospedale. i media sono azzerati sull’argomento napoli come sulla questione l’aquila. il tema del cambiamento civile e politico deve ripartire anche dalla centralità del cittadino e non della logica dell’appalto all’amico camorrista. NON è tollerabile lo stato delle cose, la concentrazione di tumori nell’area provinciale di napoli è ormai elevatissima (studi WHO) e non trascurabile (come afferma ancora oggi Fazio).

Quando c'era Cosentino, non manifestavano?

Per saperne di più

http://meloniclaudio.wordpress.com/2010/10/01/leuropa-boccia-terzigno-la-discarica-unaberrazione/

http://www.laterradeifuochi.it/

http://www.youtube.com/watch?v=oDYs1zdCjSE&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=ytZBNtMLRok

diretta:

http://videochat.corriere.it/index_H2401.shtml?ref=nf

“Buona sera, sono il dott. Nicola Boccia e sono residente a Terzigno. Potrei scrivere centinaia di pagine su quanto sta accadendo a Terzigno, ma mi limito a descrivere i fatti più concreti che poi sono degenerati nell’intifada terzignese. Nel 2008 il sindaco di Terzigno Domenico Auricchio firmava l’apertura delle due discariche nel Parco Nazionale del Vesuvio, patrimonio Unesco. Dopo il ricorso da parte dell’Ente Parco contro la discarica, il governo con proprio decreto scavalcava la legge del parco e consentiva la definitiva apertura delle 2 discariche. Nel 2009 dopo la sfiducia al sindaco Auricchio si ritornava alle elezioni ed il sindaco giurava sulla statua di padre Pio che lui non aveva mai firmato il consenso all’apertura delle discariche e che se fosse risalito avrebbe fatto chiudere anche la discarica n.1. Salito nuovamente disattendeva, ovviamente tutte le promesse. Intanto l’agricoltura che ha reso famosa Terzigno nel mondo grazie al vino Lacryma Christi moriva e l’uva le nocciole e le albicocche del Vesuvio rimanevano invendute a causa della presenza della discarica, facendo perdere centinaia di posti lavoro. Inoltre il territorio è/era caratterizzato dalla presenza di decine di ristoranti aperti grazie alla buona tavola ed al favoloso panorama (il Vesuvio da un lato ed il golfo di Napoli dall’altro) che occupano/vano centinaia di persone ora ridotti in ginocchio a causa dei miasmi della discarica (ed ancora non apre la seconda discarica che è la più grande d’Europa). Detto ciò secondo voi quando una persona perde il posto a causa della discarica e deve vedere i propri familiari ammalarsi di cancro, secondo voi che alternativa ha? Ovvio, scatena l’inferno. Tale inferno non è niente se arriveranno i militari ad aprire la seconda discarica, perchè i più facinorosi impugneranno le armi ed allora, purtroppo, ci saranno molti morti.”Nicola Boccia.

Annunci
Posta un commento o usa questo indirizzo per il trackback.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: