LA CLINTON SE NE VA. NON VERRA’ RIMPIANTA DA NESSUNO di Antonio de Martini

L’11 febbraio alle 15 e qualcosa, nel post ” La Cina in soccorso dell’Iran” concludevo, dopo aver analizzato gli errori che aveva commesso , ” forse e’ tempo per la Clinton di passare la mano”.
E’ di oggi la notizia che il vice presidente della Banca Mondiale Zoelneck ha annunziato che si ritirerà a giugno e che la candidata alla successione e’ Hilary Clinton.

Questi segnali, per piccoli che siano, hanno una duplice funzione.
Da una parte vellicano l’ego e mi inducono a continuare un’attività gratuita che nessuno mi impone e dall’altra, sono tanti sassolini alla Pollicino che mi confortano nella consapevolezza di essere capace di identificare – tra tante tracce – la via della realtà .
Un altro ammaestramento da questa vicenda e’ che le malmaritate e ‘ bene che si occupino di beneficenza o comunque si dovrebbero addolcire in qualche forma prima di poter decidere di guerra e pace. Il loro impulso inconscio a mandare uomini a morte appare sempre più evidente, come nel caso della Albright prima di Hilary che in nome dei torti fatti al suo papa’ anni prima ( leggere le sue memorie) bombardo’ la Serbia per un mese.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • giannicaroli  Il febbraio 16, 2012 alle 12:30 am

    dopo vent’ anni, FINALMENTE DAGLI USA UNA BUONA NOTIZIA ! Perché finisce l’ egemonia clintoniana-neo.con, esportazione della democrazia sulla punta delle baionette, e tutela dei diritti umani tramite terrorismo islamo-wahabita, da Kabul a Damasco, passando per Bagdad e Tripoli-Benghazi….
    Sta a vedere che gli americani, MA NON OSO SPERARLO, mollano pure i comunisti BERLINGUERUSCONIANI imposti al potere in Italia, tramite il golpe di Mani Pulite, E FINALMENTE LASCIANO GLI ITALIANI LIBERI DI SCEGLIERSI I LORO GOVERNANTI, come mai accaduto dal 1943…
    gc

    "Mi piace"

  • Anafesto  Il febbraio 16, 2012 alle 11:20 am

    Che la megera USA sia costretta a lasciare è una buona notizia, che succeda a Zoelneck in BM, assai meno.
    Che gli USA comincino a mollare la presa, sarei meno ottimista … siamo una colonia USA da oltre 66 anni e sinceramente non ne vedo la fine, anche per il fatto che l’intera Europa si è sottomessa come colonia USA.
    Certamente un nuovo impero sta crescendo, possiamo solo sperare che sia migliore di quello che sta declinando, ma non ne sarei così sicuro.
    L’impero USA ha mostrato la sua vera faccia dopo l’implosione dell’URSS e sicuramente ha dimostrato di essere parecchio peggiore del suo antagonista, che peraltro, anche quello, mica scherzava.
    Non saprei proprio immaginare, qualora assurgesse la Cina come unica superpotenza, come si ritroverebbe il resto del mondo, anche considerando che oggi siamo in 7 miliardi, demograficamente in crescita e sempre più dipendenti da energia e tecnologia.

    "Mi piace"

    • antoniochedice  Il febbraio 16, 2012 alle 2:25 PM

      Non ho mai detto nulla di quel che mi attribuisci. Mi sono limitato a dire che la previsione del CDC sulla Clinton e il decision making del governo USA si sono trovati ad analizzare la situazione alla stessa maniera e con le stesse scelte.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: