FLORENCE LAMBLIN : Vive la difference !

La signora Florence Lamblin ha dato le dimissioni dalla carica di vice sindaco del XIII arrondissement di Parigi, ovvero dell’equivalente di una nostra circoscrizione.
Lo ha fatto su invito del sindaco della città Bernard Delanöe e del sindaco della circoscrizione Jérôme Cousset.

La signora in questione è stata imputata ( non giudicata) dal tribunale per riciclaggio legato al traffico di droga.
A prima richiesta dei due sindaci, la signora si è dimessa dall’incarico elettivo senza far storie.

In Italia, si discute ancora se un eletto dal popolo ( specie che non esiste: sono scelti, nella migliore delle ipotesi, dal partito, ma in genere direttamente dal capo della congrega così chiamata) debba dimettersi dopo il giudizio di appello o abbia diritto di attendere il verdetto della Corte di Cassazione.
Da parte del partito avversario, non una parola, non un abbinamento imputata-partito di appartenenza.

Hanno lasciato che il partito della signora liquidasse la faccenda eliminando la signora in questione dalla vita politica della città, non candidandola al Parlamento.
Mi dicono che, a vario titolo, esistono cento parlamentari italiani che dovrebbero dimettersi se questo costume prendesse piede da noi.

All’idea che anche il prossimo Presidente della Repubblica verrà scelto tra e da questi parlamentari , mi vengono i brividi, ma non più la nausea.
Segno che mi sto assuefacendo.

About these ads
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Commenti

  • Enrico Galoppini  On ottobre 14, 2012 at 9:42 am

    Avevo lasciato un commento, ma o si è perso o è stato cancellato.,. Nella seconda ipotesi, ne prenderei atto, senza lamentarmi della “non democraticità” del provvedimento. In fondo uno in casa sua fa quel che vuole.

    • antoniochedice  On ottobre 14, 2012 at 10:10 am

      Grazie per il riconoscimento. Approfittare di qualsiasi argomento per svolgere una critica alla democrazia, lo trovo sterile e non attinente al tema del blog.
      Democrazia e Cristianesimo durano da un paio di migliaia di anni.
      Opporsi in astratto mi pare, come minimo, una battaglia di retroguardia.
      Il miglior modo per far ricredere l’interessato e fargli apprezzare quel che non apprezza e’, appunto, una buona censura.
      Molti riscoprono la democrazia quantomeno ad uso personale.

      • Enrico Galoppini  On ottobre 14, 2012 at 10:23 am

        Tuttavia in questo modo i lettori del Suo blog non sapranno a cosa, di preciso ci stiamo riferendo; quindi, anche per rafforzare la posizione che ha assunto nei confronti di quella breve ed incompleta “critica alla democrazia”, avrebbe fatto meglio a non censurare quel mio commento, ponendolo così di fatto al “pubblico ludibrio” – assieme al sottoscritto -.dei democratici fruitori del blog, che certamente non mancheranno.
        Cosa significhi poi “Democrazia e Cristianesimo” non l’ho capito. Dio, comunque ce lo si voglia raffigurare (cosa del resto d’importanza relativa, poiché Egli ha una Sua Realtà oggettiva, anzi è, in ultima istanza, l’unica Realtà), non credo proprio sia “democratico”, almeno nel senso in cui lo intendono i moderni. Tanto per dirne una, mica sta “dov’è” grazie a delle “consultazioni elettorali”! Pertanto, essere “cristiani e democratici” (e pure antidemocratici, perché accettare l’antitesi di un errore è un errore anch’esso dato che implica dualismo) è una palese assurdità!

      • antoniochedice  On ottobre 14, 2012 at 10:35 am

        I lettori hanno ben chiara la ragione della censura : e’ andato fuori tema e non e’ il primo su questo argomento. Puo’ andare a vedere il mio post ” ho esercitato censura” che ho pubblicato la primaq volta che tolsi la parola a qualcuno. Di Dio non mi permetto di parlare in quanto inconoscibile. Lei in sostanza mi imputa di essere quel che lei dice di apprezzare . Buona domenica.

  • gicecca  On ottobre 14, 2012 at 3:52 pm

    Tornerei al tema del post, nella impossibilità di capire il tema delle discussione di cui sopra (apprezzo comunque che il signor Galoppini dica e affermi che “Dio ha una Sua realtà oggettiva, anzi é l’unica Realtà” e non sta dove sta per esservi stato eletto a maggioranza o con un porcellum-mattarellum). Noto che anche in Francia si può essere accusati di riciclaggio di denaro sporco, e che quindi la possibilità del reato non é, come a volte sembra, retaggio esclusivo di Italiani mafiosi e Greci levantini. Ciò mi rende ancor più dolce una domenica di ottobre in bicicletta e a piedi. GiC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 565 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: