INIZIA OGGI A LONDRA IL PRIMO FORUM EUROPA IRAN .

Il primo Forum Europa-Iran sulle prospettive economiche che si aprono in vista della riammissione dell’Iran tra le nazioni ” commerciabili” si è tenuto oggi 15 ottobre a Londra.
L’Organizzatore dell’evento è il settimanale EUROPEAN VOICE fondato nel 1995 dal gruppo Economist e poi ceduto al gruppo francese Selectcom, il settimanale e dedicato a seguire tutte le attività della commissione europea e enti collegati ed ha sede a Bruxelles.

Erano presenti sia l’ex ministro degli esteri francese Hubert Vedrine e che Jack Straw che ha diretto il Foreign Office britannico.
L’Italia, che è stata tradizionalmente il primo fornitore dell’Iran era rappresentata da mio nonno.
L’Iran, prima di essere indicata come il paria del mondo trenta anni fa, era il secondo esportatore mondiale di petrolio con sei milioni di barili quotidiani, oltre al gas e altri derivati.
Con 78 milioni di abitanti, bisognosi di tutto dopo oltre un quarto di secolo di embargo, l’Iran ha anche necessità assoluta di Capitali e di riprendere i rapporti con il sistema bancario occidentale.
Come ho già scritto, la ex FIAT, ora FCA, si è già fatta presentare dall’ambasciata americana che ha deciso di trascurare il fatto che fu il governo USA a varare l’embargo e anche gli inglesi stanno operando attivamente come se l’embargo fosse già abolito.
Resta l’ostacolo formale del negoziato nucleare che riprenderà il 24 novembre, ma visto l’attivismo USA E UK in materia, pare ovvio che è prevista una soluzione accettabile.
Il paese ha bisogno di rapporti bancari, rifare l’industria automobilistica, le “home appliances” ed essere assistito nell’export dato che una intera generazione che sapeva farlo è scomparsa.
Dato che il patrio governo sembra in altre faccende affaccendato, ho iniziato , assieme ad alcuni amici una ONG. Che sta già predisponendo contatti e rapporti. Gli interessati si rivolgano al mio indirizzo mail: antoniodemartini@gmail.com

Annunci
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • patrizia mariani  On ottobre 15, 2014 at 5:17 pm

    Cicro pro domo sua !?!?

  • Alberto  On ottobre 19, 2014 at 11:17 pm

    Caro Antonio, ma dove crede che possiamo andare se il Governo del “FARE” é tutto preso dall’art. 18, gli 80 euro ed altre CAZZATE del genere…..
    Non riuscirebbero a vedere passare un’elefante davanti ai loro occhi, si figuri se hanno contezza di ciò che passa sotto il loro naso !!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: