TENSIONI DEL LEVANTE: UN’ALTRA ILLUSTRE VITTIMA È L’UMORISMO.

Il Sense of humour ebraico è proverbiale, ma da qualche tempo sembra fiorire solo nella diaspora.
Il Teheran Times ha di recente annunziato che una organizzazione iraniana che fa capo a grafici di fumetti satirici, il Sarcheshmeh Cultural Complex , in risposta agli sfottò Continua a leggere

RONCONI E LA RAI. MA CHE TASSO DICI ?

La domenica devo smettere di andare a mangiare da mia suocera, perché mi si rovina la digestione.
Ha il vezzo di sentire il TG 2 e così, incolpevole, ascolto.
Ho appena sentito, nel corso del ” coccodrillo” ( termine di gergo giornalistico con cui si indica il necrologio) su Luca Ronconi che l’Orlando furioso è opera ” del Tasso”.

LA RASSEGNA DELLA STAMPA INTERNAZIONALE DEL SABATO 21 FEBBRAIO , di Gianni Caccarelli

Un rapporto del McKinsey Global Institute di questo mese (feb 2015) evidenzia che tutte le maggiori economie hanno oggi un rapporto di prestiti (rispetto al PIL) più elevati rispetto al 2007. Continua a leggere

STANCHI DELL’EUROPA I VARI PAESI SI STANNO ATTREZZANDO IN SOTTOGRUPPI. TRANNE I MEDITERRANEI. di Antonio de Martini

antoniochedice:

LA GRECIA , COME ALLE TERMOPILI, E’ RIUSCITA A RITARDARE L’INVASIONE DEL MEDITERRANEO, MA ADESSO SERVE UNA INIZIATIVA POLITICA MEDITERRANEA.

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

http://corrieredellacollera.com

L’Unione Europea, nacque come esigenza di protezione economica, politica e militare all’indomani della guerra mondiale e con Stalin vivo.
La morte di Stalin prima e la fine della guerra fredda poi, hanno messo la sordina agli aspetti politico culturali che ne avevano provocato l’entusiastica accettazione delle popolazioni, per diventare sempre più luogo di incontro e scontro mercantile di interessi pur legittimi ma a volte illegittimamente promozionati.

L’Unione Europea del dopo guerra fredda richiama sempre più un enorme vetro di sicurezza colpito da un meteorite che mostra una serie di crepe.
Siamo ormai in molti a chiederci quale sarà la crepa che cederà per prima e se non sia il caso di pensare a rinforzare la lastra prima del crack.

Dietro il mito di Europa dei 27( ormai 28) si sono formati gruppi di stati accomunati da un interesse a loro avviso trascurato dal centro.
Quando in una unione…

View original 582 altre parole

GROTTESCO. IL GOVERNO PROPONE PER ROMA LE OLIMPIADI DEL 2024 ! DOPO IL DANNO LA BEFFA.

antoniochedice:

FORSE E’IL MOMENTO DI RIPENSARE ALLA CANDIDATURA DI ROMA COME SEDE OLIMPICA VISTA LA CAPACITA DI MANTENERE SOTTO CONTROLLO I TIFOSI E VISTO CHE HANNO SCELTO MONTEZEMOLO ( il candidato a Sindaco di Roma di Vittorio Sbardella) COME PRESIDENTE DEL COMITATO. E ALLA CONFERENZA STAMPA SI E’ PRESENTATO ASSIEME A CARRARO….

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

Le probabilità che tra dieci anni io sia morto – avrei 85 anni – sono altissime, quindi spero di essere creduto se dico che non sono sospettabile di difendere interessi non confessabili.

L’aver rifiutato di candidare Roma alle Olimpiadi del 2016 è l’unico fiore che Mario Monti può portare all’occhiello e il presidente del Consiglio può facilmente verificare quanti componenti del comitato promotore siano già stati oggetto di provvedimenti di giustizia . Non glielo dico per non guastargli la sorpresa, ma temo proprio che gli abbiano teso una trappola.

View original 258 altre parole

L’ORDINE REGNA NEL SAHARA. MA ATTENTI, NON È UN NUOVO AFGANISTAN. È UN NUOVO VIETNAM. di Antonio de Martini

antoniochedice:

la situazione in Noed Africa vista a Gennaio 2013 . I Touareg: i kurdi dell’Africa.

Originally posted on IL CORRIERE DELLA COLLERA:

Http://corrieredellacollera.com

Abu al Baraa, Tahar ben Chenab, Mokhtar belmokhtar, le varie agenzie indicano nomi e nazionalità differenti per il vertice del commando frettolosamente distrutto dall’esercito algerino, ansioso di chiudere la vicenda evitando ingerenze straniere nelle sue vicende interne: il premier inglese Cameron aveva ripetutamente intimato al governo algerino di informarlo preventivamente in caso di passaggio all’azione ma il Presidente algerino Abd el Aziz Bouteflika ammaestrato dall’esperienza libica, non ha abboccato e ha proceduto in solitaria.

View original 585 altre parole

I VANDALI IN ITALIA NON SONO QUELLI CHE CREDETE E NEMMENO ALL’ESTERO. di Antonio de Martini

Come non ho partecipato alla crociata contro i fanatici mussulmani, così non parteciperò a quella contro gli hooligan olandesi.
I colpevoli sono tra noi e siamo noi che li abbiamo eletti e incaricati di proteggerci. Adesso dobbiamo decidere dI cacciarli. Continua a leggere

DISTRUTTA LA GRANDE INDUSTRIA ITALIANA, VOGLIONO DISTRUGGERE ANCHE LAE PICCOLE IMPRESE SOFFOCANDO LE BANCHE COOPERATIVE DI TERRITORIO. di Mario Lettieri e Paolo Raimondi

I due economisti autori dell’articolo forniscono una asettica descrizione del delitto che si vuole compiere, ma non forniscono il movente, ne riconoscono le colpe delle future vittime. Provvedo.
Certo le Banche Popolari sono delle sentine di affari ci poco puliti tra compari. Furti di caramelle rispetto ai su prime e il truccaggio degli indici LIBOR e consimili mascalzonate planetarie.
Spessissimo la dirigenza di queste banche si auto perpetua e si trasmette in via ereditaria. Tutte pecche rimediabili un limite di mandati e la proibizione di assumere parenti fino al quarto grado.
Ma si dimentica che da Ferrari a Della Valle sono tutti stati artigiani.
Continua a leggere

IL KATAR RICHIAMA L’AMBASCIATORE AL CAIRO A CAUSA DELLE BOMBE SULLA LIBIA. E SI SCOPRONO GLI ALTARINI. di Antonio de Martini

A seguito del bombardamento egiziano sulla Libia degli scorsi due giorni, l’Emirato del Katar ha richiamato il proprio ambasciatore al Cairo ” per consultazioni”.
Si tratta di una formula di convenienza che fa parte di una escalation consistente in ritiro per consultazioni, seguito dal ritiro tout court ed infine dalla rottura delle relazioni diplomatiche. Continua a leggere

LA GRECIA HA UN NUOVO PRESIDENTE: È DI NUOVA DEMOCRAZIA ELETTO COI VOTI DI SYRIZA , ANEL E NUOVA DEMOCRAZIA. di Antonio de Martini

Si chiama Prokopis Pavlopoulos, ha 64 anni ed è stato eletto con 233 voti ( Syriza+ANEL+ Nuova Democrazia) su 300 deputati.
Il neo presidente ha avuto 53 voti più della maggioranza richiesta di 180 voti. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 625 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: