Archivi delle etichette: catricala’

DOPO QUANTI MILITARI AL GOVERNO SI HA UN GOVERNO MILITARE? Risposta a due lettori preoccupati di Antonio de Martini

PUBBLICO COME POST LA RISPOSTA DATA A FRANK E A URC CHE MI HANNO ESPRESSO LE LORO PERPLESSITA PER AVER IO FATTO I NOMI DI TRE MILITARI COME PERSONE DA METTERE NEL GOVERNO PER AIUTARE A SALVARE LA SITUAZIONE E DARE AI CITTADINI LA SENSAZIONE CHE SONO GUIDATI DA PERSONE SERIE. QUESTO SIGNIFICA LA MIA DISISTIMA PER I MILITARI ATTUALMENTE AL GOVERNO , CHE CONFERMO E POSSO SPIEGARE, MA NON CHE VOGLIO CHIEDERE UN GOVERNO MILITARE. IN UN PROSSIMO NUMERO PUBBLICHERO UN ARTICOLO DI MIRIAM MAFAI DEL 1993 SU REPUBBLICA CHE E IN LINEA CON QUANTO HO ESPOSTO QUI.

Continua a leggere

IL REGIME DEI PROFESSORI ABBANDONA IL DIRITTO ROMANO PER QUELLO ANGLOSASSONE

A mano a mano che il tempo passa e si avvicina il confronto col Parlamento, si delineano i contorni della manovra e le ambizioni dei nuovi governanti.
Tra le perle offerte alla pubblica meditazione ieri a Ballaro’ , la signora Fornero ha lasciato capire che il regime dei professori e’ in grado di fare bene a condizione di avere più’ tempo. Per chi non avesse capito, il regime ha ambizioni Salazariane. Vuole durare. Sbarazzarsene non sarà’ facile.
La signora ha infatti detto che in poco più di diciotto giorni si poteva solo fare cassa.
Se vogliamo sapere quanto sono bravi, dobbiamo dar loro tempo. Il passaggio successivo sara’ che dato che i problemi sono tanti si renderà’ necessario un piano quinquennale.
La seconda perla – rossa – e’ consistita nel paragone che la signora ha fatto – non ostacolata da nessuno – tra la situazione presente e quella dei paesi dell’est Europeo alla caduta dei regimi comunisti.
La paladina dei mercati ritiene che il sistema capitalista occidentale abbia prodotto le stesse rovine materiali e morali prodotte da settanta anni di bolscevismo e nessuno apre bocca.
La notizia comunque l’ha fornita il sottosegretario Catricala’ , tornato di recente dalla luna, che per far capire quanto il governo facesse sul serio, ha annunziato che nel decreto c’e anche la scelta di trasformare in reato il mentire al fisco.
In pratica , dopo questo decreto, un assassino avrà’ il diritto di mentire, mentre un evasore fiscale verra’ condannato per aver tentato di difendersi. Bella mossa.
Si tratta di un indirizzo giuridico di carattere anglosassone che cozza frontalmente col l’intera impostazione del nostro ordinamento – basato sul diritto romano- che riconosce al colpevole il diritto di difendersi anche con la menzogna.
Pare che questi signori siano stati scelti perché’ sono dei pozzi di cultura allevati nelle università’ e nei centri di sapienza che adesso rinnegano per scegliere il diritto anglosassone, negando la cultura ( millantata) in base alla quale sono stati scelti per governare.
Comincio a pensare che anche loro – come i Berluscones – si siano fatti una cultura sui telefilm di Perry Mason e per sfangarsela contano che in corte costituzionale hanno una maggioranza amica.
Comunque la migliore della serata l’ha detta Mario Monti a ” porta a porta” con un Vespa piu’ strisciante del solito: ” vedo che devo essere piu’ sincero”. Buona idea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: