Archivi delle etichette: ” Il foglio”

ZINGALES ALLA CAMERA. AMMETTE TUTTO DICE QUALCOSA E AFFIDA AL SEMESTRE EUROPEO LA RINASCITA SOTTO FORMA DI CASSA INTEGRAZIONE CONTINENTALE di Antonio de Martini

http:corrieredellacollera.com

Pubblico – da IL FOGLIO – l’intervento con cui la Commissione Finanze della Camera pensa di farsi assolvere in una Norimberga prossima ventura.  
Hanno interrogato Luigi Zingales , noto economista e giornalista, per sapere cosa fare, anche se non mi risulta avesse previsto il cataclisma come invece ha fatto Giorgio Vitangeli.
L’intervento è comunque interessante per due versi: da una parte dice chiaramente, sussurrando si intende, che il dividendo dell’Euro è stato dilapidato sia dalla destra che dalla sinistra invece di usarlo per ridurre il deficit e che se l’avessero fatto adesso avremmo il deficit all’80%.  Fa il parallelo da me spesso fatto con l’unità italiana ( siamo la Calabria della situazione) .
Dice anche una cosa molto importante, ma “en passant” : una via percorribile è l’uscita dall’ Euro dall’alto  ( ossia uscita della Germania e soci) mentre dal basso ( ossia dell’Italia) sarebbe rovinosa.

Ora bisogna che qualcuno dica a costoro e non solo alla commissione Finanze, se necessario brutalmente, che il semestre europeo non può esser loro affidato. E dica a brutto muso ai partners europei che si è partner nella buona e la cattiva sorte o non lo si è per niente.

Zingales, nel testo, cita un aneddoto russo che ricorda come i contadini durante le epidemie uccidessero i medici. Lo tenga a mente al momento in cui tira fuori il ricettario.

RELAZIONE ZINGALES ( non rivista dall’autore)

“Vorrei cominciare la mia presentazione con fatti molti semplici, ma spesso dimenticati nel dibattito politico. Se voi guardate la prima slide (vedi grafico numero 1, qui a lato) che presento, questa è una illustrazione molto semplice di cosa è successo ai principali paesi europei – ci sono anche Stati Uniti e Giappone – nel periodo che va dall’ introduzione dell’euro a oggi.

Continua a leggere

DALL’ARABIA SAUDITA ALLA GIORDANIA, PREVISIONI TEMPESTOSE. È IN PIÙ, A WASHINGTON MEDITANO SUL ” RAPPORTO PICKERING” CHE PROPONE … di Antonio de Martini

Vigilia di cambiamenti della politica estera americana nel mondo arabo?
lo richiede un rapporto consegnato al Presidente e lo richiede la situazione politica e militare.
Il regno saudita che ha da poco un nuovo re, rischia di dover affrontare a brevissimo – in un momento particolarmente delicato se non drammatico – una seconda crisi di successione aggravata dal fatto che anche il principe ereditario , il Crownprince, sta più di la che di qua.

Accade nelle gerontocrazie: re Abdallah la scorsa settimana é stato operato alla schiena per la quarta volta, ha 89 anni, é obeso, e questa volta, invece di farsi operare negli USA é stato operato in patria in un ospedale della Guardia Nazionale Saudita ( comandata dal figlio Mutaab ben Abdallah) dalla stessa équipe statunitense che fece i precedenti interventi chirurgici a New York. Continua a leggere

MERKEL, IL NOSTRO REFERENTE AL FONDO MONETARIO E IL RAPPRESENTANTE DI MOODYS HANNO UNA COSA IN COMUNE : IL PASSAPORTO TEDESCO!

L’articolo de ” Il foglio” si intitola ” contro l’economia italiana e l’incapacità di vendersi bene a Bruxelles”.
Non fa nomi, ma dice che “nell’estate 2011 il rappresentante tedesco {nelFMI] ha impedito la diffusione delle analisi che mostrano quanto fosse non giustificato un rischio elevato di insolvenza dell’Italia. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: