NO OLIMPIADI, NO PARTY

Questo professor Monti comincia a piacermi e sono tentato di mettere da parte il fatto che non abbia ottenuto un euro di sconto dai tedeschi.

Mesi fa avevo scritto che prima di organizzare delle olimpiadi a Roma era necessario fare un bel repulisti della corruzione e assicurare che i lavori – grandi – non finissero in bocca alle solite cosche che tutti conosciamo.
Il sindaco Alemanno c’era cascato in pieno, come del resto aveva abboccato all’idea strampalata della Formula uno nei viali dell’Eur.
Il presidente del CONI Petrucci, sarebbe ora che lo si avvicendasse dopo venti anni, aveva mobilitato la solita compagnia di giro che assicurava il grande business, l’opportunità storica e via cianciando.
Lo sport e’ in realtà diventato un’anticamera della politica e le olimpiadi sarebbero state una ennesima opportunità di corruttela, imbrogli e eccezioni al piano regolatore.
Il professor Monti ha rinviato a data ( e ladri) da destinarsi la pacchia olimpica per la cricca di turno.
Grazie professore. Le perdoniamo fin d’ora la prossima finanziaria.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • donato  Il febbraio 15, 2012 alle 1:42 am

    Complimenti Antonio sono completamente con te

    "Mi piace"

  • Emanuele  Il febbraio 15, 2012 alle 3:31 am

    Solitamente o assai spesso sono concorde con le analisi e le conclusioni che il suddetto blog enuncia. Trovo sempre dei contenuti ricchi di sagacia, intelligenza, ben argomentati e motivo di studio per me stesso. Questa volta però, ancorché le motivazioni addotte siano ineccepibili, mi trovo a dissentire, soprattutto in alcune considerazioni.
    Il Monti con questa decisione contraria a Roma 2020, presa a maggioranza dal Consiglio dei Ministri (Passera era favorevole alla candidatura), denota ancor di più quanto sia astruso e distante dalla nostra società, quanto sia distante dal popolo (sovrano?), quanto da governo cosiddetto tecnico l’attuale esecutivo si sia trasformato a tutti gli effetti in un governo politico (ricordiamo sempre che non è stato eletto). Questa è una scelta politica a tutti gli effetti e pertanto è inaccettabile!
    Monti compie in prima persona un vero e proprio atto di forza contro il comitato promotore, ma soprattutto contro il popolo italiano tutto. Si perché oltre a distruggere il presente, oltre a rispondere ai gruppi di potere di cui è advisor, oltre a non rappresentare e curare gli interessi del nostro paese (come ricorda il corriere della collera, non ha ottenuto nemmeno un euro di sconto dai tedeschi); con questo diktat inizia anche a distruggere il futuro, si è posto, secondo me volontariamente, nella dimensione di annientare ogni tipo di Sogno che ciascun individuo può avere in serbo nel proprio Io e nel proprio Animo.
    L’Italia in questa situazione sembra come un individuo che da una personalità adulta, invece di progredire verso una personalità genitoriale è regredito ad un livello fanciullesco. I fanciulli, oltre ad essere guidati, devono avere anche la possibilità di coltivare Sogni, di studiare, di adoperarsi affinchè tali Sogni possano divenire realtà o quantomeno a profondere il massimo degli sforzi.
    “Governare gli italiani non è impossibile, è inutile!”. Diceva qualcuno, ma costui almeno aveva capito che gli italiani hanno bisogno di sognare.
    Toglieteci tutto ma non la libertà di immaginare, di auspicare un evento che ci poteva riempire di orgoglio personale, individuale, nello stare al centro del Mondo, seppur per un solo mese. Una manifestazione planetaria come le Olimpiadi, anche nel pieno sport-business in cui siamo, richiama pur sempre ad antichi valori di lealtà, di sfida e di pace.
    Sara’ anche puerile questo ragionamento ma il rappresentante del bilderberg, della trilaterale, l’advisor di goldman sachs, di coca cola company etc. etc., ci ha tolto un Sogno ed essendo noi italiani in una fase fanciullesca della nostra esistenza lo vedremo sempre come l’orco cattivo anche se vuole mostrarsi affabile, pacato e si richiama all’equita.
    Il professor Monti per noi italiani è diventato Il Coniglio Mannaro!

    "Mi piace"

  • emmeg  Il febbraio 15, 2012 alle 5:15 am

    @antonio concordo pienamente. Bravo. Finalmente uno che pone gli argini a questa banda del magna magna. In tempo di crisi non mi faccio ne la villa, ne la macchina di rappresentanza.
    pero’ , spero’ che non si trasformi nel lupo mannaro che prende ai poveri per dare ai ricchi.
    ho l’impressione che monti continui a portare acqua al mulino di certa finanza ingorda.
    ogni soldo non speso, ogni denaro tolto allo sviluppo, ogni euro tolto ai comuni a favore della tesoreria, le pensioni tolte all’inps a favore di quella integrativa, la snam tolta all’eni, VA TUTTO IN QUELLA DIREZIONE.

    "Mi piace"

  • Carlo Cadorna  Il febbraio 15, 2012 alle 7:14 am

    Sono con Te! Finalmente una persona seria. Sapete cosa c’era dietro le Olimpiadi? L’intenzione del suocero di Casini di papparsi l’ippodromo militare di Tor di Quinto per costruirvi il villaggio. Ha già comprato tutti i terreni adiacenti.
    Ieri il Corriere della Sera ha indetto un sondaggio: il 90% si è espresso con Monti. Quanto al presidente del CONI dovrebbe vigilare sulle federazioni e invece vi impone i suoi compagni di congrega appoggiando ogni loro malefatta.
    Alla presidenza della FISE c’è un bandito che si è attribuito uno stipendio di 300.000 euro: leggete su http://www.lastriglia.com le sue prodezze!

    "Mi piace"

  • gicecca  Il febbraio 15, 2012 alle 7:16 am

    Si vive col cervello e anche col “cuore”. Si vive tutti i giorni col cappuccino e il cornetto, magari anche figurato, però la notte si sogna, magari di essere Rodolfo Valentino. Il Professor Monti tecnicamente vive, ma senza “infuturazione”, come dicono gli psichiatri, si muore.
    Per AdM: se non facciamo le Olimpiadi per paura dei ladri, finisce che non usciamo più da casa. Sarebbe stato bello se fossimo stati capaci di fare le Olimpiadi e Monti fosse riuscito a non far rubare. Parce sepulto. GiC

    "Mi piace"

  • Cip  Il febbraio 15, 2012 alle 7:52 am

    Il sogno non devono essere le Olimpiadi, ma un’altra Italia! Troppo facile delegare a qualcuno – che ci guadagna pure fiori di quattrini- la decisione e l’organizzazione del tutto e noi che paghiamo 10 miliardi di € per farci belli di fronte al mondo per un mese tra 8 anni. Con gli stessi soldi rifacciamo Roma per noi e non per un manipolo di costruttori. Metro, ferrovie, strade, piazze, musei, case…..per una città che costruisce il futuro dei giovani per il turismo, i beni culturali, l’informatica, la green economy. Altro che Olimpiadi!

    "Mi piace"

  • francesco silvani  Il febbraio 15, 2012 alle 8:19 am

    concordo pienamente

    "Mi piace"

  • Mario Maldini  Il febbraio 15, 2012 alle 9:12 am

    D’accordo totalmente con Antonio ( e con il Governo).Finalmente uno spiffero di
    aria pulita nella cloaca! Le Olimpiadi le facciano a Tripoli!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: