CORRUZIONE A ROMA: “CONTRORDINE COMPAGNI: SIAMO CORRETTI E NON CORROTTI.” PAROLA SUA, NON DEL MAGISTRATO. di Antonio de Martini

Pochi anche tra i piu anziani ricorderanno “Candido” di Guareschi. Era una boccata d’aria fresca, di umorismo e correttezza giornalistica Poi il suo ricordo venne storpiato dai remake di patetici imitatori senza fantasia.

Amavo con entusiasmo adolescenziale,  soprattutto la rubrica che presentava due versioni opposte e faziose dello stesso fatto, un colonnino  firmato Cesare e l’altro Spartaco, in cui questo grande artigiano della comunicazione dava il meglio di se.

Adoravo anche  la vignetta ” Contrordine compagni” in cui un messaggero accorreva a portare il contrordine del momento ai militanti in lotta. Ricordo in particolare una vignetta.  Alcuni uomini sul greto dell’Arno si picconavano i genitali, mentre giungeva trafelato il messaggero che gridava, “contrordine, il capo ha detto scaglionatevi lungo il fiume!” ( il neretto è mio). Continua a leggere

LE TRE IPOTESI DEL PREFETTO GIUSEPPE PECORARO SU COSA FARE A ROMA CONTRO LA CORRUZIONE POLITICA

Dopo aver detto che non gli risultava nulla ( il prefetto è la massima autorità antimafia) dopo che i giornali hanno pubblicato la notizia che il Prefetto aveva ricevuto il pregiudicato Carminati in ufficio per presentare i progetti della 29 giugno, finalmente il prefetto di Roma dice qualcosa che fa pensare all’esistenza di un residuo di materia grigia.
” Esistono tre ipotesi: accedere alle carte, sciogliere il consiglio comunale, non far nulla in sovrapposizione con la magistratura. ( quindi aspettare un paio di anni).

Continua a leggere

SCANDALO A ROMA: LE IMPLICAZIONI SINDACALI DI CUI TACCIONO TUTTI. di Antonio de Martini

Con questi appalti fasulli siamo nel ” terzo settore” quello da cui Renzi si aspetta il rilancio economico e i valori sociali.
Quello che viene chiamato dei ” servizi alla persona”. Forse sarebbe meglio chiamarli meglio ” sevizietti”.

Continua a leggere

ROMA . SERVE LO SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO E AZZERAMENTO DELLE CARICHE APICALI, NON NUOVE ELEZIONI . di Antonio de Martini

Per fare il bene della città, invocato da molti come alibi per l’inazione, è necessario non sciogliere il consiglio comunale per mafia, ma per mala gestio e chiuderlo per bancarotta insediando un commissario ad acta per due anni almeno, senza inseguire le solite chimere elettorali.

Continua a leggere

ROMA CORROTTA: L’ONOREVOLE ANGELINO, IL PREFETTO DI ROMA E IL PRESIDENTE DEL SENATO SPEDITI IN AVANSCOPERTA PER EVITARE LO SCIOGLIMENTO. MA CHI NON INTERVIENE È COMPLICE.

Il ministro dell’interno Angelino Alfano deve avere un gran debito di riconoscenza verso il presidente del Senato Pietro Grasso da Licata, perché la sua presenza ci impedisce di considerarlo l’uomo più vuoto del mondo politico italiano.

Continua a leggere

GEOPOLITICA DEI GASDOTTI DA ORIENTE VERSO L’EUROPA . di LUCA TRIBERTICO

Per servire il mercato energetico dell’Europa centrale e meridionale, dei Balcani e della Turchia, i gasdotti in progetto erano diversi, ma il percorso viene chiamato per la sua funzione con un unico nome: Southern Gas Corridor. Continua a leggere

TURCHIA AL BIVIO TRA ASIA E EUROPA. LA FINANZA SUL WEB PORTA IN VIDEO LA TESI DE MARTINI

La Turchia è un Paese di straordinaria importanza geopolitica, oltre che economica. Membro della NATO e aspirante membro dell’Unione Europea, negli scorsi decenni la Turchia è stata saldamente ancorata all’Occidente. Negli ultimi anni tuttavia la Turchia sembra incamminata verso un graduale allontanamento dai suoi partner europei ed americani, mentre il rapporto con Israele sembra essersi deteriorato. Antonio De Martini, esperto di questioni mediorientali, ci spiega i motivi di questo cambiamento e i possibili sbocchi.

ROMA CORROTTA: COME USCIRNE: COMMISSARIARE COMUNE E PARTITI. FAR FALLIRE IL COMUNE PER RISPARMIARE E PUNIRE I ” FORNITORI”. CANDIDATI NUOVI E NON PARENTI DEI VECCHI.

Deve essere davvero una brutta vicenda se persino il Prefetto di Roma, Pecoraro, si è svegliato dal letargo per fare una dichiarazione alla Don Ferrante.
Il primo a riconoscersi responsabile dovrebbe essere lui che ha rilasciato a tutti i certificati antimafia con le ridicole procedure che sappiamo. E non si è sognato di denunziarne la burocratica inutilità. E non ha indagato. E non ha capito ne sospettato nulla. Un uomo inutile.

Continua a leggere

CRISI SIRIANA E DESTINO DEGLI OSTAGGI SI INTRECCIANO: ARRESTATE MOGLIE E FIGLIA DI AL BAGHDADI E DI UN CAPO DI AL NUSRA. INIZIA IL MERCATO DEGLI SCAMBI DI INNOCENTI. di Antonio de Martini

Pio Filippani Ronconi, famoso specialista delle religioni orientali, nel suo libro ” Ismaelliti ed Assassini” ( ed Thor) racconta di una situazione analoga occorsa tra i crociati e i saraceni poco dopo il mille : la scoperta dell’esistenza di un mercato degli ostaggi con ricchi riscatti reciproci e favori innominabili che si preferì nascondere.

L’Agenzia Stratfor – specializzata in notizie e analisi di intelligence di provenienza USA – ha dato notizia dell’arresto di una donna e una bambina di nove anni che sarebbero la moglie e la figlia del famigerato Al Baghdadi, il capo del DAESCH.

Le donne sarebbero state fermate alla frontiera col Libano, senza specificare a quale varco, mentre cercavano di entrare nel paese e l’analisi del DNA avrebbe confermato la parentela della bambina con ” il Califfo”.

Continua a leggere

OGGI ERA L’ANNIVERSARIO DI AUSTERLIZ….PECCATO AVERLO TRASCURATO

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 579 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: