IL PROFESSORE LA SPARA GROSSA ANCORA UNA VOLTA. IN SICILIA C’È UN GIUDICE POVERO E IL MIRACOLO ECONOMICO ITALIANO NON È MAI ESISTITO.

Dopo Il furto del mio IPad e la sua sostituzione con un esemplare difettoso, posso finalmente riprendere la comunicazione.
Nel frattempo, l’Italia ha smesso di sperare in Supermario ( Monti) e iniziato a sperare in Supermario ( Balotelli), mentre viviamo uno scandaletto/one che coinvolge il Quirinale e lambisce lo stesso Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

La storia è la solita.
Qualcuno è convinto ( glielo ha detto, stando rispettosamente sull’attenti, il buon Dio) che ci fu una trattativa tra Mafia e Stato nel 1992/3 e ha deciso di indagare seguendo la linea strategica dell’interrogatorio dei VIP.
Anche se non ci si “azzecca”, si diventa famosi e comunque, da cosa nasce cosa.
Nella rete è caduto Nicola Mancino all’epoca Ministro dell’interno, perché il gioco è semplice : basta fare domande separatamente a un paio di VIPolitici e poi confrontare le risposte per metterli in difficoltà . Il duetto è tra Martelli e Mancino.
La trattativa Stato-Mafia c’è stata , ma in occasione della installazione degli Euromissili a Comiso in Sicilia. Serviva evidentemente procedere speditamente coi lavori, ” per non fare brutta figura con l’alleato”. Il prezzo pagato è individuabile negli appalti. Nessuno ci dice chi ha costruito la base NATO. Che strano.
La trattativa Stato Mafia ( Camorra) ci fu a Napoli in occasione del sequestro Cirillo.
Bisognava salvare il compare. Il compare si salvò. Niente inchieste. Che strano.

Per Comiso il Presidente non era Napolitano. Per Cirillo, il Presidente non era Napolitano. Perché si punta allora a Napolitano, dopo aver puntato a Nicola Mancino e prima ancora al generale Mario Mori che non c’entrano nulla?

Semplice , Mori si inimicò la Procura della Repubblica per ragioni che dovremo un giorno riuscire a documentare e che vanno a suo onore.
Lo Stato non ha difeso il suo servitore e questo è l’errore che ha portato fino al Presidente della Repubblica.
Questa mancata difesa, ha imbaldanzito il PM che ha attribuito al tiro corto la mancanza di attenzione governativa e lo ha indotto ad alzare il tiro, mirando a Nicola Mancino che nel frattempo ha proseguito il suo ” cursus honorum”, mentre Martelli, non più affiliato a Partiti e con le sessanta preferenze avute alle comunali di Siena, ormai non interessa..
Più sfacciato di Mori ” uso a obbedir tacendo” , Mancino ha “smanettato” per uscire dal labirinto delle insinuazioni e le accuse, chiamando gli amici.
A questo punto, il PM , ritenendo cotto il pollo, batte la ” pista Di Pietro, d’Ambrosio & partners”
e chiede al Partito Democratico di candidarlo alle elezioni: vuole una via di uscita “onorevole” dalla smerdata che lo attende al processo Mori, dove l’accusa è cambiata completamente già tre volte, senza che mai nulla sia stato provato. Non si cambia processo, si cambia l’accusa in corsa!
Il PD , sia lode a lui, risponde picche. Niente seggio a Ingroia. Oltretutto diminuiamo il numero dei deputati.
A questo punto, il PM non ha alternative al rilancio.
Se il PD non difende Mancino, in fondo un DC, allora va colpito al cuore e al cervello.
Quando una persona va in giro rompendo gli equilibri con petulanza, si dice – in Sicilia- che “va in giro come un giudice povero”, ma posso testimoniare che questo detto preesisteva alle meritorie attività del giudice Ingroia, che povero non è , almeno a giudicare dai suoi amici.

Mentre Mario Monti , che ha difeso più volte il direttore dell’agenzia delle Entrate e di Equitalia, ma non il Presidente della Repubblica, cerca una distrazione e la trova con la solita accusa agli evasori fiscali, al compleanno della Guardia di Finanza.
Dichiara – seriamente – che la crescita economica è impossibile se c’è evasione fiscale. Dov’era professore tra il 1960 e il 1989? Ha un alibi? Non si rende conto che è vero l’esatto contrario?
O forse non vuole inimicarsi il magistrato e parla d’altro.

About these ads
I trackback sono chiusi, ma puoi postare un commento.

Commenti

  • Roberto  On giugno 22, 2012 at 8:49 am

    Più la durano più la percentuale di Beppe Grillo aumenta….

  • Mario Maldini  On giugno 22, 2012 at 3:09 pm

    Beh, se è per questo, la prima ( ?) trattativa Stato-Cosa Nostra fu condotta con
    successo nel 1941-42 nel Porto di New York fra il governo americano e i picciot-
    ti che spadroneggiavano sui moli, mettendo in pericolo i carichi bellici destinati
    agli Alleati.

    • antoniochedice  On giugno 22, 2012 at 3:15 pm

      Cosa nostra ha trattato con più stati. Io accennavo a questo stato( o a quel che ne resta).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 447 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: