UNIONE EUROPEA & N.A.T.O: DUE MODI PER DIVIDERSI. SOLO LA NEUTRALITÀ CONSENTE L’UNITA NAZIONALE E LA CREAZIONE DI UN BLOCCO DI NAZIONI PACIFICHE.

Ormai siamo annegati da comunicazioni interessate di gruppi di paesi che aggregano i membri e li orientano a seconda della convenienza di pochi. L’ appartenenza alla NATO è giudicata superata dal 38% degli italiani ( PEW research) e l’Unione Europea viene regolarmente respinta da ogni referendum popolare ( Irlanda, Danimarca, Grecia ecc) che venga fatto Continua a leggere

14 LUGLIO 1789.LA RIVOLUZIONE IN UN SAGGIO DI BENIAMINO DI MARTINO. CI SPIEGA PERCHÉ, ANCHE OGGI, IL PEGGIO E’ PREFERIBILE ALL’IMMOBILISMO.

La Geopolitica non c’entra, ma la narrativa della rivoluzione francese contiene alcuni insegnamenti utilissimi oggi specie per l’Italia.  L’autore dimostra che la rivoluzione francese è stata molto sopravvalutata nei risultati e sottovalutata nei delitti. Essendo un reazionario, ma non un conservatore, sono molto d’accordo con l’autore di questo bellissimo libro.. Continua a leggere

Guerra di Siria: la massoneria scende in campo  a Aleppo per salvare i suoi

l’ambasciata belga in Libano ha comunicato di aver ” esfiltrato” 244 cittadini di Aleppo che hanno ricevuto asilo in Belgio.

La notizia ha destato curiosità e interesse per la segretezza con cui è stata condotta a termine. Continua a leggere

Spunti di Consapevolezza – Amarsi

Originally posted on Dott.ssa Ilaria Rizzo:

cons9

View original

HABEMUS PAMPAM ! IL POPULISMO VINCE LE ELEZIONI ANCHE IN VATICANO. di Antonio de Martini

antoniochedice:

14 marzo 2013. ” Il Papa mi sembra un populista nel senso migliore del termine…L’America Latina ha perso Chavez ma ha acquistato Francesco”

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

Mussolini definì San Francesco, il più italiano dei santi, il più santo degli italiani. quando questi fu scelto come patrono d’Italia.
L’elezione di un Papa argentino porta alla ribalta la polvere sotto il tappeto della globalizzazione: il problema del debito dei paesi del nuovo mondo, le acute tematiche sociali provocate dal capitalismo protestante, ridimensiona le elucubrazioni delle conventicole tipo CL e Opus Dei, valorizza meditazione e spiritualità e nobilita il concetto di populismo che smetterà di essere brandito come una mazza ferrata contro gli avversari italiani e internazionali.
L’America Latina ha perso Chavez, ma ha acquistato Francesco.
Il Papa mi sembra un populista nel senso migliore del termine e questo è un pericolo reale per tutte le istituzioni italiane e internazionali – notoriamente basate sul privilegio – se il suo regno dovesse durare a sufficienza, diciamo quattro anni.

View original 263 altre parole

QUANTE DIVISIONI HA IL PAPA? LE CHIESE CATTOLICA E ORTODOSSA SI ALLEANO PER OTTENERE UNA SOLUZIONE POLITICA IN SIRIA.

antoniochedice:

Monsignore, c’è anche questo

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

http://corrieredellacollera.com
nel post “piccoli passi verso la pace” pubblicato l’11 febbraio scorso scrivevo :
” Nel frattempo a Damasco cogliendo l’occasione dell’incoronazione del nuovo Patriarca ortodosso ” di Antiochia e dell’Oriente”, che succede a Ignatius IV , Giovanni Yazidis – siriano di Latakia, zona Alawita – è giunto anche il Patriarca maronita ( rito orientale fedele a Roma) il cardinale Bechara al Rai, grande critico della occupazione siriana del Libano e quindi avversario dichiarato degli Assad .
L’evento, avvenuto nella chiesa della Santa Croce e dato in diretta dalla TV siriana anche a dimostrazione che le notizie di attacchi ribelli a Damasco sono fandonie, ha consentito l’incontro tra prelati cristiani ( i cristiani sono oltre seicentomila e tutti o quasi pro- Assad ) , con il ministro dell’informazione Omran al Zoubi e col vice ministro degli esteri siriano Faisal Mekdad, i quali hanno ripetuto l’offerta di negoziati di pacificazione…

View original 518 altre parole

CONTINUA LA MARCIA DI AVVICINAMETO TRA I CATTOLICI E GLI ORTODOSSI CON GESTI SENZA PRECEDENTI. di Antonio de Martini

antoniochedice:

C’è un monsignore che non l’ha letto…

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

Dopo secoli di polemiche e scomuniche reciproche, i rapporti tra i cattolici ed il mondo ortodosso stanno vivendo una fioritura di primavera.
Dopo gli incontri e l’unità di intenti e di azione manifestati dai Cristiani di Siria, prima, e del Libano poi, ( col Patriarca Bechara Butros Rai che si recò a Damasco per l’intronazione del Patriarca ortodosso di Antiochia e di tutto l’Oriente e poi incontrò a Mosca il Patriarca Kirill II e il presidente della Duma Sergej Naryshkin), dopo il gesto di cortesia liturgica senza precedenti della presenza del Patriarca Bartolomeo di Costantinopoli che ha partecipato alla cerimonia inaugurale del papato di Francesco e dopo l’adozione da parte del Papa della formula di insediamento ortodossa all’intronamento in San Giovanni in Laterano, ecco l’annunzio che il Patriarca Copto ( ortodosso) Tawadros di Alessandria verrà a Roma attorno al 10 maggio in visita al Papa e vi resterà alcuni…

View original 275 altre parole

CHI HA SPARATO A PAPA WOJTYLA ? COSA VUOL FARE A PAPA FRANCESCO. di Antonio de Martini

antoniochedice:

da seguire

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

Una recente ricerca del ” fact tank” Pew research Center indica come formidabile la popolarità di Papa Francesco nel mondo. Questa è geopolitica.

Il Pew Research Center si presenta come un ” non partisan, fact finding” e specifica che “it does not take policy positions”.

Le interviste sono state fatte a 50.994 persone maggiorenni ( oltre i 18 anni) di 43 paesi ed è stata condotta dal 1 novembre 2013 al 5 giugno 2014. Senza badare al tempo o ai fondi necessari.

A livello mondiale risultano favorevoli all’attuale Pontefice il 60% degli abitanti, contrari il 11% ( tra cui Raoul Castro che medita di cambiare campo) e ” non sa o non si pronunzia o rifiuta di rispondere” il 28%. 

View original 1.670 altre parole

GRECIA E DINTORNI: IL MERCANTILISMO ESASPERATO PRODUCE CAOS ECONOMICO E BARUFFE “NAZIONALISTE” . O COSTITUENTE O CIASCUNO A CASA SUA. di Antonio de Martini

Per misurare il grado di corruzione materiale e morale che alberga tra i politici, gli storici e i  giornalisti nostrani, basta leggere i libri balzani  che circolano e vedere notiziari e giornali. Continua a leggere

INTERVISTA  DI ANTONIO DE MARTINI AL GENERALE  MARIO MORI SU INTELLIGENCE E TERRORISMO, DOPO TRENTA ANNI DI LOTTA AL TERRORE.

http://corrieredellacollera.com

Una vita  intera a dare, con successo, la caccia ai terroristi italiani e stranieri e tredici anni da imputato a Palermo, sempre assolto. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 692 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: