LE TRE IPOTESI DEL PREFETTO GIUSEPPE PECORARO SU COSA FARE A ROMA CONTRO LA CORRUZIONE POLITICA

Scritta a dicembre 2014. Il prefetto Pecoraro, da bravo italiano, si si è salvato fuggendo. Per dare i normali poteri di un tempo al nuovo prefetto, il ministro ci ha impiegato otto mesi.
Il quesito rimane.

IL CORRIERE DELLA COLLERA

Dopo aver detto che non gli risultava nulla ( il prefetto è la massima autorità antimafia) dopo che i giornali hanno pubblicato la notizia che il Prefetto aveva ricevuto il pregiudicato Carminati in ufficio per presentare i progetti della 29 giugno, finalmente il prefetto di Roma dice qualcosa che fa pensare all’esistenza di un residuo di materia grigia.
” Esistono tre ipotesi: accedere alle carte, sciogliere il consiglio comunale, non far nulla in sovrapposizione con la magistratura. ( quindi aspettare un paio di anni).

View original post 107 altre parole

Advertisements
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: