Archivi delle etichette: politica industriale della Difesa

ITALIA : QUANTI AEREI COMPRARE E DA CHI NEL DOPO GUERRA FREDDA. RISPONDE IL GEN ALBERTO ZIGNANI CHE E’ STATO DIRETTORE DEGLI ARMAMENTI.

Sapete tutti ormai della annosa  e pallosa questione dell’acquisto italiano  degli aerei F 35, frutto di una collaborazione multinazionale che è stata rilanciata proprio oggi dal portavoce della impresa pilota costruttrice Joe Della Vedova, che ha smentito le dicerie italiane circa la riduzione del numero degli aerei da acquistare da parte dell’Italia.

Per cercare di mettere un punto fermo alla questione concreta ( e non alle logiche del dopo) ho chiesto al generale Alberto Zignani che ha lasciato il servizio dopo essere stato Segretario Generale  della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti, come ci si dovrebbe comportare in queste vicende e se è cambiato qualcosa dai tempi della guerra fredda ad oggi. Ecco la risposta depurata di alcune considerazioni personali che non interessano che il sottoscritto. Continua a leggere

F 35 A UNO A UNO SI SFILANO TUTTI. PER L’ITALIA IL COSTO SARÀ DI DUE MILIONI DI EURO AL GIORNO PER 24 ANNI SENZA TENER CONTO DELLE DEFEZIONI.

http://corrieredellacollera.com
Il costo fantasmagorico del caccia F 35 è stimato ormai a 40 miliardi ( con un aumento non ancora stabilizzato del 50%) ed è in continua lievitazione.
Il problema si va acuendo anche perché, oltre al costo complessivo, va aumentando il pro-quota dei singoli partecipanti superstiti a causa della diminuzione degli ordini ( diminuendo le ordinazioni di aerei la catena di montaggio fa crescere il prezzo di ogni singolo aereo) e della defezione dei finanziatori.

Oltre a Stati Uniti e Gran Bretagna che sono partners di prima linea ci sono Italia e Olanda di seconda linea ed altri paesi.
Tra gli Stati che avevano preso una opzione di acquisto, si sono già defilati, Canada, Turchia e Australia.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: