LA CORTE DEI CONTI SI SVUOTA. CHI CONTROLLERA’ I CONTI PUBBLICI?

Entro questa settimana 420 – quattrocentoventi – magistrati della Corte dei Conti ( quella che fece dire alla Brambilla: “ma che c’entrano i nobili adesso” al capo di gabinetto che la invitava a fare gare invece di dare affidamenti diretti) andranno in pensione a domanda.
Motivazione: hanno maturato l’anzianità e non vogliono che il loro trattamento venga alterato dalle scelte del decreto Monti: rateizzazione della liquidazione, abbassamento della pensione e allungamento di tre anni della messa in quiescenza.

Due sole brevi considerazioni:

A) i professori non hanno ancora imparato la lezione della umiltà e continuano a fare sciocchezze per disprezzo verso i “pubblic servants” che potrebbero evitar loro queste figuracce, se venissero ascoltati.
Ovviamente, nel momento in cui bisogna mettere sotto controllo i conti pubblici, i più esperti tra i magistrati se ne vanno, solo perché e’ mancato un comma che facesse una eccezione per quattrocento persone indispensabili per controllare i bilanci dei ministeri e degli enti locali.
Complimenti alla ministra Elsa Fornero che, oltre a ricordarmi la matrigna di Cenerentola, mostra di avere un grande concetto di se, anche se pare non riuscire a trasmetterlo agli altri.
Perche’ non prova a dare retta a chi se ne intende invece di credere di saper governare?

B) Complimenti anche ai magistrati della Corte dei conti protagonisti di questo esodo in massa che dimostra quale sia il loro senso dello stato, la loro motivazione a servire lo Stato e la loro preoccupazione a contenere il debito pubblico.
Un altro gruppo di magistrati che ha perso una occasione per mostrarsi devoti al bene comune.
Speriamo solo che almeno non ci sia poi la solita indecorosa pantomima per far entrare i figli al loro posto. Ci vorrebbe una legge su questo scandalo nello scandalo. Se Monti o la Fornero decidessero di svecchiare e annunziare che ” da oggi in poi alla Corte dei conti si entra solo per concorso” si conquisterebbero la stima e la considerazione generali e io stesso ne tesserei le lodi per il resto della legislatura.

I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • Mario Maldini  Il dicembre 23, 2011 alle 8:47 am

    Hai sbagliato solo la data: è sempre l’8 settembre da noi. Auguri di un prospero
    e gagliardo Anno Nuovo!

  • Roberto  Il dicembre 27, 2011 alle 6:20 pm

    La Merkel e Sarkosy!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: