Monthly Archives: febbraio 2012

SPECCHIO MIO, SPECCHIO DI LEGNO, DIMMI CHI E’ IL PIÙ PAGATO DEL REGNO?

La trasparenza degli atti amministrativi del governo ha fatto la prima vittima: la democrazia.

Continua a leggere

IL GOVERNO MONTI RISOLVERA’ LUNEDI IL PROBLEMA DEI SANS PAPIERS. UN ALTRO PASSO AVANTI SULLA VIA DELL’EQUITA’

Si apre finalmente uno spazio di speranza e di relativa prosperità per gli immigrati.

Il governo Monti , in soli cento giorni di attività, ha portato a soluzione il problema dei “sans papiers”, ossia degli immigrati che per evitare il rimpatrio distruggono i propri documenti, giocando così a mosca cieca con le autorità.

Continua a leggere

TRE NOSTRI MILITARI MORTI IN AFGANISTAN E DUE IN PERICOLO DI VITA, MENTRE IL GOVERNO FA L’INDIANO. di Antonio de Martini

Il Presidente della Repubblica Napolitano ha una splendida occasione per dimostrare che non è al servizio delle banche – come ha dichiarato oggi – ma vuole e può servire gli interessi del paese.

Sabato e domenica, , mentre avevo in avaria il solito IPad, sono accaduti due fatti che hanno coinvolto le nostre Forze Armate.

Tre membri del nostro contingente in Afganistan sono morti nell’ennesimo incidente automobilistico di questa sciagurata avventura nella quale ci siamo impegnati a restare fino al 2014, mentre i promotori americani della guerra hanno già annunziato il loro ritiro entro il 2013.

Continua a leggere

ANCORA SULLE OLIMPIADI DA FARE A ROMA. POLEMICA TRA IL GENERALE CADORNA E UN ASCARO DEL SINDACO

Non ho mai letto il nome Andriani negli annali degli eroi d’Italia perché possa permettersi di dare del “grillo parlante” a Carlo Cadorna, il cui cognome risuona nelle aule scolastiche delle ultime quattro generazioni di italiani.
Sarebbe scusabile solo se il nomignolo dato a Cadorna volesse inconsciamente significare che l’Andriani stesso si consideri un Pinocchio,

Continua a leggere

MINISTRO SEVERINO: FAVOREVOLE AD ABOLIZIONE CERTIFICATO ANTIMAFIA

Il ministro Severino ha dichiarato oggi che in effetti sarebbe favorevole all’abolizione del certificato antimafia, come ho più volte proposto su questo blog, quindi non posso non approvare.
Pero’, Continua a leggere

LA RIFORMA ELETTORALE ( fusse che fusse la volta bona) di Antonio de Martini

Quarantotto anni dopo la nascita dell’esigenza, i due partiti più grandi affrontano finalmente assieme il problema della governabilità dello Stato italiano.
Per farlo, hanno atteso che il sistema fosse fuori controllo ed essi stessi travolti dal disprezzo generale.
In mancanza di una cultura alternativa al loro comune sentire, stanno cercando

Continua a leggere

COSTRUZIONE FA RIMA CON CORRUZIONE, MA NESSUNO LO NOTA. DA CINQUEMILA ANNI. di Antonio de Martini

Naturalmente, il business delle costruzioni non viene fatto solo con le Olimpiadi. Un altro filone di costruzioni addomesticate lo ritroviamo

Continua a leggere

GUERRA DI LIBIA 2011:LA DEMOCRAZIA SI SERVE ANCHE FACENDO LA GUARDIA A UN BIDONE DI BENZINA FRANCESE.

La ricandidatura ufficiale di Nicholas Sarkozy alla presidenza della Francia, nasce frettolosa, dopo che l’Eliseo aveva annunziato che una decisione in merito sarebbe stata presa e comunicata solo alla fine del mese.

L’evidente crescita di consensi attorno a Francois Hollande deve averlo indotto ad una comunicazione affrettata risspetto ai tempi che aveva annunziato.

In contemporanea , vengono presentati dalla stampa i risultati della sua presidenza, nata con ambizioni napoleoniche.

Continua a leggere

LA CLINTON SE NE VA. NON VERRA’ RIMPIANTA DA NESSUNO di Antonio de Martini

L’11 febbraio alle 15 e qualcosa, nel post ” La Cina in soccorso dell’Iran” concludevo, dopo aver analizzato gli errori che aveva commesso , ” forse e’ tempo per la Clinton di passare la mano”.
E’ di oggi la notizia che il vice presidente della Banca Mondiale Zoelneck ha annunziato che si ritirerà a giugno e che la candidata alla successione e’ Hilary Clinton. Continua a leggere

LA CORRUZIONE NASCE DA UN ISTITUTO NATO PER COMBATTERLA: LA COMMISSIONE GIUDICATRICE di Antonio de Martini

A proposito di corruzione, vorrei dare a tutti una idea di come nadca un potere di interdizione – democratico a chiacchiere – che in realtà può essere superato solo dall’instaurarsi di una relazione diretta con chi è in grado di influenzare la decisione richiesta.

come esempio, prendo un caso di specie accadutomi qualche anno fa : una permuta di immobili tra il Ministero della Difesa ed un comune ( quindi uno scambio tra due enti pubblici). Il comune cedeva spazi in periferia costruendo nuove caserme , ricevendone in cambio immobili in centro città. Nulla di difficile.

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 531 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: