Archivi del giorno: gennaio 25, 2012

UNA NOVITA’ ARGENTINA NON NUOVA: RIVOGLIONO LE MALVINE E SI APPELLANO ALL’ONU. di Antonio de Martini

Il prossimo primo di Aprile, cadrà il trentesimo anniversario della guerra delle Falkland – o se preferite delle Malvinas – che consacrarono Margaret Tatcher come una signora con gli attributi come adesso molti, me compreso, considerano Cristina Kirshner presidentessa dall’Argentina fattasi notare per la trionfale rielezione alla presidenza, dopo essere succeduta al marito Nestor ed averne continuato la politica economica e sociale.

La Presidentessa, ha anche deciso , con un ricorso alla commissione per la decolonizzazione delle Nazioni Unite, di chiedere un tavolo negoziale con l’Inghilterra per discutere la vicenda delle isole Malvine, delle Sandwich del sud e della Georgia.

Ammaestrati dalla batosta subita, gli argentini hanno tenuto a precisare che il dossier non ha nulla a che vedere con le pregresse attività criminali del governo illegittimo dell’epoca e che non pensano minimamente ad atti di forza o dichiarazioni irredentiste.
Resta il fatto che come gli argentini del1982, avevano calcolato male la situazione e le alleanze ( pensarono di essersi assicurati la neutralità americana; che la vendita della portaerei ” Invincible” agli australiani e la riduzione della guarnigione fossero altrettanti segnali di disinteresse ) , anche questa volta , anno di grazia 2012, hanno fatto male i loro calcoli, sbagliando i tempi proprio come i generali.

Hanno sottovalutato l’orgoglio dei conservatori e il desiderio di David Cameron di collegarsi idealmente alla ” Lady di ferro” e si sono sentiti rispondere, per interposta persona che per quanto riguarda il governo di sua maestà , il caso e’ chiuso.
Queste questioni avrebbero potuto sollevarle con maggiori speranze di successo con i governi laburisti di Blair o di Brown, così come i generali avrebbero potuto attaccare a fine maggio, in maniera di veder sopraggiungere l’inverno australe prima della flotta inglese.
I regimi passano ma l’incapacità di fare analisi politico- strategica, rimane.

IL SIGNOR LUCIO SCRIVE COSE GIUSTE. MA NON CENTRANO IL TEMA

Il signor Lucio mi ha appena inviato un garbato commento al post in cui dice tre cose giustissime.
A) se invece di una famiglia – fatto già triste – fallisce un paese, e’ una catastrofe
B) i debiti vanno pagati .
C) i debiti vanno pagati anche se contratti da un governo ostile. Continua a leggere

COME L’ARGENTINA E’ USCITA DALLA CRISI GRAZIE A UNA POLITICA OPPOSTA A QUELLA CHE VOGLIONO IMPORCI. IL NOBEL USA STIGLITZ CI CONSIGLIA LA SOLUZIONE ARGENTINA. di Antonio de Martini

La guerra di indipendenza dell’Argentina dalle politiche economiche del FMI ( Fondo Monetario Internazionale) e’ costata ” solo” 40 morti ( quanti ne muoiono in Italia in un week end di sbronza in incidenti automobilistici che come noto provocano cinquemila morti all’anno) nei moti di Natale del 2001 ( 19 e 20 dicembre)
Andiamo per ordine.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: