CINQUE GIORNI A SETTEMBRE. MA NON È IL SOLITO GIALLO ( E BIANCO) : IL MAGGIORDOMO HA UN ALIBI, È GIÀ IN GALERA. di Antonio de Martini

31 AGOSTO
L’Agenzia Italia annunzia che le condizioni del Cardinal Martini si sono improvvisamente aggravate. Mi picco di essere un attento lettore di giornali, ma non ricordo di aver letto della malattia, anzi .

Il Maggiordomo Paolo , apprende, presumo, la notizia e decide di cambiare linea di difesa ( ma non “si era pentito e aveva detto tutto”?) e cambiare avvocato.

Tre ore dopo la solita agenzia annunzia la morte del Cardinale Martini ” specificando – era necessario? – che aveva chiesto di non ricevere altre cure.

NEI GIORNI SUCCESSIVI:

Abbiamo assistito a un autentico ” build up” televisivo attorno alla salma del defunto cardinale, ormai non più Arcivescovo della Diocesi di Milano.
Al funerale una folla degna della principessa Diana di Windsor e ben maggiore di quella di Madre Teresa.
Il messaggio del Papa non viene letto dal Cardinale Scola, titolare della Diocesi, ma da un messo papale ( il canonico di S Pietro , mi pare) giunto da Roma.
Il testo invita di distinguere il falso e l’ apparenza dal vero.
Un gesto del Papa per non mettere Scola in una scomoda posizione in seno allo zoccolo duro della Diocesi che non lo ha ancora digerito del tutto?

4 SETTEMBRE

Risuscita il cardinal Ruini sotto forma di una interminabile intervista al TG1 del mattino per presentare il suo libro ” Intervista su Dio” . Dice che non è un teologo, ma un modesto ( per diciassette anni) insegnante di Teologia. Evidentemente si tratta di una dispensa per gli studenti della Gregoriana.
Cita una frase di Martini che la chiesa è indietro di 200 anni, non sconfessandola, ma spiegandola…

Quel che appare evidente è che l’evento è servito ad una forma di ” beatificazione” per offrire una sorta di immunità a qualcuno, prima della conclusione dell’istruttoria di Vatileaks e il destro è stato colto non appena avuta notizia dell'”aggravamento” del Cardinale Martini.

Si farà il processo?
Il prossimo Papa, sarà italiano? Il proverbio dice che non c’è due senza tre.

About these ads
Trackbacks are closed, but you can post a comment.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 519 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: